Roma. 6 nuove aperture da mettere in agenda per questo inizio di stagione

Si chiude l’estate e si aprono i ristoranti. A Milano, certo, ma anche a Roma. Qualche esempio per non pensare troppo alle spiagge e al mare che avete appena lasciato? D’altronde la prova costume è tra un anno.

1. Be.Re

Il nome già la dice lunga e noi già ve ne abbiamo parlato. Ma una ripassata non fa mai male: si berrà e si berrà birra. Il progetto nasce da un’idea di Luigi Parise e Lorenzo D’Annibale, insieme con Manuele Colonna, il più grande esperto di birra e “publican” romano con il suo Ma Che Siete Venuti a Fa?. La location, in piazza del Risorgimento, è quasi pronta – l’apertura è prevista tra fine ottobre e inizio novembre – ed occupa quattro vetrate da cui già si vedono gli interni che prediligono rame e legno, soffitti a botte e mattoni in vista. Al bancone è dedicata una sala, con un impianto da 18 spine e 6 handpump. La selezione di birra, che ve lo dico a fare, è di Colonna. Il lato mangereccio è nelle mani di Trapizzino: dalle 11 del mattino alle 2 di notte vorrete pur mangiare.

2. Spiazzo

Nascerà negli spazi del Bibere Bistrot – via Antonio Pacinotti 83, zona Ostiense – che annuncia di spostarsi in un altro locale e fa i favori di casa presentando a tutti Spiazzo, “una pizzeria che con un nuovo format proporrà, oltre alla pizza, fritti, birra artigianale e drink dall’aperitivo al dopocena”. L’apertura è prevista tra qualche giorno, giusto il tempo delle ultime prove. I rumors danno in cucina lo chef Emergente Sud e Centro 2015, Mattia Lattanzio.

3. Bucolica

Arriva a Roma il donut alla Homer Simpson, quello con la glassa colorata e le stelline di zucchero. Ma in una versione sana, non fritta ma cotta al forno e preparato senza burro e solo con ingredienti biologici e stagionali. Durante l’inaugurazione (la serranda, in realtà, è già alzata), il 17 settembre al mercato De Calvi a Monteverde, si proveranno (gratuitamente, come vi abbiamo già raccontato) le ciambelle che saranno in menu quest’autunno, come la Brontolona con glassa al caffè e granella di pistacchi di Bronte, la Golosa ricoperta di cioccolato fondente e nocciole o la Romantica con glassa al cioccolato bianco e frutti rossi. Da Bere, Bucolica propone succhi di frutta, estratti, smoothies e caffè americani. I prezzi? Da 1€ delle ciambelle basic ai 3€ per un menu donut + bibita.

4. Centro

Altra apertura che, come vi abbiamo già raccontato, ci incuriosisce molto. Il motivo principale è che il menu è firmato da Arcangelo Dandini, l’oste romano per antonomasia. E poi perché è in via Cavour e la location sarà elegante, nonostante l’apertura easy e modernissima dalle 8 del mattino alle 24 di sera. Ripassiamo ciò che ci è dato sapere prima del 16 settembre, giorno d’apertura: colazione e pausa tè saranno con torte, frolle e biscotti fatti in casa, caffè, cappuccini e frullati, mentre per il “breakfast” ci saranno per lo più uova proposte in varie maniere.

Fritti, tartare, insalate, primi piatti, hamburger e ciriole gourmet sono le proposte del pranzo, a seconda degli appetiti.

Centro nuovo ristorante Roma 5

La cena (in cucina c’è lo chef executive Biagio Minafra, pugliese come Marco Nuzzo che invece curerà la pasticeria) comincia a diventare importante anche grazie a qualche creazione – grandi classici più o meno rivisitati – di Dandini, tra cui Anabasi, Viaggio a Rocca Priora, gnocchi “Cacio e Unto” e Animelle di Vitello. Vini, distillati e miscelazione chiudono l’offerta che già si preannuncia piacevolmente ampia.

5. Brylla

donna uomo vino

Interessante apertura per gli amanti del genere, “condita” con la sapienza di Laurenzi Consulting. Quartiere Trieste, inizio ottobre: sarà un wine-bar vecchio stampo con una carta dei vini fornitissima. Si parla di oltre 200 etichette da degustare, con la possibilità di testare rossi e bianchi anche al calice, senza bisogno di acquistare l’intera bottiglia. Come moda comanda, non sarà poca – pare – l’attenzione alla filosofia di organico e biodinamico. Particolare anche la parte gastronomica, con piatti che necessiteranno di una cottura lunga. Originale anche l’idea josper, che mixa i principi caratteristici del forno e della griglia. Sappiate che va forte in steak house e nei bar di tapas spagnoli.

6. Mercato Centrale Termini

Eravamo stati i primi, primissimi a parlarne. Sarà molto probabile che la data d’apertura prevista – il 15 settembre – in realtà slitti di qualche giorno. Sotto l’imponente Cappa Mazzoniana troveremo Bonci, Bottega Liberati, Sud di Romualdo Rizzuti, Pastella, Trapizzino, i carciofi e le puntarelle di Da Maria, le forme di Beppe e i suoi Formaggi, il pesce dell’Antica Pescheria Galluzzi. E anche Cremilla, la cui proposta sarà gestita dal giovanissimo Luca Veralli, (ex, a questo punto) mastro gelatiere de La Romana.

L’agenda già è in subbuglio, tra nuove aperture e assaggi. Ora sta a voi segnalare cambiamenti e opening. D’altronde un po’ di spazio (quello nella pancia c’è sempre) in calendario si trova sempre.




- venerdì, 9 settembre 2016 | ore 10:17

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.