babka

Ho acquistato i miei primi panetti di lievito fresco e sono carica per una nuova stagione invernale di lievitati.

Per cominciare, vi propongo il babka al cioccolato, un dolce che profuma di autunno.

Mulino Caputo

Il babka è un dolce che ricorda il pan brioche arrotolato e intrecciato che in questa occasione farciremo con una crema al cioccolato e che potrete rendere ancora più goloso spennellandovi in superficie dello sciroppo.

Si tratta di un dolce la cui ricetta proviene da lontano: nasce in Polonia ma viene poi adottata e rivisitata dalla cucina ebraica che l’arricchisce di frutta secca, noci, cannella o cioccolato.

Il babka al cioccolato che vi presento, con le sue note avvolgenti di cannella e cioccolato, saprà certamente conquistarvi portandovi nel mondo delle lunghe lievitazioni.

Non spaventatevi e pensate ai diversi vantaggi che un impasto a lunga lievitazione comporta: primo su tutti la digeribilità, oltre che il profuma e la leggerezza. Sì, perché utilizzare una minore quantità di lievito e lasciare che l’impasto raggiunga una completa maturazione, vi regala tutte queste cose assieme.

Prendetevi tutto il tempo necessario per realizzarlo: io vi consiglio di cominciare a preparare l’impasto in serata. Dopo una prima lievitazione di circa 2 ore lasciatelo riposare in frigorifero tutta la notte per poi riprenderlo il mattino seguente.

Armatevi di tanta pazienza e passione e iniziate a scaldare i forni, si parte!

Babka, pan brioche al cioccolato

babka-cioccolato

Ingredienti per 2 Babka

600 g di farina 00
70 g di zucchero semolato
240 g di acqua tiepida
1 cucchiaino di sale
100 g di olio di semi (per un sapore più delicato)
2 uova medie
20 gr di lievito di birra

Per il ripieno al cioccolato

120 g di cioccolato fondente
120 g di burro
50 g di zucchero semolato
30 g di cacao amaro
cannella a piacere

Procedimento

Sciogliete il lievito di birra in acqua tiepida.

Unitelo a farina, sale, zucchero, olio e acqua nella ciotola della planetaria. Mescolate bene il tutto fino a che otterrete un impasto omogeneo. Aggiungete un uovo alla volta, impastando bene dopo ogni aggiunta.

Avrete un impasto molto appiccicoso che lavorerete per 10/15 minuti.

Al contrario, se non utilizzate la planetaria, lavoratelo per 30 minuti. Mescolate energicamente aiutandovi con poca farina.

Non appena l’impasto inizierà a staccarsi dai bordi infarinatelo appena e lavoratelo su un piano altrettanto infarinato sino a formare una palla che lascerete riposare in una ciotola coperta con pellicola trasparente.

impasto

Lasciate lievitare al caldo per 2 ore circa, sino a che sarà raddoppiata di volume.

Nel frattempo incominciate a preparare il ripieno.

In un pentolino, fondete il cioccolato con il burro a fuoco moderato. Togliete dal fuoco e unitevi zucchero e cacao mescolando con cura. Lasciate raffreddare sino a che il composto si solidifichi leggermente.

Trascorse le 2 ore di lievitazione riprendete l’impasto e sgonfiatelo delicatamente su un piano con un po di farina. Lavoratelo per pochi minuti e dividetelo in due parti uguali.

Stendete entrambe le parti, formando un rettangolo lungo quanto una teglia e alto circa 3 mm.

Farcite, aiutandovi con una spatola liscia, con la crema al cioccolato e una spolverata di cannella a piacere. Partendo dal lato più lungo arrotolate l’impasto ben stretto sino a formare un rotolo.

Avrete quindi 2 rotoli che adagerete su una teglia foderata con carta forno. Copriteli con la pellicola trasparente e poneteli in frigorifero per l’intera notte.

Il giorno seguente riprendete i rotoli, incideteli per il senso della lunghezza sino a vedere le “righe” di cioccolato. Intrecciate le due parti così ottenute ben strette (come a formare una treccia).

Adagiate i dolci in due stampi per plumcake foderati di carta forno. Lasciateli riposare a temperatura ambiente per circa 1 ora durante la quale, vedrete, aumenteranno di volume.

Cuocete in forno preriscaldato a 160° per 30/40 minuti.

Aiutatevi con uno stecchino per verificare che siano ben cotti.

E per un risultato ancora più goloso, arricchite i vostri babka preparando dello sciroppo profumato all’arancia. Scaldate in un pentolino 80 gr di zucchero e il succo di un’arancia, portate ad ebollizione fino a che comincerà a caramellare.

Spegnete quindi il fuoco e spennellatelo sul dolce.

E ora a voi: quali segreti conservate per una perfetta lievitazione da aggiungere alle nostre Lezioni di Pasticceria?

11 Commenti

  1. Questa me la salvo!
    Dettagli personali: aiuterebbe avere una o due foto in più della tecnica della formatura, per vedere come incidere e arrotolare tra loro i due rotoli di panbrioche.
    P.S. per fare le cose buone preferisco il burro nell’impasto del panbrioche 🙂

    • Ciao Paolo,
      Hai ragione, le foto sono un valido strumento per comprendere meglio il procedimento 🙂
      Sicuramente alla prossima lievitazione importante ne inserirò qualcuna in più 😉
      Per quanto riguarda il burro, stavolta ho scelto di usarlo solo per il ripieno per offrirne una fetta anche alle mie amiche a dieta!

  2. Io di solito faccio il riposo in frigo prima della formatura.Finito l’impasto,riposo a TA e poi in frigo per una notte..L’indomani,formatura,seconda lievitazione e forno..

  3. Ritengo doveroso confermare che mi sono esibito nella ricetta.
    come avevo detto, panbriiche con burro. in ogni caso risuktato eccellente, oltre ogni mia aspettativa: non ho mai praticato gran che i lievitati dolci.
    Ad Azzurra un ringraziamento e molti molti complimenti per la ricetta. Domani certamente successo assicurato in ufficio, con la seconda delle due babka.
    la prima me la finisco a casa per conto mio…

    • Paolo, la mia soddisfazione è doppia.
      Perchè oltre ad aver provato la ricetta è stato anche felice del risultato!

      Speriamo sia solo l’inizio per una pratica più costante con i lievitati dolci.
      Il ringraziamento è mio per avermelo fatto sapere, non cè niente di meglio di una casa che profuma di zucchero la mattina appena svegli…
      …anche la sera 😉

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui