Milano. Abbiamo provato Fancy Toast e ci è piaciuto moltissimoTempo di lettura: 2 min

14915351_1251323234924519_4120151532636543162_n

Oggi vi parlerò di una nuova toasteria – anzi, di un nuovo locale di Toast: Fancy Toast.

Mi direte: i Toast, per quanto “Fancy”, non è che siano particolarmente nuovi. E in effetti vi abbiamo già raccontato di StreeToast di Porta Ticinese, recentemente raddoppiato in Duomo, di Mi Casa, e delle altre toasterie (compresa la già scomparsa Toasteria Tigre, che sembra non abbia resistito, nemmeno in versione bistrot).

E poi ti imbatti in Fancy Toast. In via Volta, aperto da due o tre settimane. Una toasteria, certo. Ma non proprio una toasteria come la intendiamo noi. Vediamo di descriverla attraverso alcune parole-chiave.

fancy-toast-01

  • 9570,20km: sono quelli che separano, attualmente, Federica, ideatrice del format, da San Francisco, dove ha scoperto questi toast, se ne è innamorata, e da dove ha deciso di importarli, anzi, di rifarli, qui in Italia.

fancy-toast-neonfancy-toast-locale2

  • Epic Toast from West Coast: è la scritta al neon che campeggia nel locale: rievoca i diner statunitensi anni ’50, tutto un mondo e una cultura che hanno avuto uno dei loro epicentri appunto sulla costa occidentale degli USA, tra San Francisco e Los Angeles. E il neon, così come del resto il bianco e nero del locale, e l’ambiente in generale, rimandano un po’ anche all’Optical Art.

fancy-toast-fetta

  • 1” thick: one inch è lo spessore della fetta di pane, ovvero 2,5 dei nostri centimetri, ed è la base del super stuffed toast che è il perno dell’offerta del locale. Va precisato che “toast” indica nei paesi anglosassoni la singola fetta di pane tostato, mentre per noi “toast” è il combinato disposto di due fette di pane tostato con dentro una fetta di prosciutto e una di sottiletta, magari anche con un po’ di farcitura. Qui invece siamo di fronte a una singola fetta, “stuffed”, riempita depositandovi sopra una serie di ingredienti.

fancy-toast-16

  • Epic Avocado Toast: il signature dish, il piatto emblema del locale, una fetta di super-bread (la ricetta è top secret) con una crema (mash) di avocado (anche qui con un ingrediente segreto, o magari più di uno…), uovo sodo, bacche di pepe rosa, profumo di lime. Assaggiato al mio primo ingresso nel locale, e ri-preso per la seconda volta in una seconda visita: no, non perché non mi ricordavo più di averlo già assaggiato, ma proprio per il piacere di gustarlo di nuovo.

fancy-toast-menu2 fancy-toast-menu3 fancy-toast-menu4

fancy-toast-menu1

fancy-toast-locale

  • Il Menù: in tutto, ci sono cinque fancy toast salati (Awesome, dai 5,45 ai 6,45 €), tre dolci (Yummy, 3,95 €) e tre basici (Not Basic, 2,95 €). E si beve Juice (detox, antiossidante, o energizzante, a 5 €), Fancy drinks (lemonade e pompelmonade, 2,95 €), birre e caffè (che è refill, a “ricarica” – della propria tazza – libera).

fancy-toast-15

Insomma: siete disposti a farvi tentare dal toast aperto, anche tenendo conto del fatto che i signori hipster si impiastricceranno di avocado (o di salse rosso-rosate) tutta l’hipsteritudine?

FancyToast. Via Volta, 8. Milano. Tel. +39 02 6208 6072

[Immagini: FancyToast, iPhone Emanuele Bonati]

2 Commenti

  1. Abito a San Francisco mai visto un posto così, magari avrà preso spunto da toast la catena ma di toast c’è solo linsegna comunque bella idea complimenti

  2. Oh yes! Fancytoast, open bread!
    Michele ho vissuto anche io a sfo chek The mill o Jane on Larkin or Mazarine! 😉 credo che passerò sicuramente a provarli, mi manca talmente tanto la NorCal!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui