Vi abbiamo anticipato l’apertura a Milano del ristorante vietnamita Saigon, che abbiamo visto alla festa pre-apertura di settimana scorsa.

Non abbiamo potuto vedere molto, c’era un sacco di gente, luci basse, e così via – serata di festa, appunto, non di presentazione. Ma possiamo raccontarvi qualcosa di più su questo nuovo locale di Luca Guelfi (suo anche il Canteen, ristorante messicano di successo aperto un annetto fa a poche decine di metri da questo, sempre in via Archimede; ma sono suoi anche Petit e Ricci), grazie al comunicato stampa.

La location è un vecchio e abbandonato magazzino industriale di 300 metri quadri in via Archimede, 53 a Milano. Le atmosfere interne si ispirano alla tendenza “Indochine Style” con un netto ed evidente riferimento al periodo coloniale francese; pavimento di legno Versailles, marmi bianchi di Carrara, boiserie in paglia di Vienna, sedie e sgabelli in velluto rosso a nido d’ape, illuminazioni Venini anni 30/40, Kenzie e banani che donano un’ambientazione tropicale, ventilatori di legno a soffitto originali dell’epoca importati dall’India, tappezzerie francesi, quadri alle pareti di uno dei più importanti pittori vietnamiti, Do Ngoc Diep.

Effettivamente, lo stile coloniale ma “contemporaneo” francese è uno dei punti di attrazione del locale. Anche perché non abbiamo ancora assaggiato i cocktail (“Uno dei signature cocktail Saigon è Camélie, realizzato con vodka, liquore al lychee, infuso al karkadè e cordiale al lemon grass”) e nemmeno il cibo:

La cucina propone piatti della tradizione vietnamita come la zuppa Pho, i gamberi avvolti nei bastoncini di canna da zucchero e gli involtini in carta di riso con varianti di verdure; oppure i classici noodles di riso con frutti di mare in salsa di ostriche, i ravioli in farina di tapioca con gambero rosso, o una speciale bouillabaisse in versione vietnamita. A questi piatti tradizionali si affiancano specialità di cucina moderna vietnamita come la tartare di manzo Saigon style, l’insalata di anatra glassata, il dentice intero fritto, il pollo alla brace alle 5 spezie e il black cod cotto in foglia di banano.

Possiamo comunque anticiparvi il menù completo, prezzi compresi (e compresi i 5 € di coperto).

Appetizers

Summer Rolls 
involtini freschi in carta di riso: vegetariano 12 € – gamberi 14 € – anatra 16 €

Spring Rolls
involtini fritti: vegetariano 12 € – maiale e funghi 14 € – frutti di mare 16 €

Crystal Dumplings
ravioli al vapore in farina di tapioca: vegetariano 12 € – gamberi 14 € – maiale e funghi 14 €

Cabbage Rolls 14 €
involtini di carne al vapore avvolti nella foglia di cavolo cinese

Crab Cake with Spicy Mayo 18 €
polpette di granchio con maionese speziata

Fried Shishito Peppers 12 €
peperoncini shishito (una varietà giapponese dolce) fritti

Seabass & Mango Tiradito 18 €
carpaccio di branzino crudo con purea di mango
(secondo Wikipedia, il Tiradito è “un piatto peruviano a base di pesce crudo, tagliato a forma di sashimi e dall’aspetto simile al carpaccio. Viene servito con una salsa piccante fredda e acida”)

Shrimp on Sugar Cane 14 €
gamberi avvolti nella canna da zucchero
(così il menù: alla presentazione però li hanno serviti avvolti su un pezzetto di canna da zucchero)

Chicken Satay 14 €
spiedini di pollo in salsa di arachidi piccante

Spicy Tuna Tartare 18 €
tartare di tonno e avocado leggermente piccante

Salmon Sashimi Vietnamese Style 18 €
Salmone scottato con papavero e sesamo al wasabi con salsa al tanarindo

Filet Mignon Steak Tartare 18 €
Tartara di filetto di manzo alla maniera di Saigon

Sides

Pineapple Wok with Fried Rice & Shrimp 12 €
riso e gamberi serviti nell’ananas

White Jasmine Rice 6 €
riso bianco

Brown Rice 6 €
riso integrale

Shitake Sticky Rice 8 €
riso con funghi shitake

Green Salad 6 €
misticanza

Wasabi Mashed Potatoes 8 €
purea di patate al wasabi

Bok Choy in Light Soy Sauce & Peanuts 10 €
bok choy (cavolo cinese) in salsa di soia leggera con arachidi

Sesame Grilled Asian Asparagus 10 €
asparagi asiatici grigliati al sesamo

Main Courses

Pho Bo  24 €
noodles in brodo di carne con fettine di filetto di manzo

Bouillabaisse Indochine Style 32 €
zuppa di calamari, gamberi, cozze, scampi e cappesante (sic) in latte di cocco con lemongrass e basilico

Thai Glazed Duck 28 €
anatra glassata, misticanza, germogli, melograno, pomelo, pinoli e dressing

Saigon Green Papaya & Shrimp Salad 24 €
insalata di papaya verde e gamberi

Baby Calamari 24 €
calamaretti fritti con farina di riso, insalata croccante e dressing al miso, miele, zenzero e lime

Seafood & Veggie Wok Noodles 28 €
Tagliatelle di riso (noodles) con frutti di mare e verdure

Veggie Wok Noodles 22€
Tagliatelle di riso (noodles) con verdure

Five Spices Grilled Cornish Hen 28 €
Polletto alla brace alle cinque spezie del sud-est asiatico

Pan Roasted Grouoer in Banana Leaf 32 €
Fagottini di cernia cotti nella foglia di banano

Miso Marinated Black Cod 38 €
Merluzzo nero marinato al miso su letto di bok choy

Chicken Curry Served in Coconut 26 €
curry di pollo servito nella noce di cocco

Tiger Prawns in Tamarind Sauce 34 €
Gamberoni in salsa di tamarindo

Filet Mignon in Star Anise Sauce 32 €
filetto di manzo in salsa di anice stellato

Grilled Wagyu Beef with Green Papaya Salad 38 €
Carne Wagyu alla griglia con insalata di papaya verde

Whole Branzino Vietnamese Style 34 €
Branzino intero alla vietnamita

Coperto 5 €

Saigon Vietnamese Restaurant. Via Archimede, 53. 20133 Milano. Tel. +39 0270101966.

3 Commenti

  1. Visti I prezzi oscenamente alti (permettemelo) di piatti da street food e non (il pho a 24€? E’ un errore di battitura?) continuerò ad andare da Ha Long Bay vicino alla stazione centrale o da Vin Ha Long in Piazza Baiamonti a Chinatown. Non sono così sofisticati, ma la cucina è onesta come i prezzi. Fate sembrare economico il sia pur costosetto Vietnamonamour. Questo è nato per i soliti grastro radical chic. Che non facciate la fine di Bussarakham, partito bene, Thai doc, ora in alter avide mani che ne hanno stravolto bellezza, prezzi e piatti. Buoena suerte.

    • Il pho a 24 euro è scandaloso davvero. E’ un brodo di pollo con noodles. E poi non ci sono proprio piatti vietnamiti, ma penso sia una scelta. La maggior parte sembrano ricette internazionali, riviste vietnamise style. E’ un peccato perché la cucina vietnamita ha oltre 500 ricette, molto buone davvero e con questo menù un po’ si perde il mood, forse Però lo proverò. Spero di cambiare idea.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui