Lezioni di cocktail. La ricetta de Lu Bancu di Disisa del nuovo The Spirit

Vi abbiamo raccontato dell’apertura di The Spirit, avvenuta qualche settimana fa in Porta Romana, dietro corso Lodi. Elegante e raccolto,The Spirit. Good Drinks, Good Vibes. Unique&Magic Cocktail bar in Milan propone una carta di cocktail classici e una serie di proposte meno convenzionali, tutte legate, in qualche modo, all’atmosfera “spiritata” che circola nel locale.

Il nome Spirit, lo abbiamo detto, oltre a indicare con chiarezza che cosa c’è da bere (“spiriti”, cioè alcoli, alcool), rivela anche una certa attenzione agli “spiriti” più eterei, ai misteriosi fantasmi, alle leggende paurose, ai miti che ci circondano, magari ben nascosti e ignoti, ma purtuttavia in qualche modo presenti. Prendiamo uno dei cocktail in carta, Lu Bancu di Disisa. Il nome deriva da un’antica leggenda siciliana, di origine araba, quella della grotta del tesoro di Disisa, appunto.

Si racconta che nei pressi di Grisì, una frazione di Monreale, quindi vicino a Palermo, al di sotto del Feudo di Disisa, oggi azienda agricola (olio e vino), ci fosse una grotta che conteneva un tesoro inestimabile. Ma anche chi fosse riuscito a raggiungerla, non avrebbe potuto portarne via nemmeno una moneta, e sarebbe stato costretto a rimanere nella grotta per sempre. C’era però in modo pe riuscire a far svanire l’incantesimo:

Pi sbancari stu gran Bancu di Disisa vonnu diri l’antichi ca cci voli tri Santi Turrisi di tri capi di regnu, dipò pigghiari ‘na jumenta bianca, ammazzalla e livàricci lu campanàru. Chistu si l’hannu a manciari a frittedda ddà rintra, dipò s’ammazzanu a li tri Santi Turrisi, e lu bancu si sbanca.

(Per sbancare questo gran Banco di Disisa, dicono gli antichi, che ci vogliono tre persone di nome Santi Puglisi di tre angoli del regno, dopo prendere una giumenta bianca, ammazzarla e togliergli le interiora. Queste se le devono mangiare a frittella là dentro, poi si ammazzano i tre Santi Torrisi ed il banco si sbanca.)

Meglio il cocktail: ve lo proponiamo, per la nostra serie Lezioni di Cocktail.

La ricetta de Lu Bancu di Disisa

Ingredienti

3 cl Marsala Florio secco
3 cl Mandarino Varnelli
25 ml succo di limone fresco
10 ml ginger syrup
15 ml cranberry

Procedimento

Si tratta di un drink shakerato.
Per prima cosa si inseriscono nello shaker nel seguente ordine 25 ml fresh lemon juice, 15 ml di cranberry juice, 10 ml di ginger syrup. In un secondo momento vengono messi dentro gli ultimi due ingredienti principali, ovvero liquore al mandarino Varnelli e Marsala Florio secco.
Per ultimo si riempie lo shaker di ghiaccio e si shakera.
Il bicchiere utilizzato per servire Lu Bancu Di Disisa è un tumbler basso, mentre la decorazione è composta da un rametto di menta e una fetta di agrume essiccato.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.