Milano. La fantastica pasta ripiena del nuovo Zibo che apre in Sant’Ambrogio

Ristoranti

Le vie del food fra street e truck, on the road e ora anche indoor. Ecco: il percorso di Zibo Cuochi Itineranti, ovvero Alessandro Cattaneo e Giulio Potestà, segue un itinerario insolito. Giovanotti trentenni, nascono professionalmente all’Alma, la scuola di cui è rettore Gualtiero Marchesi, fanno esperienza in una serie di ristoranti, anche stellati, salgono assieme su un bel camioncino, Zibo, e iniziano a girare in lungo e in largo.

Due anni dopo, si fermano, si cercano un “campo base”, dove cucinare per il truck, e per il loro catering, ma anche per chi vuole andare lì, fermarsi, sedersi a mangiare – e lo trovano in via Caminadella, in pieno centro storico, fra il Carrobbio e Sant’Ambrogio.

“Zibo nasce nel 2015 a Milano come Food Truck con l’idea di portare ‘su strada’ una cucina semplice, ma di qualità, caratterizzata da artigianalità e tradizione italiana rivista in chiave Street Food.”

Così la raccontano Giulio e Alessandro – e così li abbiamo conosciuti (no, meglio: assaggiati, Alessandro lo conoscevo da prima), in uno dei vari raduni di apecaravanciclotruck che da qualche anno si muovono in giro per città e paesi. Per l’esattezza allo Streeat Food Truck Festival al Carroponte a Sesto San Giovanni, un paio d’anni fa.

O alla manifestazione di street food del tristellato Da Vittorio che è andata in onda ieri (e l’anno scorso ha vinto il premio come migliore proposta di street food proprio qui a Brusaporto).

E li ho poi incrociati più volte, neanche tanto casualmente – amo le paste ripiene, e amo le loro paste ripiene.

Le loro proposte sono in linea con le parole d’ordine di questi ultimi anni – attenzione alla stagionalità delle materie prime, alle tecniche di lavorazione, alle ricette della tradizione e alla loro rielaborazione. Che va benissimo, ma a questo punto aspettiamo qualcuno che usi – bene – materie prime congelate, basi precotte, e così via, così, tanto per cambiare.

Gli Zibo comunque possono benissimo andare avanti così: con il loro menù “su strada” di ravioli, panini, sfiziosità e dolci al bicchiere, con contaminazioni “estere” (gyoza, falafel e altro, rivisti all’italiana). Mentre siamo curiosi di provare la loro cucina comodamente seduti a tavola (ci sono 30 posti), e di vederli cucinare (la cucina è a vista), un po’ come sul food truck. E ci sarà anche una vetrina aperta su strada, per chi volesse lo street food su strada a tutti i costi.

Basta. Ho fame: ci vediamo il 22 settembre all’inaugurazione.

ZIBO Cuochi Itineranti – Campo Base. Via Caminadella, 21. Milano. Tel. +39 0235999463.




Di Emanuele Bonati

Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.