Lo ammetto: non ce la faccio più a seguire tutto quello di ristoranti, pizzerie, panetterie, bar che apre a Milano, che annuncia che aprirà, che dice che aprirà ma non sa o non vuole dire quando, o dove, che apre senza dirlo a nessuno, che lo dice a tutti ma non apre… ma provo lo stesso ad aggiornarvi.

Vincenzo Capuano apre in zona Duomo

Il pizzaiolo con la barba, il pizzaiolo delle mille lire, sì, insomma, avete capito, Vincenzo Capuano pizzaiolo barbuto della next generazione fautore della #pizzacanotto ritorna a Milano e apre una nuova pizzeria. Napoletana, ovviamente.

Ma non lo fa da solo o, almeno, così sembra. La zona è centralissima, piazza Meda a due passi dal Duomo (e dalla più famosa pizzeria napoletana cioè Lievito Madre al Duomo di Gino Sorbillo) e dal nuovo Chicco do Mexico 2. Eh sì, perché lì dove c’era una banca aprirà un nuovo bar della stessa serie come avevamo preconizzato.

Sei vetrine su strada che riempiranno di profumo partenopeo questo angolo di Milano. Tre saranno occupate dalla nuova pizzeria di Vincenzo Capuano che da subito ha apprezzato il caffè di Chicco do Mexico.

Quanto profondo l’accordo tra le due anime napoletane del caffè e della pizza lo sapremo presto. Ma non avremo dubbi se sul locale campeggerà l’insegna Chicco do Pizza.

Alain Locatelli apre a Milano

Sbarca a Milano con il suo locale Alain Locatelli, nemmeno trentenne panettiere-pasticciere che arriva dal negozio di famiglia a Bonate di Sopra, nel Bergamasco, ora affidato al fratello. Il locale – che avrà il suo nome, Alain Locatelli – è ancora in allestimento, stanno sistemando laboratorio (grande e luminoso) e la zona clienti, che sul laboratorio si affaccia.

Ma impastatrici e forni sono già in funzione, e quando sono passato c’erano tracce di prodotti – solo tracce: di edibile era rimasta solo una pagnotta, di quelle piene di cerali farine integrali e non so più cosa, che ho potuto assaggiare. E che mi sarei portato via, tanto era buona – ma Alain mi placcava stretto, e non l’ho potuta mettere in borsa.


L’apertura è imminente, magari già a fine mese, magari poco più in là. Il locale si trova in viale dell’Innovazione al 13, di fronte al Teatro degli Arcimboldi.

Misha Sukyas apre tra due settimane

Anche Misha Sukyas – fresco di successi televisivi con Chopped!, e con una nuova trasmissione in partenza – è oramai in dirittura d’arrivo con il suo nuovo ristorante. L’ho incontrato qualche giorno fa, e stava andando a controllare il banco del pesce (indizio interessante: ci sarà del pesce in menù – ricordo ancora con nostalgia la cena alla Cave…), e sgli stavano installando la cucina, e insomma tutto procedeva bene (ci sono anche passato davanti, e ho dato una sbirciatina: è vero). L’apertura è possibile, anche per Misha, tra fine mese e metà novembre.

Non c’è più Pane e Farina: ci sarà Yokohama

Ai tempi dell’università, venivamo a volte a mangiare la pizza qui da Pane e Farina, in via Pantano: era buona (sì, è passato qualche anno, e non ricordo nemmeno che faccia avesse, la pizza), ed è a due passi dalla Statale, per cui facilmente raggiungibile da tutti (chi stava fuori Milano, rimaneva in giro fino all’ora della pizza…).

Ahimé: posteggiando, mi sono accorto del cambio di insegna: sono in corso i lavori per trasformare un’antica pizzeria (era aperta diciamo una quarantina d’anni fa, ai tempi della mia università) in un moderno ristorante giapponese. Il sito di Yokohama parla di “Cucina Giapponese Fusion… una nuova generazione di sensazioni organolettiche indimenticabili!!!” – che detto di un ristorante di sushi farebbe pensare: in realtà, il tutto si riferisce alla sede-madre di via Gonzaga, che si presenta piuttosto bene: attendo con impazienza la nuova apertura.