A distanza di 2 anni e mezzo dall’inaugurazione, Bell Bistrot & Drink nel quartiere Coppedè di Roma, è cambiato parecchio, a partire dai colori.

Ricordate, prima era talmente bianco che veniva voglia di mettere gli occhiali da sole per non restare abbagliati, adesso è diventato più sobrio, grazie ai tavoli di legno scuro, alle pareti “incorniciate” di marrone quasi nero, idem per i séparé.

Ora l’ambiente si presenta più caldo, rilassante e accogliente.

Grossi cambiamenti anche ai forni e fornelli – nessuna traccia né dello chef né del pizzaiolo di prima. Il menù è diventato più snello e più d’impatto, mettendo in risalto le pizze, per fortuna non più gourmet, e i 15 hamburger ispirati ai vari paesi del mondo.

Poche altre portate tra i classici primi romani (buona la carbonara, cremosa e saporita, 9 €), carne alla griglia e alcuni sfizi come i fritti, i taglieri e la parmigiana fatta in forno a legna (14 €).

L’impasto delle pizze, 10 rosse, 12 bianche, 4 focacce e 2 calzoni (da 7 a 12 €), è fatto con il lievito madre e la farina bianca o integrale. Lievitazione controllata di 24 ore, cottura al forno a legna, ma niente canotto. La pizza di Bell è sottile, ben cotta e abbastanza croccante, regge bene i condimenti.

Sono andata ad assaggiare qualche pizza e qualche hamburger in anteprima (il nuovo menu sarà lanciato da lunedì 4 giugno), e mi ritengo soddisfatta.

Tra le pizze la mia preferita è con scarola, fiordilatte e bufala, pinoli, capperi e olive. Verdura croccante e non scotta, base ben cotta e saporita (10 €)

Buone anche la Margherita (7 €) con l’impasto integrale e la semplicissima Marinara (7 €).

Niente male funghi e salsiccia (10 €) e anche tonno e cipolla si difende bene (9 €).

Per gli hamburger, tutti accompagnati dalle patatine fritte, il discorso si fa più articolato che gira intorno al mondo.

Non mancano un hamburger Classico (manzo, insalata, pomodori e salsa BBQ, 11 €), un Cheeseburger con cheddar (12 €) e uno Italiano, con scamorza e salsa al basilico (13 €).

Saporito l’hamburger Spagnolo con peperoni e salsa alioli (13 €).

Gourmet è quello Francese (burger di pollo, cipolla bianca, camember, salsa di creme fraiche e miele, 13 €).

Delicato l’Austriaco  (burger di maiale, mele, brie, speck e senape al miele, 13 €).

L’Inglese, più che hamburger, sembra un panino con la cotoletta, ma il pollo panato è succoso e saporito, condito con senape e ketchup (13 €).

Imponente quello Americano con uovo fritto, cheddar, bacon e cipolla (14 €).

Insolito il Norvegese ( burger di salmone, avocado, cole slow e salsa teiyaki, 14 €)

Le patatine fritte sono tagliate a mano, croccanti, una tira l’altra  (6 €)

I cocktail (tra 7 e 8 €), i grandi classici e le nuove creazioni, sono sempre all’altezza, miscelati con il savoir fair e il buon gusto. Rinfrescante lo Sparkling Passion (8 €) con Franciacorta, Brandy e passion fruit.

Dico che vale la pena di provare il nuovo menù di Bell. Non siete curiosi?

Bell. Via Chiana 80/86. Roma. Tel. + 39 06 8551076

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui