Novità a Milano con Scrocchiarella, Bakker, Beergarden e Wine Bar dell’hotel Milano Scala

Tempo di lettura: 4 minuti

Gli aggiornamenti delle nuove aperture dovrebbero essere ormai quotidiani – che dico, potrebbero essere fatti quasi ogni 12 ore.

Ecco le aperture recenti

1. La Scrocchiarella di Besozzi 1911 in Garibaldi

Pensavate di averle viste tutte – pizze, pizzette, pinse, tasche e taschini, pizzottelle e trapizzini. Bene, sta arrivando in viale Pasubio la Scrocchiarella®, marchio registrato da Besozzi 1911, ovvero della società Molini Besozzi Marzoli, che appunto nel 1911 ha impiantato il suo primo molino in via Adige a Milano.

Il gruppo, che ad oggi vanta di un’esperienza centenaria nell’ambito delle farine e dei semilavorati, decide di aprire nel 2018, a Milano, la prima boutique di Scrocchiarella®: B11. Un prodotto leggero, digeribile e croccante abbinato ad ingredienti di ottima qualità selezionati con cura e attenzione.

Bene. Ma cos’è esattamente? una pizza alla romana, molto croccante, a differenza della pinsa, più morbida?

Alla base di tutto c’è la Scrocchiarella®, leggera, croccante e digeribile grazie a tre caratteristiche peculiari: il lievito naturale, l’abbondante acqua nell’impasto e i lunghi tempi di maturazione. Il risultato sono le numerose e grandi alveolature presenti in tutta la texture, che ne fanno un unicum al mondo. Non la facciamo noi, ma Italmill, che da più di cento anni opera nel mondo delle farine e dei semilavorati per il bakery e che ha selezionato per noi una ricetta esclusiva, con farine 100% italiane e germe di grano.

Anche se viene prodotta in linea, usiamo solo ingredienti naturali (acqua, farina, lievito, sale e olio) e la curiamo con la stessa attenzione e la stessa manualità di un artigiano; alla fine del processo, dopo la pre-cottura, l’abbattiamo in brevissimo tempo per cristallizzarne tutte le proprietà organolettiche, così da potervi offrire un prodotto sempre eccellente.

In menu, una dozzina di scrocchiarelle, dai 6,90 agli 11,50 €.

B11 La Boutique della Scrocchiarella. Viale Pasubio, 6. 20154 Milano. Tel. +39 0299990043.

2. La carne dry aged di Bakker a Città Studi

Carne americana solo con frollatura dry aged: è questa la proposta di Bakker. Nice to Meat You che aprirà domani a Città Studi. L’idea è di due fratelli, Hamudi e Baker, palestinesi-italiani, proprietari e chef, che portano in città questa carne, frollata a secco, con l’osso, secondo la tecnica detta dry-aging (se ne parla già da un po’, di qua e di là dell’oceano), a temperatura controllata, per 5/8 settimane.

Con la frollatura a secco, la carne cede fino al 20% di liquidi, di modo che i sapori si concentrano nel muscolo, conferendole un sapore unico ed indimenticabile

I tagli della carne (americana) sono Tomahawk, Controfiletto, Asado, Cube roll.

Un’altra voce importante del menu sarà il freekeh, “un piatto tutto nostro, un grano tostato di colore verde che, già da bambini, accompagnava le nostre pietanze a base di carne. Prima in Palestina, ora in Italia, per la prima volta.”

Sono molto curioso. Bakker inaugura domani sera.

Bakker. Viale Romagna, 58. 20133 Milano. 

3. Il nuovo Wine Bar dell’Hotel Milano Scala

Con l’arrivo (prima o poi) dei primi freddi invernali, la Sky Terrace dell’Hotel Milano Scala, in via dell’Orso, chiude al pubblico. In compenso, inaugura la sua stagione il 25 ottobre il nuovo Wine Bar Primadonna, che diventerà un appuntamento fisso del Milano Scala, tutte le sere fino alla prossima primavera. Nei prossimi mesi gli ospiti dell’Hotel , ma anche e soprattutto i milanesi,  potranno godersi un calice di vino, comodamente seduti ai tavoli del Ristorante e Wine Bar Primadonna, al piano terra. In carta, etichette di vini biologici e cantine, affiancati da una proposta di finger-food gourmet con richiami alla cucina milanese, e con una serie di selezionati appuntamenti musicali. Il tutto con la supervisione di Rosy Cuomo, bartender e maître del Primadonna.

Hotel Milano Scala. Via dell’Orso, 7. 20121 Milano.  Tel. +39 02870961.

4. La birreria ristorante Beergarden all’Isola

Una birreria con un ristorante con un giardino: suona bene, vero?

Ecco: Beergarden, aperto dal 22 ottobre in via Porro Lambertenghi, all’Isola, è appunto un ristorante-birreria con uno spazio verde.

Beergarden è ideale per un business lunch, dal lunedì al venerdì, un aperitivo con birre o cocktail, una cena classica con menù internazionale o uno spuntino smart dopo cena. Beergarden è espressione di una ristorazione informale ma attenta alla tradizione della cucina classica, impreziosita dalla creatività e dall’estro del nostro chef formatosi nei migliori ristoranti stellati di Milano. La selezione dei prodotti, la qualità e la freschezza degli stessi, costituiscono i punti di forza del nostro progetto.

Beergarden. Via Porro Lambertenghi, 19. 20100 Milano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui