L’Americano che Amava le Brioche non indica un pasticciere che viene dagli States alla ricerca del cornetto perfetto, né il portatore sano di una perversione erotica a base di lievitati da colazione: è, anzi sono, una giovane coppia, lui appassionato di caffè all’americana, Daniele Paino, lei, Marianna De Palma, amante appunto delle brioche. E hanno trovato il loro punto d’incontro ideale mettendo su questo locale di un 20/25 posti in via Medardo Rosso, zona Isola/Farini a Milano.

Locale che nasce da un ciclo-ape-truck, da un mezzo su ruote dedicato allo spaccio di caffè americano, e brioche. Che a un certo punto ha deciso di fermarsi, e a febbraio ha aperto L’Americano eccetera.

Semplice, carino, colorato, che ha sì una serie di brioche e biscotti sul bancone, ma che propone soprattutto (o che si fa notare soprattutto per) i maritozzi, dolci ma anche salati.

Una bella scoperta, per chi associa il nome maritozzo alla dolcezza della panna, ma soprattutto per chi, già poco abituato al maritozzo in sé, come noi milanesi, non si aspetta di trovarselo anche in versione salata.

Basti vedere la nostra classifica, che comprende 4 o 5 maritozzi dolci, a testimoniarne la rarità, visitati dopo attenta ricerca su Google – dove non compariva, ovviamente visto che non lo abbiamo citato, L’Americano.

Diciamo che forse sono carenti sul lato comunicazione.

Mentre, grazie al cielo, ci sono tutte le carte in regole sul lato gastronomico. A cominciare dai maritozzi, che arrivano direttamente da Frosinone. come le brioche classiche e quelle siciliane. Le baguette, i croissant e il pain au chocolat vengono da Egalitè, Milano. A volte, pane e focacce arrivano dal Forno Del Mastro di Monza, e gli altri ingredienti da una serie di fornitori selezionati (Salumi Pasini, ad esempio).

OK – l’Americano non fa solo maritozzi, ma noi ormai siamo nel trip-maritozzo, e tralasciamo le varie combinazioni breakfast-brunch-lunch eccetera. Non vogliamo essere distratti, o vogliamo tornare per il brunch: baguette (con parmigiana, polpette al ragù, crudo e burrata, 7,50 €) e croque monsieur / madame (5,50 €) hanno un’aria interessante.

Allora: maritozzi salati, prezzi dai 7 agli 8,50 € (12,50 € il maritozzo lobster con aragosta) e con panna, 2,90 €.

Sono partito subito sul leggero: Maritozzo Benedict, salato, uovo morbido, salsa olandese: 8 € di morbidezza gustosa. A prescindere dall’uovo, il maritozzo in sé è particolarmente buono.

Anche nella versione “aperta”, col maritozzo passato sulla piastra: ottimo il Maritozzo Cunzato, pomodorini, capperi di Salina, origano, olio siciliano, tonno, grattugiata di ricotta salata, 7,50 €.

Insomma, tutto bene. La varietà di maritozzi salati è interessante, ci sono ingredienti “di moda” come il pulled beef, ma non sono invasivi. Niente avocado, per dire.

E il maritozzo con la panna? Costa 2,90 € (ma c’è anche un formato “mini” a 1,60 €). E ha tutti i punti per entrare in classifica.

Insomma, L’Americano che Amava le Brioche è un posto buono piacevole simpatico amichevole – da andarci, e da tornarci.

L’Americano che Amava le Brioche. Via Medardo Rosso, 16. Milano. Tel. +39 0236642696.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui