Facciamo un giro in zona Paolo Sarpi in cerca di novità? Per i non milanesi, via Paolo Sarpi è l’epicentro della Chinatown di Milano, quartiere cinese – anche se qualche locale è un po’ “fuori”, a dire il vero – ormai riconosciuto da tempo.

Si tratta di una zona che vive un momento di grande fermento gastronomico, a base di piccoli locali che aprono e chiudono in rapida successione, novità che incalzano e si rubano il palcoscenico a vicenda.

La Pasticceria Bellavia da Napoli al posto di Vasa Vasa

Cominciamo da qui. Siamo in via Canonica, in fondo a Paolo Sarpi. Da qualche tempo sotto l’insegna “Vasa Vasa“, catena di gelaterie siciliane, c’è la Pasticceria Bellavia, napoletana di origine sicule: dalla vetrinetta si può vedere un panorama del Meridione pasticcere, con sfogliatelle, pasticciotti pugliesi, nuvolette. Il lato gelateria propone assieme ai gelati le brioche col tuppo. I gelati sono da 2,50/3,50/4,50 €; colazioni, aperitivi a buffet (6 €), e appunto un po’ di pasticceria: 1,50 € le nuvolette, 2,50 € pasticciotti e sfogliatelle.

Ho assaggiato una “nuvoletta” – senza rimanerne un gran che impressionato, a dire il vero. Assomiglia al Fiocco di Neve di Poppella – sono come dei micromaritozzi, per dare un’idea, però chiusi – niente a che fare col maritozzo vero e proprio. Ma devo comunque assaggiare qualcos’altro, giusto per capire meglio.

E per capire meglio anche l’insegna: Vasa Vasa o Bellavia, come indica la lavagna all’ingresso? Vasa Vasa ha altre due sedi, in Cadore/Spartaco e ad Abu Dhabi. Sul sito sono ancora indicate tutte e tre, peraltro…

Pasticceria Bellavia. Via Moscati, 20 ang. Canonica. Milano.   

Arrivano i biscotti americani di Cookies ‘n’ Cream

Perché non c’erano – è questa la risposta di Cookies ‘n’ Cream, altra recente apertura all’inizio di via Canonica, alla mia domanda “come mai avete aperto un negozio di cookies?”.

Non fa una piega: in effetti, un negozio-su-strada dedicato alla vendita a mo’ di street food dei cookies statunitensi, genere poco frequentato qui a Milano, mancava. Ci sono cookies nei vari caffè-pasticceria all’americana, tipo California Bakery o Vanilla Bakery, ma nessun negozio monoprodotto.

Cookies&Cream è microscopico, la vetrina aperta su strada lascia vedere tutti i cookies disponibili (sono 8/9, che cambiano ogni settimana); il laboratorio occupa il resto dello spazio del negozio. “Cream” perché è possibile anche averli a coppie con una pallina di gelato in mezzo. Uno costa 1,50 €, la coppia con gelato 4 €; si risparmia prendendo la confezione da 4 o da 8.

Questo mese, uno special cookie dedicato al Pride Month: un cookie arcobaleno (e una parte del ricavato della vendita andrà all’Arcigay).

Presi in una serata piovosa, mangiati la mattina dopo a colazione: mi sono sembrati un po’ spenti (l’umidità? il tempo passato?), me li aspettavo un po’ più croccanti, ma non erano male. Non ho molti termini di paragone, però, e devo anche qui approfondire gli assaggi.

Cookies’n’Cream. Piazza Ercole Morselli, 3. Milano. Tel. +39 3393379104.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui