Un altro capitolo arricchisce la nostra web serie Ristoranti d’aMare con una puntata a Positano in Costiera Amalfitana.

Siamo al ristorante La Serra dell’hotel Le Agavi e la consolidata coppia, sia nella vita che nel lavoro, Nicoletta Gargiulo, sommelier di chiara fama, e Luigi Tramontano, chef ormai esperto di scuola Don Alfonso, continua a mietere successi vista mare.

Dopo le fortunate esperienze baciate dalla stella Michelin a Villa Cimbrone a Ravello  e all’Excelsior Vittoria a Sorrento, rispettivamente con i due ristoranti il Flauto di Pan e Terrazza Bosquet, Luigi Tramontano ha confermato la sua bravura alla Serra di Positano.

Parliamo di stelle e di costellazioni con la Michelin che ha assegnato la stella nella guida del 2018 (la nuova guida 2020 uscirà a novembre e sarà presentata a Piacenza) e posso confermarvi che già la partenza del mio percorso è tutto un programma con una bellissima e buonissima Eclissi Lunare di Kandinsky. Wow!

Il piatto di crudo di mare si presenta veramente bene e non solo per l’estetica calato poi in un panorama mozzafiato di una delle perle delle costiera Amalfitana: Positano e il suo mare sono ai piedi dei fortunati avventori della Serra!

La Ricciola affumicata con pan brioche salato alla cannella, yogurt di bufala e aneto è un altro ottimo antipasto ed anch’esso gode della doppia dote di bellezza e bontà: Wow!

La mia idea di Alici Arreganate o meglio l’idea dello chef Luigi Tramontano per la precisione è un’altra piacevolissima trovata in attesa dei primi piatti.

Le Nastrine alle alghe con ricci di mare, taratufi, pomodori confit ed erba cipollina ci introducono nel magico mondo dei primi di Luigi ed il sapore con le giuste sapidità ci sta tutto. Ancora un convinto WOW!

Gli Gnocchi di scampi e patate con consommé di crostacei ai sentori di lemon grass e verdurine è un altro gran piatto. Rischio la banalità, ma lo chef lo ho ritrovato in grande forma. Anche qui un wow ci sta benissimo!!!

L’Astice blu al profumo di Fava Tonka con stracciatella di bufala, gel al Campari e zuppetta di cannocchie ci introduce delicatamente ai secondi piatti con molta eleganza.

La Ventresca di tonno con salsa genovese, sugo d’arrosto e vongole è un gran piatto di pesce, ma con sapore da carne e goduria assicurata con la genovese. Ottimo connubio di sapori e rivisitazione di tradizioni campane. Assolutamente da provare.

Il Tataki di fassona con ratatouille di verdure, salsa di soia e tartare di pomodoro San Marzano se la combatte con la Ventresca e solo per pochissimo non arriva a pari livello. Ma mi sentirei di spendere un altro wow.

Escalation nei dessert. Si parte da una freschissima Macedonia di frutta con perla liquida e gelato all’arancia, si passa per un Inno al limone sfusato e si raggiunge l’apice con In riva al mare che è un piacere anche da guardare.

L’offerta del ristorante La Serra si articola in 3 menu degustazione oltre la carta.

Il primo, Guardando il mare, si compone di 4 portate oltre i benvenuti ed il predessert e costa 120 €.

È possibile chiedere allo chef l’aggiunta di 2 piatti mettendo in conto 150 €.

Stesso criterio regola il menu Guardando i monti di 4 portate a 120 € (con due piatti a sorpresa il costo è di 150 €).

Terzo menu, Guardando il mio orto, propone sempre la doppia formula da 120 € 150 € per la Grande degustazione con 2 piatti in più per un totale di 6 portate oltre benvenuto e pre dessert.

E ora la tastiera a voi che avete assaggiato la cucina di Luigi Tramontano a Positano: qual è stata la vostra impressione?

Le Agavi. Via Marconi, 127. Positano (Napoli). Tel. +39 089 875733

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui