Cena stampa per conoscere il nuovo Pizza Social Lab a Napoli

La pizza come occasione di incontro, condivisione e collante tra mondi e generazioni diversi è il focus di Pizza Social Lab, nuovo locale aperto negli storici ambienti della Brasserie a Napoli, zona Fuorigrotta.

Nel nome è racchiuso il match tra due elementi chiave.

Il primo è l’elemento social inteso come il valore sociale della pizza che grazie al suo largo consumo e apprezzamento nei diversi livelli sociali e generazionali ha il forte potere di rappresentare occasione di incontro.

L’altro elemento è il concept di laboratorio di sapori e abbinamenti insoliti, come ad esempio abbinare le pizze ai cocktail consigliati dal barman Carlo Migliarotti come il cocktail Only Basil base di estratto di basilico e London gyn in abbinamento con margherita e marinara.

Il locale si estende su una superficie di 800 metri quadri e ruota intorno a una grande isola centrale di lavorazione delle pizze in cui sono collocati due forni che lavorano a due diverse temperature poiché la brigata composta da 6 pizzaioli lavora a due diverse scuole di pizze che richiedono diverse temperature di cottura.

Quindi abbiamo pizza tradizionale a più alta temperatura e pizza contemporanea a temperatura minore.

Lo stesso format delle Parùle di Giuseppe Pignalosa a Ercolano che ha fatto da apripista a questa nuova tendenza di confronto tra pizza tradizionale e pizza contemporanea.

C’è la pizza classica di Rosario Ferraro che vanta dieci anni di esperienza nella storica pizzeria da Michele a Forcella e ci sono pizze contemporanee e creative con un topping elaborato fuori dal forno da Gennaro Melillo della scuola di Giuseppe Vesi di Pizza Gourmet.

Queste due tipologie sono coordinate dallo storico pizzaiolo della Brasserie, Antonio Mascia che riporta sulle pizze ricette della tradizione napoletana come ragù o genovese.

Le vere novità sono due.

  1. Il social table, cioè un tavolo di dodici posti che si apre all’ingresso del locale in cui i commensali si siedono anche senza conoscersi trasformando un’uscita a cena per una pizza in un’occasione di incontro e socialità; non a caso l’albero posto al centro del tavolo simboleggia i legami che possono instaurarsi cenando fianco a fianco.
  2. Il bancone dedicato ai cocktail proposti in abbinamento alle pizze: una cocktail’s list indica le proposte di abbinamento alle diverse tipologie di pizze.

E’ prevista anche una zona gluten free dedicata e oltre alle pizze vi è la possibilità di scegliere le proposte della cucina in cui vi è largo spazio ai fritti.

Al tavolo social le pizze vengono servite a spicchi in un percorso di degustazione e condivisione.

La cena stampa è partita, come da tradizione di ogni pizzeria, con i fritti.

Crocchè ai friarelli, frittatina classica, frittatina alla genovese e frittatina alla Nerano (tutte a 2,50 €).

La degustazione delle pizze parte con la classica Margherita di Rosario Ferraro (6 €) con pomodoro San Marzano DOP, fior di latte di Agerola, Parmigiano Reggiano DOP 24 mesi, olio evo, basilico, realizzata da Rosario Ferrara.

Gennaro Melillo risponde con la Gustosa (11 €) pizza creativa con mortadella IGP, fior di latte di Agerola, stracciata di burrata pugliese artigianale, fichi caramellati, olio evo.

Impasto con blend di Tipo 1 macinata a pietra e 0 macinata a cilindri e una lievitazione di 36/48 ore.

Antonio Mascia ha messo a confronto un classico romano, la Gricia (8,50 €) con pecorino romano DOP, pepe nero, guanciale affumicato, olio evo e la napoletana Ragù (8,50 €) con ragù tradizionale napoletano, fior di latte di Agerola, Parmigiano Reggiano DOP, olio evo e basilico.

Tra le creative ecco la Cetarese (9 €) con san Marzano DOP, pacchetelle gialle del Vesuvio, pachetelle del piennolo, pomodorini di Corbara, alici di Cetara, olive nere caiazzane, origano, olio evo. Per contrastare i sapori forti delle alici e delle olive si è pensato di utilizzare 4 tipologie di pomodoro.

Tra le classiche, la Carrettiera (9 €) con salsiccia di maialino nero casertano, provola di Agerola, friarelli, Parmigiano Reggiano DOP, olio evo.

Capitolo prezzi

  • Fritti 2,5 €
  • Taglieri salumi per due 16 €
  • Taglieri salumi e formaggi per due 18 €
  • Pizze classiche tra 5 e 9 €
  • Pizze della tradizione 8,5 €
  • Pizze creative tra 8 e 11 €
  • Dolci (della pasticceria Di Costanzo), 5 €

Pizza Social Lab Brasserie. Via Corrado Barbagallo, 115/b. Napoli. Tel. +390817629023

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui