Ravioli ripieni di cernia, la ricetta stellata dalla Sicilia

Tempo di lettura: 2 min

I Raviolini alla curcuma con cernia e finocchietto selvatico sono stati presentati alla cena evento “Etna Chic & Chef” dallo chef Pietro D’Agostino, 1 stella Michelin de La Capinera di Taormina.

Una ricetta da rifare a casa che sarà perfetta per la tavola delle feste durante il pranzo di Natale o il cenone di Capodanno.

Seguiteci e prendete nota.

Raviolini alla curcuma con cernia e finocchietto selvatico

Ingredienti per la pasta fresca

  • 200 g di farina di grano tenero
  • 200 g di farina di grano duro
  • 4 uova intere di media grandezza

Ingredienti per il ripieno

  • 300 g di cernia a filetto
  • 100 g di patate di Giarre
  • 80 g di finocchietto selvatico 
  • 1 cipolla bianca
  • 1 dl di olio extravergine di oliva 
  • sale e pepe q.b.

Ingredienti per la salsa ai crostacei e molluschi

  • 400 g di bisque di crostacei misti
  • 100 g di seppie fresche
  • 1 spicchio di aglio di Nubia
  • 1 dl. olio extravergine di oliva

Procedimento

Per prima cosa preparate la pasta fresca. Impastate le due farine con le uova, formate un panetto e fatelo riposare fino al momento di utilizzarlo.

Per il ripieno fate rosolare la cipolla con olio e finocchietto, aggiungete il pesce già pulito e fate cuocere per 10 minuti. Aggiungete le patate lessate precedentemente e passate al setaccio, insaporite con sale e pepe e mettete in una tasca da pasticceria.

Stendete la pasta all’uovo finemente e ritagliatela con un anello in metallo, richiudete a forma di cappelletto e cuocete in acqua salata.

Preparate un fondo con l’aglio e olio, aggiungete le seppie e la bisque di crostacei, lasciate cuocere e passate al mixer ad immersione.

Adagiate la salsa sul fondo del piatto, unite la pasta fresca saltata con poco olio e basilico, decorate con fiori eduli oppure con germogli di piselli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui