Milano. La quarta pizzeria Berberè aperta con la birra Mikkeller

Pizzerie

Era da un po’ che non mangiavo le pizze di Berberè: eccomi quindi nella nuova pizzeria aperta a Milano all’inizio del corso di Porta Ticinese che offre la possibilità di assaggiare le birre di Mikkeller, birrificio artigianale danese (ma a diffusione internazionale) presente con il suo bancone all’interno della pizzeria.

Diciamolo subito: le pizze di Berberè sono in gran forma, impasto perfetto, ben cotto, in tutte le sue varie composizioni, ottimi gli ingredienti dei topping, o farciture che dir si voglia.  

E le birre di Mikkeller costituiscono un loro degno accompagnamento, a partire dalla prima che ho assaggiato, Hallo Ich Bin Berliner Weisse Raspberry (indovinato: l’ho scelta per manifesto romanticismo molesto), una Berliner Weisse con lamponi, “facile da bere, freschissima” (3.7%, 4 € piccola, 6 € grande).

Era la presenza del birrificio la novità annunciata e – dopo avere assaggiato 3 o 4 birre – devo dire che è una bella novità. Dieci birre in carta, 5 fisse e 5 a rotazione, di questo che è stato uno dei pionieri dei birrifici artigianali in Europa.

Ma ritorniamo a Berberè. Questo ennesimo locale, quarta apertura su Milano, dodicesima del brand creato 10 anni fa, è come gli altri: uguale, si riconosce la facies Berberè, ma diverso, con un suo design, anche a prescindere dal bancone del bar-birreria, separato da quello della pizzeria, come sempre completamente a vista.

Uguale anche il menu, ma diverso: qui ci sono infatti anche le pizze fritte, assenti altrove. Ci sono a Roma e verranno inserite in menu anche a San Frediano, Firenze, e a Castel Maggiore, Bologna, dove gli spazi lo consentono.

Ecco alcune pizze. Stracciatella e prosciutto crudo di Norcia (4 €), pomodoro mozzarella di bufala acciughe origano (4 €), pomodoro, parmigiano e basilico (3 €).

Buone, fragranti, saporite come la prima volta che le ho assaggiate, nel primo locale meneghino all’Isola.

La zucca e funghi, con taleggio fiordilatte e peperoncino (11 €), è ottima: alla serata di presentazione è stata una delle mie preferite. Le pizze uscivano una dopo l’altra in spicchi da degustazione, per cui non riesco a fare il calcolo esatto, ma penso di averne mangiata almeno una intera. O due.

Ottima la margherita (7,80 €), quella con la ‘nduja (9,50 €) – insomma, mi sono piaciute tutte.

Il locale è all’inizio di corso di Porta Ticinese, all’1, dove c’era Donna Sophia.

Un sacco di gente alla serata di presentazione –con i fratelli Aloe che sembrava stessero già pensando alla prossima pizzeria da aprire.

Berberè Colonne. Corso di Porta Ticinese, 1. Milano. Tel. +39 0249784877.

[Immagini: Berberè, Bruno Gallizzi, iPhone Emanuele Bonati]




Di Emanuele Bonati

Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.