Guida Michelin 2021: seconda stella per il ristorante Da Vittorio a Shanghai

Da Vittorio a Shanghai, il primo ristorante in Cina della famiglia Cerea, ottiene la seconda stella Michelin a poco più di un anno dall'apertura

Tempo di lettura: 5 minuti

Il ristorante Da Vittorio Shanghai, aperto poco più di un anno fa, ha ricevuto la prima stella Michelin a soli tre mesi dall’apertura. E quest’anno è già arrivata la seconda stella, assegnata al locale affacciato sullo skyline del Bund nel corso della presentazione dell’edizione 2021 della Rossa.

Un risultato straordinario, viste le tempistiche e la situazione generale della ristorazione, causa pandemia. Un buon auspicio per i Cerea, che stanno lavorando a un nuovo locale proprio a Shanghai.

Per i matematici: sì, la famiglia Cerea arriva con questo riconoscimento a 7 stelle Michelin complessive. Da Vittorio a Brusaporto, la casa madre, ne ha 3, e altre due sono state conquistate quest’anno con il ristorante di St Moritz.

Un premio alla squadra di Da Vittorio a Shanghai

da vittorio shanghai team

La prima cosa che si nota leggendo il comunicato stampa è il riconoscimento alla squadra che lavora a Shanghai, composta da 70 elementi. 

Se l’anno scorso la prima stella, a soli tre mesi dall’apertura, ci aveva felicemente sconvolto, oggi questo secondo riconoscimento ci rende ancora più felici. Soprattutto a margine di un anno così complicato come quello che abbiamo vissuto. Un applauso va a Stefano e a tutti i ragazzi della brigata, perché il loro lavoro nel trasmettere la filosofia di Da Vittorio anche al di fuori dei confini europei è stato eccezionale. L’annuncio è stato emozionante per tutti noi.”

Queste le parole della famiglia Cerea. Che vanno a premiare l’impegno di tutti quanti.

da vittorio shanghai stefano bacchelli

A partire dallo chef Stefano Bacchelli, toscano, classe 1987, executive chef del locale in Engadina e poi qui a Shanghai. 

In sala c’è Enrico Guarnieri, bergamasco, trentenne, Miglior Emergente di Sala nel 2018, quando era Chef de Rang a Brusaporto. 

Altri italiani in squadra sono il sous chef Francesco Bonvini, il pastry chef Frederic Jaros e la front office manager Anna Rota

Ma altrettanto importante è il contributo del team locale, composto tra gli altri dal general manager Levi Fu, il sous chef Tom Yuan, il panetterie Tony Tan, il maître Peter Tian, i sommelier Declan Tang ed Emanuele Restelli

Dopo la chiusura per il capodanno cinese, prolungata fino al 9 febbraio,  a Shanghai non c’è stato lockdown, e a marzo il ristorante ha ripreso l’attività. Lo staff italiano, tornato in patria, è rientrato dall’Italia a metà marzo e ha ripreso servizio a fine mese, dopo la quarantena. Il ristorante, intanto, aveva già visto risalire il numero dei coperti. 

Tutte le stelle della Guida Michelin Shanghai 2021

riccardo la perna umberto bombana otto e mezzo shanghai

Riportiamo di seguito l’elenco di tutte le 43 stelle Michelin Shanghai 2021. Da segnalare, oltre all’unico tristellato, l’Ultraviolet di Paul Poiret, le stelle italiane: Da Vittorio**, Otto e Mezzo Bombana**, e Il Ristorante Niko Romito*. Da segnalare anche il Piatto Michelin assegnato al Parco della Majella, ristorante di cucina abruzzese aperto nel 2004.

3 stelle Michelin

Ultraviolet by Paul Pairet

2 stelle Michelin

  • Bao Li Xuan (New Entry) 
  • Canton 8 (Runan Street) 
  • Da Vittorio (New Entry
  • Imperial Treasure Fine Chinese Cuisine (Huangpu) 
  • Ji Pin Court 
  • L’Atelier de Joël Robuchon 
  • 8 ½ Otto e Mezzo Bombana 
  • Taian Table 
  • Xin Rong Ji (Nanyang Road) 
  • YongFoo Élite

1 stella Michelin

  • Amazing Chinese Cuisine (Changning) 
  • Canton Table (New Entry)
  • Cheng Long Hang (Huangpu) 
  • Da Dong (Xuhui) 
  • Da Dong (Jingan) 
  • Fu He Hui 
  • Il Ristorante – Niko Romito 
  • Jade Mansion 
  • Jean Georges 
  • Jin Xuan 
  • Lao Zheng Xing (Huangpu) 
  • Le Comptoir de Pierre Gagnaire 
  • Le Patio & La Famille (Huangpu) 
  • Lei Garden (Pudong) 
  • Lei Garden (Xuhui) 
  • Maison Lameloise 
  • Meet The Bund (New Entry)
  • Ming Court 
  • Moose (Changning) 
  • Moose (Pudong) 
  • Phénix 
  • Ren He Guan (Zhaojiabang Road) (New Entry)
  • Seventh Son (Jingan) 
  • Shang-High Cuisine 
  • Sir Elly’s 
  • T’ang Court 
  • Tea Culture (East Beijing Road) (New Entry)
  • Xin Rong Ji (West Nanjing Road) 
  • Yi Long Court 
  • Yong Fu 
  • Yong Yi Ting 
    Yu Zhi Lan 

Da Vittorio: un mondo di eccellenza

da vittorio shanghai sala

Da Vittorio Shanghai (foto) fa parte il sistema “Da Vittorio” creato dalla famiglia Cerea. Che parte dalle insegne stellate di Brusaporto e St. Moritz, ma comprende anche altri locali e attività.

La Pasticceria Cavour, a Bergamo Alta, che tra poco sarà arricchita dall’apertura della Locanda Cavour, una nuova struttura ricettiva.

Il Vicook Restaurant & Bistrò all’interno della Villa Reale di Monza, La Dimora, locanda di charme del circuito Relais&Chateaux, l’esperienza di pop-up restaurant DaV Cantalupa.

A cui si aggiungono le consulenze per la Terrazza Gallia dell’Excelsior Hotel Gallia a Milano e ora Il Carpaccio all’interno de Le Royal Monceau-Raffles a Parigi, la gestione dei servizi di ristorazione dell’Allianz Stadium e la realizzazione di gifts e specialità alimentari che, nelle loro eleganti confezioni, raggiungono ogni parte del mondo.

Da Vittorio Shanghai. Third Floor, Building N. 3. 600 Zhongshan Road East N.2 Shanghai. Tel. +86 2163302198.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui