Linguine olive e capperi, la ricetta del piatto che salva sempre il Natale

Le linguine con le olive e i capperi è un piatto tipico napoletano che le famiglie del popolo preparavano al posto degli spaghetti a vongole

La mia personale marcia di avvicinamento al Natale, rectius, alla tavola delle feste è iniziata con gli spaghetti alle vongole e continua con le linguine olive e capperi.

Un tuffo nella tradizione avviato con Lino Scarallo, chef stella Michelin del ristorante Palazzo Petrucci di Napoli. Che ha dato una mano a me e spero a voi per partecipare al contest della Guida Michelin. A breve conosceremo i vincitori, come il 25 novembre conosceremo le nuove stelle 2021.

Ma sto divagando e ritorno al tema del Natale e delle linguine olive e capperi. Un piatto tipico napoletano e davvero speciale.

Sì, perché è un piatto tradizionale che ha salvato sempre il Natale. Il che, in area nuovo Dpcm e zone rosse-arancioni-gialle che mettono a rischio il cenone, è un toccasana.

Direi anche una manna piovuta dal cielo.

Perché le linguine olive e capperi salvano il Natale

Storicamente le linguine auliv’ e chiappariell’ sono sempre venute in soccorso del popolino (politically correct: classi sociali meno agiate) proprio nella sera del cenone di Natale o di Capodanno.

A Napoli come in altre parti d’Italia – e oserei azzardare del mondo – vi è l’uso di preparare gli spaghetti a vongole per il 24 e il 31 dicembre. Che hanno un unico problema oltre a quelli di evitare di rendere gommosi i frutti di mare. Le vongole sono costose e non tutti potevano permetterseli.

E allora per festeggiare il Natale, ecco il succedaneo delle linguine.

Ora ovviamente non c’entrano un beneamato babà (sempre da tradizione partenopea) con i molluschi. Né con i più recenti upgrade delle linguine che dallo scoglio sono diventate all’astice.

No, le linguine olive e capperi hanno una loro matrice super popolare, ma se fatte bene le rendono un piatto avvincente. Tant’è che vanno in subordine alle vongole solo perché siamo avviluppati dalla tradizione costi quel che costi.

Ma io vi confesso che un piatto di linguine lo preparo in mezzo alle feste.

E per questo l’ho richiesto a Lino Scarallo. Un ripasso fa sempre bene.

Voi fate attenzione agli ingredienti. Devono essere super.

Gli ingredienti

Non si transige sul formato di pasta: linguine sono e linguine devono essere. E non cercate di fregare utilizzando gli spaghetti in assonanza con le vongole. Non funziona.

Pomodori che non sono citati nel titolo della ricetta ma sono imprescindibili. E poiché siamo a Natale, trattasi di piennolo del Vesuvio che da solo fa mezza aria natalizia insieme ai meloni invernali, all’uva, ai fichi e allo spasso. Oltre che al tacchino, al brodo e a tante altre cose.

Olive. Qui non si scherza. Per il Napoletano Verace l’oliva può essere solo di Gaeta, nera e gustosa.

Capperi. Di Salina, che lo chiedete a fare? Anche se in verità noi ci divertivamo a raccogliere i capperi lungo i muretti della costiera amalfitana e cilentana. Insomma, trovateli buoni.

E seguite la ricetta che è davvero facile.

La ricetta delle linguine con olive e capperi

Ingredienti per 4 persone

350 g linguine di Gragnano
200 g pomodori del piennolo del Vesuvio
120 g olive nere di Gaeta
50 g capperi di Salina
Olio extravergine di oliva
2 spicchi di aglio
Prezzemolo
Sale

Procedimento

In una padella capiente fate soffriggere l’olio extravergine di oliva con l’aglio.

Appena si fa biondo, aggiungete i capperi dissalati, le olive nere precedentemente snocciolate e i pomodori tagliati a 4.

Aggiustate di sale avendo cura di ricordare che i capperi e le olive già hanno la loro sapidità che arriverà nella salsa.

Lasciate cuocere per una decina di minuti.

In una pentola con abbondante acqua salate cuocete le linguine per circa 9-10 minuti.

Scolate e mantecate con la salsa aggiungendo una manciata di prezzemolo e un filo di olio extravergine di oliva.

Impiattate, aggiungete un filo di olio e servite le linguine calde.

Linguine olive e capperi

La ricetta del piatto tipico napoletano a Natale
Preparazione15min
Cottura15min
Tempo totale30min
Portata: Primo piatto
Cucina: Italiana
Keyword: lezioni di pasta, linguine, pasta, ricette delle feste

Equipment

  • padella
  • pentola
  • mestolo
  • forchettone

Ingredienti

  • 350 g linguine di Gragnano
  • 200 g pomodori del piennolo del Vesuvio
  • 120 g olive nere di Gaeta
  • 50 g capperi di Salina
  • Olio extravergine di oliva
  • 2 spicchi aglio
  • Prezzemolo
  • Sale

Istruzioni

  • In una padella capiente fate soffriggere l’olio extravergine di oliva con l’aglio.
  • Appena si fa biondo, aggiungete i capperi dissalati, le olive nere precedentemente snocciolate e i pomodori tagliati a 4.
  • Aggiustate di sale avendo cura di ricordare che i capperi e le olive già hanno la loro sapidità che arriverà nella salsa.
  • Lasciate cuocere per una decina di minuti.
  • In una pentola con abbondante acqua salate cuocete le linguine per circa 9-10 minuti.
  • Scolate e mantecate con la salsa aggiungendo una manciata di prezzemolo e un filo di olio extravergine di oliva.
  • Impiattate, aggiungete un filo di olio e servite le linguine calde.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui