ramen ricetta tradizionale

Ramen, ricetta tradizionale del piatto giapponese da fare a casa

Il ramen nella versione originale e tipica della cucina giapponese in una ricetta da fare a casa con il brodo, l'uovo marinato e gli spinaci

Ricette

Il ramen dal ristorante a casa. Con il delivery e con una ricetta. È quello di UMI, ristorante che nasce nel cuore di Salerno – lì dove sorgeva lo storico bar Nazionale per gli autoctoni – in pieno lockdown prenatalizio.

Ma conquista subito la città con la proposta delivery e apre le porte del suo bel locale nei periodi in cui le norme anti pandemia hanno consentito l’apertura a pranzo.

Umi ristorante giapponese Salerno

Dal menu è evidente che il concept di Umi mira a far conoscere una cucina autentica giapponese, fatta di piatti poco conosciuti rispetto al noto sushi.

Su questa scia ha innovato la propria proposta delivery che consente di degustare il ramen a casa (e qui avete una ricetta “napoletana”).

Cos’è il ramen

ramen

Il ramen secondo alcune fonti, a differenza di quanto si possa pensare, è un piatto di origine cinese. E se la storia è controversa, l’etimologia della parola forse lo è ancora di più. Quattro le teorie sul tavolo:

  1. la prima sostiene che la parola “ramen” sia la pronuncia giapponese del cinese 拉麺 (la mian), che significa “tagliatelle tirate a mano”.
  2. la seconda teoria riporta come forma originale 老麺 (laomian), cioè “tagliatelle antiche”;
  3. la terza racconta che inizialmente i ramen fossero tagliatelle cotte in una salsa ricca di amido (鹵麺 – lāomiàn).
  4. la quarta e ultima teoria racconta che l’origine del nome sia da attribuire alla parola 撈麵 (lo mein) che significa “mescolare”: in questo caso, il riferimento sarebbe al modo con cui le tagliatelle vengono mescolate con la salsa.

Rimarremo nel dubbio sulla storia e sulle origini, ma qui una rivelazione la abbiamo grazie ad UMI. Ed è la ricetta per fare il ramen a casa. Almeno per voi che siete lontani da Salerno.

La ricetta tradizionale del ramen

ramen

Ingredienti per 5 porzioni

Ingredienti per il brodo

1 kg ossa di maiale
1 kg ossa di pollo
4 carote
3 cipolle
1 porro
1 radice zenzero (grandezza media)
2 coste sedano
5 spicchi aglio

Ingredienti per la marinatura dell’uovo

300 ml soia
300 ml acqua
120 g zucchero

Per la soia

200 ml soia
50 ml mirin
3 fettine zenzero
2 spicchi aglio

Per finire il piatto

30 g spinaci
1 uovo marinato
3 ml olio al sesamo
250 g pasta ramen
1 fetta pancia di maiale
Negie (parte verde del cipollotto)
Olio al sesamo

Come preparare il ramen

Armiamoci di pazienza e passione per una preparazione che dura 2 giorni.

Iniziamo lavando le ossa di maiale e di pollo per 40 minuti in acqua e ghiaccio per togliere tutte le impurità in eccesso.

Nel frattempo tagliamo tutte le verdure grossolanamente, tranne l’aglio (che andrà aggiunto dopo) e iniziamo a tostarle piano piano in una pentola dove andremo a fare il brodo.

Una volta pulite le ossa, impostiamo il forno alla massima temperatura dove verranno tostate le ossa per togliere il grasso in eccesso e per conferirgli un sapore croccante.

Una volta compiuta la tostatura, aggiungiamo le ossa alle verdure e copriamo il tutto con acqua fredda e facciamo iniziare a bollire a fuoco vivo.

La marinatura dell’uovo

Quando inizia a bollire, abbassiamo la fiamma e iniziamo a pulire il brodo dalle impurità. Facciamo bollire il brodo per 8 ore avendo cura di controllarlo costantemente.

In questo lasso di tempo possiamo iniziare a preparare le marinatura delle uova, mettendo la soia, l’acqua e lo zucchero in un pentolino che porteremo ad ebollizione e spegnendo subito il fuoco.

Mettiamo l’acqua a bollire in una pentola. Cuociamo le uova per 6 minuti e raffreddiamole subito in acqua e ghiaccio.

Dopo averle raffreddate e sbucciate, mettiamo le uova a marinare per 24 ore.

Prepariamo la soia alleggerita per il nostro ramen. In un pentolino aggiungiamo la soia e il mirin e portiamo a bollore per poi spegnere subito.

Trascorse le 8 ore di preparazione del brodo, abbiamo terminato la complessa e lunga preparazione.

Possiamo quindi assemblare il nostro ramen.

Mettiamo l’acqua a bollire in una pentola per cuocere il ramen. E in un’altra pentola mettiamo il brodo a bollire.

In un padellino caldo scottiamo la pancia di maiale leggermente condita con sale zenzero grattugiato.

Quando l’acqua inizia a bollire e il brodo è ben caldo, cuociamo la pasta.

Composizione del piatto

Componiamo il piatto.

Inseriamo il ramen, mettiamo poca soia alleggerita, la pasta, il brodo, gli spinaci a crudo, la pancia di maiale, l’uovo marinato e terminiamo con olio al sesamo e negi tagliato sottile.

Ora non vi resta che godervi questo fantastico ramen.

Umi ristorante giapponese. Via Roma, 17. Salerno. Tel. +390899433538

Ramen

La ricetta originale del piatto giapponese
Preparazione1 d
Cottura8 h
Portata: Lievitato
Cucina: Giapponese
Keyword: brodo, ramen, uova
Porzioni: 5

Equipment

  • pentole

Ingredienti

Ingredienti per il brodo

  • 1 kg ossa di maiale
  • 1 kg ossa di pollo
  • 4 carote
  • 3 cipolle
  • 1 porro
  • 1 radice zenzero grandezza media
  • 2 coste sedano
  • 5 spicchi aglio

Ingredienti per la marinatura dell’uovo

  • 300 ml soia
  • 300 ml acqua
  • 120 g zucchero

Per la salsa di soia

  • 200 ml soia
  • 50 ml mirin
  • 3 fettine zenzero
  • 2 spicchi aglio

Per finire il piatto

  • 30 g spinaci
  • 1 uovo marinato
  • 3 ml olio al sesamo
  • 250 g pasta ramen
  • 1 fetta pancia di maiale
  • Negie parte verde del cipollotto
  • Olio al sesamo

Istruzioni

  • Iniziamo lavando le ossa di maiale e di pollo per 40 minuti in acqua e ghiaccio per togliere tutte le impurità in eccesso.
  • Nel frattempo tagliamo tutte le verdure grossolanamente, tranne l’aglio (che andrà aggiunto dopo) e iniziamo a tostarle piano piano in una pentola dove andremo a fare il brodo.
  • Una volta pulite le ossa, impostiamo il forno alla massima temperatura dove verranno tostate le ossa per togliere il grasso in eccesso e per conferirgli un sapore croccante.
  • Una volta compiuta la tostatura, aggiungiamo le ossa alle verdure e copriamo il tutto con acqua fredda e facciamo iniziare a bollire a fuoco vivo.
  • Quando inizia a bollire, abbassiamo la fiamma e iniziamo a pulire il brodo dalle impurità. Facciamo bollire il brodo per 8 ore avendo cura di controllarlo costantemente.
  • In questo lasso di tempo possiamo iniziare a preparare le marinatura delle uova, mettendo la soia, l’acqua e lo zucchero in un pentolino che porteremo ad ebollizione e spegnendo subito il fuoco.
  • Mettiamo l’acqua a bollire in una pentola. Cuociamo le uova per 6 minuti e raffreddiamole subito in acqua e ghiaccio.
  • Dopo averle raffreddate e sbucciate, mettiamo le uova a marinare per 24 ore.
  • Prepariamo la soia alleggerita per il nostro ramen. In un pentolino aggiungiamo la soia e il mirin e portiamo a bollore per poi spegnere subito.
  • Trascorse le 8 ore di preparazione del brodo, abbiamo terminato la complessa e lunga preparazione.
  • Possiamo quindi assemblare il nostro ramen.
  • Mettiamo l’acqua a bollire in una pentola per cuocere il ramen. E in un’altra pentola mettiamo il brodo a bollire.
  • In un padellino caldo scottiamo la pancia di maiale leggermente condita con sale zenzero grattugiato.
  • Quando l’acqua inizia a bollire e il brodo è ben caldo, cuociamo la pasta.
  • Componiamo il piatto.
  • Inseriamo il ramen, mettiamo poca soia alleggerita, la pasta, il brodo, gli spinaci a crudo, la pancia di maiale, l’uovo marinato e terminiamo con olio al sesamo e negi tagliato sottile.

Di Eugenia Rocco

Sono nata a Salerno e vivo e lavoro a Milano. Amo vivere e condividere esperienze di cibo e di vino. Non avrei mai pensato di scriverne, ma la pancia è più forte della testa!