Braciole di pesce spada alla messinese. La ricetta del piatto tipico siciliano

Le braciole o involtini di pesce spada sono una ricetta diffusa a Messina. Molto semplice da preparare, ma attenzione al taglio del pesce

Tra le ricette che stanno a cuore a tutti i messinesi c’è quella delle braciole di pesce spada.

Pesce pescato nello Stretto di Messina con la caratteristica imbarcazione chiamata Feluca, che si compone di un alto traliccio e da una passatoia. Dall’alto i marinai di vedetta avvistano il pesce spada. Dalla passatoia, larga poco più di un metro e lunga circa una volta e mezzo l’imbarcazione, c’è il fiociniere che cattura la preda. 

Sono tante le ricette – dagli antipasti, ai primi, ai secondi – realizzate con il pesce spada dello Stretto. Ma il piatto della tradizione più amato è rappresentato dalle braciole.

Le braciole non sono altro che piccoli involtini ripieni di un composto preparato con pangrattato, formaggio grattugiato, olio extravergine di oliva e aromatizzato a piacere con aglio, prezzemolo, pinoli, uva passa e capperi.

Sono un’autentica delizia.

Requisito fondamentale è avere il giusto taglio di pesce. Il pesce spada deve essere tagliato sottile quanto basta per non rompersi.

Il mio consiglio è di acquistare in pescheria il pesce pronto per realizzare le braciole. Basterà poco più di una mezz’ora per preparare la farcia, realizzare gli involtini, arrostirli e portare in tavola questa prelibata ricetta messinese.

La ricetta delle braciole di pesce spada alla messinese

Ingredienti per 4 stecche di braciole

600 g pesce spada tagliato a fettine sottili
150 g pangrattato
50 g parmigiano grattugiato
70 g caciocavallo 
1 cucchiaio uva passa

Prezzemolo
1 cucchiaio capperi di Salina

Olio extravergine di oliva
1 cucchiaio pinoli
Sale
Pepe

Procedimento

Per prima cosa preparo la farcia per le braciole.

Mescolo il pangrattato con il formaggio. Trito i pinoli, i capperi dissalati, il prezzemolo e l’uvetta ammollata e strizzata e la aggiungo al pangrattato. Regolo di sale e pepe. Verso a filo olio extravergine di oliva quanto basta per amalgamare il composto. 

Adagio le fettine di pesce spada su un piano, le salo leggermente e le dispongo al centro un mucchietto di pangrattato aromatizzato. Avvolgo il pesce spada ripiegando anche i lembi laterali e infilzo le braciole così ottenute con gli spiedini. A piacere, spennello le braciole con olio e le passo nel pangrattato. 

La cottura ideale per questa specialità messinese è alla brace. In alternativa potete utilizzare una piastra di ghisa o cuocerle in forno con poco olio a 180°C per circa 20 minuti. 

La variante alla ghiotta

A Messina si usa anche anche cucinare le braciole di pesce spada a ghiotta, prendendo spunto dalla ricetta dello stoccafisso.

Per prepararle a ghiotta, scaldate l’olio in un tegame con cipolla tritata, sedano a pezzetti, capperi e olive verdi.

Aggiungete la passata di pomodoro e fate cuocere per circa 30 minuti.

A questo punto unite anche le braciole e fate cuocere nel sugo per circa 15 minuti.

Completate il piatto con del basilico fresco. 

Braciole di pesce spada

La ricetta del piatto tipico di Messina
Preparazione10min
Cottura20min
Tempo totale30min
Portata: Secondo piatto
Cucina: Italiana
Keyword: pesce

Equipment

  • boule
  • teglia
  • piastra

Ingredienti

  • 600 g pesce spada tagliato a fettine sottili
  • 150 g pangrattato
  • 50 g parmigiano grattugiato
  • 70 g caciocavallo
  • 1 cucchiaio uva passa
  • Prezzemolo
  • 1 cucchiaio capperi di Salina
  • Olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio pinoli
  • Sale
  • Pepe

Istruzioni

  • Per prima cosa preparo la farcia per le braciole.
  • Mescolo il pangrattato con il formaggio. Trito i pinoli, i capperi dissalati, il prezzemolo e l’uvetta ammollata e strizzata e la aggiungo al pangrattato. Regolo di sale e pepe. Verso a filo olio extravergine di oliva quanto basta per amalgamare il composto.
  • Adagio le fettine di pesce spada su un piano, le salo leggermente e le dispongo al centro un mucchietto di pangrattato aromatizzato. Avvolgo il pesce spada ripiegando anche i lembi laterali e infilzo le braciole così ottenute con gli spiedini. A piacere, spennello le braciole con olio e le passo nel pangrattato.
  • La cottura ideale per questa specialità messinese è alla brace. In alternativa potete utilizzare una piastra di ghisa o cuocerle in forno con poco olio a 180°C per circa 20 minuti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui