Pastiera napoletana con la ricotta di bufala: la ricetta di Giuseppe Iannotti

La ricetta tradizionale della pastiera napoletana impone l'utilizzo della ricotta di mucca e di pecora. Ma c'è chi mette la ricotta di bufala

Nella pastiera napoletana, lo sapete, ci va solo grano cotto e ricotta. A tacere delle variazioni con la crema pasticcera, che per alcuni sono vera e propria blasfemia, la differenza la fa proprio la ricotta.

Gli amanti dello strong che si rifanno alla tradizione di campagna vi diranno che ci vuole la ricotta di pecora.

ricotta di bufala

Troppo forte per i palati moderni che suggeriranno l’equilibrio perfetto con un fifty fifty tra ricotta di pecora e ricotta vaccina.

Giuseppe Iannotti

Poi c’è la nouvelle vague impersonata da chef come Giuseppe Iannotti che utilizza la ricotta di Bufala Campana DOP, marchio registrato e protetto dal consorzio parente di quello della mozzarella. Che va premiata non solo per un gusto marcato e leggero ma anche come ottima soluzione per evitare che i consumi di mozzarella facciano propendere per la congelata. Questa sì variante veramente blasfema.

Giuseppe Iannotti prepara la sua pastiera per la carta delivery del progetto 8pus che voi avete conosciuto. La sua pastiera è in vendita a 35 € e disponibile per la consegna a domicilio.

ricotta

Potete prepararla anche a casa seguendo le istruzioni dello chef stellato. Ma attenzione, Iannotti utilizza ingradienti – è il caso di dirlo – come il burro di Isigny, le bacche di vaniglia, le uova freschissime, le bacche di vaniglia. E appunto la ricotta di bufala dop.

Tutti elementi che alzano la qualità della sua pastiera napoletana nouvelle vague.

Se non riuscite a reperire gli ingredienti proposti o volete essere sicuri del risultato, la cosa più facile è fare click sul sito di shopping e farvela mandare a casa.

La ricetta della pastiera napoletana con la ricotta di bufala

pastiera napoletana ricotta di bufala

Per il grano

840 g grano cotto
270 g latte
180 g zucchero semolato
25 g burro di Isigny
2 bacche vaniglia bourbon
35 g pasta arancia
25 g pasta limone

Per la farcitura con la ricotta

1 kg ricotta di Bufala Campana DOP
620 g zucchero semolato
10 uova
1 bacca vaniglia Bourbon
25 g pasta arancia
25 g pasta limone

Per la pasta frolla

1 kg farina per frolla
420 g burro di Isigny
380 g uova intere

380 g zucchero
3 g sale Maldon
1 bacca vaniglia Bourbon

Procedimento

Iannotti

In una pentola mettete il grano con latte, burro e aromi e lasciate cuocere a fiamma bassa fino a raggiungere la densità di una crema.

Aggiungete 200 g di zucchero e continuate la cottura per altri 10 minuti.

Lasciate a raffreddare.

Mettete gli ingredienti della farcitura della ricotta in una boule e mescolate. Quando il grano è raffreddato, unite al composto di ricotta.

Intanto preparate la pasta frolla.

Mescolate burro e zucchero, unite le uova, aggiungete aromi e farina e impastate non a lungo. Avvolgete in pellicola e lasciate riposare.

Imburrate la tortiera, stendete la pasta frolla e coprite tutta la tortiera fino al bordo.

Versate il composto fornato dal grano e la ricotta.

Tirate le strisce per decorare la parte superiore della pastiera adagiandole a rombo sulla farcitura.

pastiera napoletana ricotta di bufala

Cuocete in forno la pastiera con ricotta di bufala per 50 minuti a 180°C e comunque fino a doratura della superficie e delle strisce.

5 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui