60 ristoranti di Roma all’aperto che riaprono sicuramente lunedì 26 aprile

I ristoranti di Roma all’aperto possono riaprire sia a pranzo che a cena da lunedì 26 aprile. Dopo tanti mesi in cui l’unica sicurezza era la crisi del settore, finalmente i ristoranti di Roma escono dal buio dei lockdown e riaprono le porte al pubblico seppure solo se attrezzati con i dehors. E fino alle 22.

Non è scontato che un’attività possa sopravvivere al blocco forzato che si è prolungato senza una programmazione precisa. E l’elenco che segue non pretende di enumerare tutti i ristoranti che riaprono a Roma, ma quelli che hanno già confermato la ripresa del servizio al tavolo. Quindi dove poter andare senza sorprese e cercare di lasciarsi alle spalle questo lungo inverno di asporti e delivery.

Di seguito i primi 60, tra fine dining, pizzerie, osterie e stelle Michelin, democraticamente in ordine alfabetico, nella speranza che se ne uniscano molti altri.

1. Ristoranti di Roma all’aperto: 47 Circus Roof Garden

Ristoranti di Roma all'aperto: 47 Circus

Il rooftop dell’Hotel FortySeven, affacciato sul Tempio di Ercole Vincitore e piazza della Bocca della Verità riapre lunedì 26 le porte agli ospiti non soggiornanti. Ai tavoli con vista del 47 Circus c’è chef Antonio Gentile, reduce dai 5 anni al Red Fish di Ostia. Cucina a tinte mediterranee, tecnica e attenzione alla materia prima, leggerezza e cura nelle presentazioni per un’esperienza gastronomica gratificante e soprattutto divertente.

47 Circus Roof Garden. Via Luigi Petroselli, 87, Roma. Tel. 3480162378

2. Ristoranti di Roma all’aperto: Adelaide

Ristoranti di Roma all'aperto: Adelaide

Dopo la proclamazione capitale della cultura della sua natale Procida, chef Gabriele Muro ha un nuovo motivo di gioia, la riapertura di quel gioiellino di gusto e stile che è Adelaide. I tavoli disponibili occupano il giardino d’inverno, raccolto e verdissimo, nel segreto di palazzo Borghese..

Adelaide. Via dell’Arancio 69. Roma. Tel +3906878187

3. Ristoranti di Roma all’aperto: Agrodolce

Ristoranti di Roma all'aperto: Agrodolce

Reduce dall’onore delle cronache, il ristorante di Antonio Russo e Maria Soldatova a Fontana di Trevi non si può proprio dire che riapra: non ha effettivamente mai chiuso, ma ha optato per una resistenza passiva, accettando le multe (e avvertendo la clientela), pur di non spegnere i fuochi. Dal 26 viene meno la componente anarchica e rientrerà nei ranghi dei locali del centro storico miracolati da un dehors che quindi possono riprendere l’attività come da decreto del Governo.

Agrodolce. Via dei Crociferi 25. Roma. Tel. +39066788251

4. Alfredo alla Scrofa

Ristoranti di Roma all'aperto: Alfredo alla Scrofa

Riapre nella piazzetta Alfredo alla Scrofa, il pittoresco dehors nel cuore del centro storico, estensione del locale celebre per le sue fettuccine. Lo chef Mirko Moglioni si prepara alla stagione con una nuova formula aperitivo composta da assaggini studiati per l’abbinamento ai cocktail esclusivi ideati dal restaurant manager Carlo Paragona. Il servizio è garantito ogni giorno dalle 12:30 alle 16 e dalle 18:00 alle 22:00.

Alfredo alla Scrofa. Via della scrofa, 104/a. Roma. Tel. +390668806163

5. Ristoranti di Roma all’aperto: Anvedi

Ristoranti di Roma all'aperto: Anvedi

Romanesca ancor più che romana l’atmosfera di Anvedi, osteria tradizionale a Casal Palocco che recupera la porzione da camionista, abbondante, calda e avvolgente come l’abbraccio di nonna. La ‘cofana del pasta’ e la ‘rota de pizza’ come simbolo di una ristorazione conviviale e allegra, per grandi e bambini, per momenti goliardici sostenuti da materie prime di qualità, come la pasta di Mauro Secondi.

Anvedi. Via dei Pescatori, 495. Roma. Tel. +39065212824

6. Ristoranti di Roma all’aperto: Aqualunae Bistrot

Ristoranti di Roma all'aperto: Aqualunae Bistrot

C’è chi ha approfittato del lockdown per rifarsi il look, come Aqualuna Bistrot, la creatura di chef Emanuele Paoloni, che per venire incontro alle esigenze di distanziamento ha aumentato lo spazio dedicato ai tavoli, pronto per accogliere i suoi ospiti appena possibile. intanto, si ricomincia con il bel dehors su piazza dei Quiriti, affacciato sulla fontana delle Cariatidi.
Colazione relax dolce e salata, un pranzo ricco, dolci da forno fatti in casa per accompagnare la merenda, aperitivo con sfizi espressi dalla cucina e un nuovo menu per la cena, nell’offerta del bistrot aperto dal lunedì alla domenica dalle 9:00 alle 22:00.

Aqualunae Bistrot. Piazza dei Quiriti 19. Roma. Tel +390631076456

7. Ristoranti di Roma all’aperto: Aroma Restaurant

Zona arancione Roma e Lazio

Il rooftop dell’hotel superchic Palazzo Manfredi riapre finalmente al pubblico non soggiornante. Da lunedì 26 chef Giuseppe di Iorio anfitrione dello stellato Aroma, che offre una terrazza con affaccio scenografico sul Colosseo, è pronto ad accogliere i suoi ospiti con l’eleganza informale che caratterizza il suo stile, in sala come in cucina. Aperto a pranzo e a cena, quando il tramonto sull’Anfiteatro Flavio regala emozioni a non finire.

Aroma Restaurant. Via Labicana 125. Roma. Tel. +390697615109

8. Ristoranti di Roma all’aperto: Atlas Coelestis

Ristoranti di Roma all'aperto: Atlas Coelestis

Uno Stargate da varcare per entrare nell’universo parallelo di Cristina Morgia (sala) e Cristiano Iacobelli (cucina), menu stagionali a base di ingredienti scelti e presidi Slow Food. La riapertura coinvolge il bel dehors esterno, dal martedì al sabato, la domenica solo a pranzo con menu alla carta. Il lunedì è chiuso, ma il 26 eccezionalmente il ristorante farà regolare servizio.

Atlas Coelestis. Via Malcesine 41. Roma. Tel. +390635072243

9. Ristoranti di Roma all’aperto: Brado

Ristoranti di Roma all'aperto: Brado


Se non è selvatico non ci piace; ma ci deve essere anche la mano felice di chef Simone Cacciotti per rendere raffinato perfino un piatto a base di selvaggina. Dedicato agli amanti della carne, Brado è soprattutto uno stile di vita, l’alternativa alla tecnologia e alla fretta, nel recupero di ritmi, sapori e lentezze di ieri con la consapevolezza (e le tecniche) di oggi.

BRADO Craft beer & Wild food. Viale Amelia, 42. Roma. Tel. +393755140851

10. Casa Carmen (Fregene)

dehors Casa Carmen Fregene


Si riaccendono i colori e le atmosfere formenteresi di Casa Carmen, il ristorante di Mare sul lungomare di Fregene, dove si mangia come a casa ma con la sensazione di essere in vacanza. Grigliate, crudi, conchiglie, ma anche ottimi primi e risotti con un pizzico di creatività. Casa Carmen sarà aperto a pranzo, cena e per l’aperitivo, sostenuto dal bar incentrato su gin, sangria e rum.

Casa Carmen. Lungomare di Ponente, 103. Fregene (Roma). Tel. +390669341945

11. Ristoranti di Roma all’aperto: Cento Gourmet

Ristoranti di Roma all'aperto: Cento Gourmet


Centocelle in prima linea sul fronte delle riaperture, con il ristorante di Valerio Chiacchierini e Davide Lombardi che riprende il servizio da lunedì 26. Cento Gourmet è l’esperimento riuscito di una cucina in continua evoluzione – come il quartiere del resto – che si poggia sulla solida base di esperienze in cucine blasonate e non rinuncia agli accostamenti arditi.

Cento Gourmet. Via Giovanni Arcangeli 10. Roma. Tel. +390687608000

12. Ristoranti di Roma all’aperto: Chinappi

Ristoranti di Roma all'aperto: Chinappi


Chi dice Chinappi dice pesce freschissimo e preparato a regola d’arte, un’isola felice per gli amanti della cucina marinara raffinata. Selezione ricercata di crudi e bollicine raffinate in accompagnamento, da gustare in un piacevole dehors in uno dei quartieri più eleganti della capitale.

Ristorante Chinappi. Via Valenziani, 19. Roma. Tel. +39064819005

13. Ristoranti di Roma all’aperto: Condominio Marconi

Ristoranti di Roma all'aperto: Condominio Marconi


Le riunioni di condominio che ci piacciono, davanti a una pinsa romana fumante, cotta a legna, o a una succulenta bistecca alla brace. Condominio Marconi, con la grande area esterna nel piazzale condominiale di via Enrico Dal Pozzo, riapre a pranzo e cena e con design rinnovato e il Brunch del Condominio nel weekend.

Condominio Marconi. Via Enrico dal Pozzo 5. Roma. Tel. +39348 0127024

14. Ristoranti di Roma all’aperto: Cresci

Ristoranti di Roma all'aperto: Cresci


Forno, osteria, cocktail bar, Cresci è il locale dall’anima pluralista, così come la varia umanità che affolla le vie intorno a San Pietro. Pane tradizionale e pizze in teglia dal primo mattino, e a pranzo i piatti della tradizione laziale, magari abbinati alle proposte mixology del bar, curati da Pino Mondello.

Cresci. Via Alcide De Gasperi, 17. Roma. Tel. +390651842694

15. Ristoranti di Roma all’aperto: Eggs

Ristoranti di Roma all'aperto: Eggs


Si torna a godere di una tra le migliori carbonare di Roma seduti al tavolo, calda e fumante, cremosa e croccante. Disponibile all-day-long, come ormai Eggs ha abituato il suo pubblico, in ben quattro varianti, a pranzo e cena, oltre ai tris di strapazzini, tortilla di cipolla e patate, cartoccio di ravioli fritti e tiramisù artigianale Zum.

Eggs. Via Natale del Grande, 52. Roma. Tel. +39065817281

16. L’Elementare al Parco Appio

Ristoranti di Roma all'aperto: L'Elementare


Mirco Rizzo riparte a tutto sprint, per ora nello spazio (oltre al locale di Trastevere) del Natural Bar all’interno di Parco Appio, un cortile in cui godersi in modo informale le pizze e i fritti di Elementare, oltre ai cocktail preparati dal bar, dalle 18 alle 22.

L’Elementare a parco Appio. Via dell’Almone 105. Roma. Tel. +393459472966

17. Enoteca La Torre a Villa Laetitia

Ristoranti di Roma all'aperto: Enoteca La Torre


Riapertura raffinata nello splendido giardino di Villa Laetitia, per l’Enoteca La Torre, casa stellata dello chef Domenico Stile, che per l’occasione, oltrea al menu alla carta, ha previsto anche una formula con due piatti e un dolce a scelta (€85) e due menu degustazione: Escursione (€110) e Un viaggio a occhi chiusi (€135). Il giardino sarà aperto a pranzo e cena solo nei weekend se il coprifuoco resta alle 22, e tutta la settimana se verrà posticipato alle 23.

Enoteca La Torre a Villa Laetitia. Lungotevere delle Armi 22-23. Roma. Tel +390645668304

18. Enoteca La Torre in Prati (Nuova apertura)


Più di una riapertura, una novità: l’Enoteca La Torre Group, che gestisce l’omonimo ristorante stellato a Villa Laetitia, lunedì 26 inaugura Enoteca La Torre in Prati, formula easy e friendly. Ristorante e cocktail bar, ma anche bistrot e poke bar che offre bowl, bagel, toast, mini panini al vapore, panini romani, burger, tataki & tartare e lobster roll, le specialità contenute nelle Eat Me Box, il delivery high-end di Enoteca La Torre che ha debuttato a gennaio.

Enoteca La Torre in Prati. Via Sabotino 28. Roma. Tel. +390651601328

19. Ristoranti di Roma all’aperto: Enoteca Verso

Ristoranti di Roma all'aperto: Enoteca Verso


Di uovo accessibile il tempio del degustatore di cibi e vini del patron Giorgio Mansueti, con le sue 900 etichette tra maison blasonate, piccoli artigiani e vini naturali, e i piatti dello chef Fulvio Penta che esplorano le migliori tradizioni nazionali. Un piccolo dehors in pieno San Giovanni per assaporare con lentezza le sfumature di un menu creato per l’abbinamento.

Enoteca Verso. Via Taranto, 38. Roma. Tel. +390670454326

20. Epos (a Monte Porzio Catone)


Si soffia sul fuoco delle braci di Epos, il bistrot elegante di Poggio Le Volpi, che oltre all’ampia scelta di carni e stagionature estreme, propone la cucina di territorio e incursioni partenopee dello chef Alfonso Crisci (che firma anche il menu del gourmet Barrique, di prossima riapertura). Per accompagnare il tutto, una bottiglia di Roma DoC di produzione Poggio Le Volpi.

Epos Food & Wine. Via Fontana Candida 3. Monte Porzio Catone (Roma). Tel. +39069416641

21. Ercoli 1928


Gastronomia storica che negli anni ha optato per una formula fluida, che copre l’asporto, con piatti caldi e freddi, il delivery (lanciato nel periodo del lockdown) e anche il servizio al tavolo: che sia social table, oppure il bancone, serviti direttamente dal gastronomo del momento, i due punti Ercoli 1928 ai Parioli e in Prati riapre alla clientela seduta da lunedì 26.

Ercoli 1928. Via Montello 26. Roma. Tel. +39370243

22. Fatto in casa by La Danesina


Annalisa Polo e Roberto Tomassini riaprono La Danesina Fatto in Casa, osteria romana di sensazioni casarecce garantite dalle materie prime frschissime e di stagione, e sancita dalla scarpetta libera. Aperti a pranzo, aperitivo e cena, con i cavalli di battaglia costituiti dai primi della tradizione, i dolci fatti in casa e le selezioni di salumi e formaggi locali.

La Danesina Fatto in casa. Via del Governo Vecchio 125. Roma. Tel. +39066868693

23. Ristoranti di Roma all’aperto: Grano


Danilo Frisone (in cucina) e Saverio Crescente (in sala) sono pronti a riaprire grazie alla bella area esterna su piazza Rondanini, nel cuore del centro storico. Cucina divertente e irriverente con i capisaldi della tradizione, che si articola nelle coordinate della mediterraneità.

Ristorante Grano. Piazza Rondanini 53. Roma. Tel. +390668192096

24. Ristoranti di Roma all’aperto: Hi-Res


La bellissima terrazza panoramica dell’Hi-REs, che nei mesi del lockdown era riservato agli ospiti dell’HOtel Valadier, riapre al servizio esterno. Per inaugurare la stagione in grande stile con la cucina gourmet informale, la cantina di circa 600 etichette italiane ed estere, un cocktail bar con grandi classici e signature cocktail per gli amanti della mixology.

Hi-Res. Via della Fontanella 15. Roma. Tel. +39063212905

25. Il Barrocciaio 1964


La carne in tutte le sue sfumature di colore e di sapore nel progetto di Diego Beretta, chef del Barocciaio 1964 che ha di recente rinnovato locali e proposta food. Cucina romana ma anche toscana, sapiente gestione della brace, materia prima italiana e internazionale, come la Manzetta Prussiana o la pregiatissima Vaca Vieja Galiziana da godersi in sicurezza all’aperto nel cuore di San Lorenzo.

Il Barrocciaio 1964. Via dei salentini 12. Roma. Tel. +3906490408

26. Ristoranti di Roma all’aperto: Il Giardino dell’Eden


Riapertura con vista agli ospiti esterni nella terrazza del ristorante easychic dell’hotel Eden, con il menu alla carta di chef Fabio Ciervo. I piatti riflettono la sua particolare attenzione all’equilibrio tra gusto e leggerezza, interpretazioni originali di grandi classici o creazioni autografe in sintonia con le stagioni.

Ristorante Il Giardino dell’Hotel Eden. Via Ludovisi 49. Tel. +39064781 2761

27. Ristoranti di Roma all’aperto: Il Marchese


Il progetto di Davide Solari e Lorenzo Renzi, ispirato alle due anime del Marchese del Grillo, il nobile Onorio e Gasperino il carbonaro, con la cucina guidata da Daniele Roppo e il cocktail bar con Fabrizio Valeriani riapre con nuovi menu di primavera e nuovi cocktail. Il Marchese, primo amaro bar d’Europa con 560 etichette, celebra la primavera con la new entry Cavaliere di Franciacorta, proposta a base del nuovo Amaro del Capo Red aromatizzato al peroncino di calabria. E chissà che riesca a dare un nuovo sprint alla stagione.

Il Marchese – Osteria Mercato Liquori. Via di Ripetta, 162. Roma. Tel. +390690218872

28. Ristoranti di Roma all’aperto: Il Margutta


Il vegetariano per antonomasia nato nel 79 da un’idea di Claudio e Tina Vannini, nella strada degli artisti di Roma, via Margutta. E all’arte si ispira il concept del locale negli arredi, che ospitano mostre temporanee, e nel cibo. Piatti gourmet cruelty free a cena, proposte più semplici a pranzo, ma provenienti dallo stesso orto biologico di proprietà dei patron, nella natura del Parco di Veio.

Il Margutta. Via Margutta 118. Roma. Tel. +390632650577

29. Ristoranti di Roma all’aperto: Il Ristoro degli angeli

Ristoranti di Roma all'aperto: Ristoro degli Angeli


Alla Garbatella è una certezza, così come i toni accesi della capigliatura della chef Elisabetta Girolami, seconda solo al suo sorriso. Osteria tradizionale in un palazzo del periodo fascista, senza orpelli e concessioni glamour, offre piatti casarecci curati nella preparazione e nella scelta degli ingredienti. Nel menu anche proposte per vegetariani.

Ristoro degli Angeli.  Via Luigi Orlando, 2. 00154 Roma. Tel. +390651436020

30. Ristoranti di Roma all’aperto: In Fucina

Ristoranti di Roma all'aperto: In Fucina


Un ristorante e una pizzeria, che in comune hanno la filosofia di Edoardo Papa, zero compromessi e tanta sperimentazione. Impasti che vengono a patti con lunghe lievitazioni e con farciture importanti, con ingredienti blasonati, e accostamenti originali. Da assaggiare con un calice di bollicine, magari, anche se la carta rivela una certa preponderanza per champagne e francesi in genere.

In Fucina. Via Giuseppe Lunati, 25. Roma. Tel. +3906065593368

31. Ristoranti di Roma all’aperto: I Quintili


In attesa del terzo locale romano, previsto per l’estate nel quartiere Laurentino, Marco Quintili riapre sia la pizzeria di TOr Bella Monaca che a Furio Camillo. Forte del 18mo posto a 50 Top pizza e del premio Solania come novità dell’anno, iQuintili riprende a sfornare le pizze tradizionali, col cornicione ripieno, le speciali, le fritte, le crocchette, i soffietti e le birre artigianali di Baladin.

I Quintili. Via San Biagio Platani 320. Tel. +39062016003

32. Ristoranti di Roma all’aperto: Jackie’O

C’era una volta la dolce vita romana; oggi si chiamerebbe movida ma la cornice sarebbe la stessa, nei locali così piacevolmente retro del Jackie’O con il suo ristorante chic, il carrello per il servizio al tavolo (ormai introvabile), il piano bar e naturalmente il dehors che consente di essere tra i primi a riaprire. La cucina è in stile internazionale affidata a Federico Sparaco. Il giardino esterno è aperto al pubblico dalle 18.30 per l’aperitivo . Il ristorante resta aperto tutti il venerdì solo a cena, mentre il sabato e la domenica a pranzo e a cena con la possibilità di ospitare fino a 40 coperti in esterno. Il pranzo con le sonorità chill / deep di Gabriele Imbimbo e la sera il Pianobar di Michele Contesi.

Jackie O’. Via Boncompagni, 11. Roma. Tel.+390642885457

33. Ristoranti di Roma all’aperto: La quercia

Ristoranti di Roma all'aperto: La quercia


Tra i pochi locali fortunelli del centro storico che possono disporre di una piazzetta per i tavoli all’aperto, l’Osteria La Quercia punta sulla sincerità di una cucina genuina e riconoscibile, su basi della tradizione regionale nostrana realizzati dallo chef Paolo Sirianni. Prezzi abbordabili e atmosfera informale ne hanno fatto un riferimento per i famelici del centro storico.

Osteria La Quercia. Piazza della Quercia 23. Roma. Tel. +390668300932

34. Ristoranti di Roma all’aperto: Le Carré Français

Ristoranti di Roma all'aperto: Le Carré Français


Boulangerie, épicerie, patissérie, champagnérie e varie altre golosérie nel boutique-bistrot dell’imprenditore francese Jil (Jildaz) Mahé, a due passi da Piazza Cavour. Elegante e informale il locale, così come i menu, dai nuovi piatti dalla chef Letizia Tognelli dedicati a Paolina Borghese alla pasticceria di Giancarlo Bruno. Con la riapertura torna l’aperichic in stile brasserie parigina, abbinato a una delle 90 etichette della Cave à vin, disponibile nel dehors già dalle 11 e fino alle 21.30.

Le Carré Français. Via Vittoria Colonna 30. Roma. Tel. +390664760625

35. Ristoranti di Roma all’aperto: Livello 1

Ristoranti di Roma all'aperto: Livello 1


Riprende il 27 (perché il lunedì è giorno di chisura) il servizio di Livello 1, il ristorante di mare di Emilia Branciani e Claudio Montingelli all’Eur. Da scoprire il nuovo menu dello chef Mirko De Mattia, e le proposte della ‘Pescatoria’, bistrot di mare e pescheria che offre il meglio del pescato del litorale direttamente dalle aste ittiche. Crudi e classici della tradizione da portare (o farsi portare) a casa ma finalmente da gustare anche sul posto.

Livello1. via Duccio di Buoninsegna, 25. Roma. Tel. +39 06 5033999

36. Lux Restaurant (Ostia)


Si riaccendono le luci e le postazioni per il dj set sulla terrazza del ristorante e cocktail bar al Porto di Ostia, dedicato alla cucina di mare firmata dalla chef Micaela Di Cola in arte ‘Mikychef’ attualmente in forza al programma di Raidue “Detto fatto”. Posizione privilegiata per momenti di disimpegno e relax, con musica lounge, cocktail e vista sul suggestivo porticciolo.

Lux Food Experience. Lungomare Duca degli Abruzzi 84. Ostia Lido. Tel +39065674184

37. Mediterraneo al Maxxi

Ristoranti di Roma all'aperto: Mediterraneo al Maxxi


Se c’è un locale che non ha problemi di spazio aperto è Mediterraneo, il ristorante nel complesso del Maxxi al Flaminio. La cucina tradizionale ma agile di Emanuele Pompili si affianca alle proposte finger e alla pasticceria home made per una pausa rigenerante dallo smartworking, dallo studio o per un aperitivo leggero, dalla mattina fino al dopocena. A breve arriverà anche un allestimento tutto nuovo che celebra la creatività.

Mediterraneo Ristorante e Giardino. Via Guido Reni 4/A, Roma. Tel. +39 391 7053069

38. Ristoranti di Roma all’aperto: Metropolita

Ristoranti di Roma all'aperto: Metropolita


Un nome e un’ispirazione per il ristorante eclettico del Flaminio, che offre un window bar panoramico con vista sul Tevere e su ponte della Musica. Gli chef Andrea Magno e Giovanni Leone, per la riapertura hanno elaborato un nuovo menu per la cena e per l’aperitivo, oltre al pranzo (dal lunedì al venerdì) e al brunch (nel weekend), servito sulla terrazza da 40 coperti.

Metropolita. Piazza Gentile da Fabriano 2. Roma. Tel +390684381895

39. Ristoranti di Roma all’aperto: Mirabelle

Ristoranti di Roma all'aperto: Mirabelle


Festeggiare la nuova libertà con la vista mozzafiato che si gode dalle terrazze del Mirabelle, casa di chef Stefano Marzetti, al settimo piano dell’HOtel Splendid Royal, a due passi da Via Veneto. Al Mirabelle tutta l’esperienza è gourmet, dalla cucina raffinata alle presentazioni mai banali, dalla carta dei vini spiegati con competenza al servizio attento ma non invadente. Attivo fino ad ora in formula staycation per gli ospiti dell’hotel, da lunedì 26 le porte riaprono anche al pubblico non soggiornante.

Mirabelle. Via di Porta Pinciana, 14. Roma. Tel +39 06 42168838

40. Ristoranti di Roma all’aperto: Molto Ristorante

Ristoranti di Roma all'aperto: Molto


Tradizione e contaminazione in cucina, una cura maniacale del dettaglio, una formula che ammicca alla contemporaneità con contributi importanti della wine list e della mixology, e soprattutto una bellissima terrazza dove poter ricominciare a condividere una piacevole serata in sicurezza.

Molto Ristorante. Viale dei Parioli 122. Roma. Tel. +39068082900

41. Ristoranti di Roma all’aperto: Moma

Ristoranti di Roma all'aperto: Moma


Regno dello chef Andrea Pasqualucci, la cucina stellata del Moma riaccende i fuochi per una nuova e si spera duratura stagione. Grandissima attenzione per il prodotto, valorizzato con estro e competenza, anche dagli abbinamenti curati da Federico Silvi che vanno a pescare nelle realtà vinicole artigianali locali, negli autoctoni così come tra le etichette di primo piano.

Ristorante Moma. Via di San Basilio, 42. Roma. Tel. +390642011798

42. Ristoranti di Roma all’aperto: Numa al Circo

Ristoranti di Roma all'aperto: Numa al Circo


Anche Numa è una recente apertura, che l’ultimo lockdown ha costretto allo stop. DA lunedì 26 il locale romano dello chef Davide Cianetti riapre con una nuova proposta perfetta per presentarsi al grande pubblico, la colazione internazionale, dolce e salata, servita in un ampio spazio esterno impreziosito da un giardino verticale. L’offerta del locale, aaperto tutti i giorni dalle 10.30 alle 22, comprende pizzeria, cocktail bar, salumeria e cucina.

Numa al Circo. Viale Aventino 20. Roma. Tel. +390664420669

43. Ristoranti di Roma all’aperto: Palmerie Parioli

Ristrorante palmerie


Cucina fusion e asiatica, poké e tartare tra i piatti di punta di Palmerie Parioli, un angolo piacevole e suggestivo arredato in stile marocchino, e arricchito dal dehors ospitato nella piazzetta, ornata da ombrelloni e piante. Dal lunedì al venerdì, oltre ai piatti caldi, si compongono bowl a piacere, sabato e domenica è tempo di brunch internazionale. Tra i top dish del locale, la tartare di ricciola con olio extravergine di oliva,sale maldon e lime (€14), e il Kauai: uramaki con gamberi tempura, top di avocado, spicy maio e salsa teriyaki (€14).

Palmerie Parioli. Via dei Parioli, 7. Roma. Tel. +393807417379

44. Ristoranti di Roma all’aperto: Pizzeria Sant’Alberto


E’ dedicata al santo patrono della pizza l’insegna nel cuore di San Lorenzo che per accontentre tutti si fa in quattro. Quattro come i tipi di impasto disponibili, napoletana classica e integrale, pizza romana, pizza pane, per declinare le 30 pizze in carta, più le stagionali che variano. L’offerta è completata dalla liquoreria, con bottiglie da oltre 70 aziende.

Pizzeria Sant’Alberto. Via del Pigneto 46. Roma. Tel. +39067013827

45. Ristoranti di Roma all’aperto: Proloco Trastevere

Ristoranti di Roma all'aperto: Proloco Trastevere


Riapertura 100% laziale per la bottega delle eccellenze che dispone di un piacevole spazio esterno in una delle poche vie tranquille di Trastevere. Oltre alla rivendita delle eccellenze regionali, che non ha mai smesso il servizio, lunedì 26 si ricomincia con il ristorante e caffetteria: pranzo, merenda con i dolci home made di Elisabetta Guaglianone, aperitivo “Scarpette e bocconi” e cena, il Pranzo Contadino della domenica, (4 antipasti, un primo o un secondo e dolce a 28 € acqua e servizio incluso) e il nuovo Pranzo del Pescatore (tre antipasti, un primo o un secondo e dolce a 38€, acqua e servizio incluso).

Proloco Trastevere. Via Goffredo Mameli, 23. Roma. Tel. +393477428371

46. Queen Makeda Grand Pub

Ristoranti di Roma all'aperto: Queen Makeda Grand Pub


Si riparte dal bamboo garden, il giardino interno del Queen Makeda Grand Pub per il via di lunedì 26, ma le attese sono rivolte al 7 maggio quando verrà inaugurato un ulteriore spazio esterno, situato di fronte al locale. Tl servizio, tutti i giorni dalle 12:00 alle 22:00, garantirà pranzi e cene all’aria aperta con proposte sfiziose anche per la merenda e l’aperitivo. Da non perdere il girarrosto, i wok, la selezione di birre artigianali alla spina e le nuove proposte di burger.

Queen Makeda Grand Pub. Via di San Saba 11. Roma. Tel. +39065759608

47. Sambamaki a Prati


In astinenza da roll, con quel distintivo flavour tropical-esotico? Buone nuove, Ricardo Takamitsu riapre il Sambamaki in quel di Prati, con la consueta gioiosa atmosfera nippo-brasiliana fatta di dolcezze, colori, e accoglienza scaldata da cocktail a tema.

Sambamaki. Via Vittoria Colonna 17. Roma. Tel. +39063235178

48. Ristoranti di Roma all’aperto: Settimo

Ristoranti di Roma all'aperto: Settimo


Altra terrazza panoramica da non perdere quella del ristorante Settimo, al settimo (appunto) piano dell’hotel Sofitel Roma Villa Borghese, quasi un giardino pensile che avvolge i suoi ospiti in tutte le sfumature del verde. E’ il regno di chef Giuseppe D’Alessio, affabulatore gastronomico della tradizione romana e laziale, interpretata con creatività ma sempre nel rispetto della riconoscibilità del piatto. Da provare per colazione, pranzo, cena e aperitivo, in formula tapas bar.

Settimo Roman Cuisine & Terrace. Via Lombardia 47. Roma. Tel. +3906478021

49. Ristoranti di Roma all’aperto: Spiazzo

Ristoranti di Roma all'aperto: Spiazzo


Tornano le pizze di Alessio Mattaccini, sia le classiche al forno che quelle nel ruoto, soffici e leggere, a cui il locale deve la popolarità. Lo spiazzo – appunto – esterno è ampio e tranquillo, una piccola oasi nella vivacissima area tra via del porto fluviale e piazzale della radio. Si conferma anche con la ripartenza il Mid Weekend Lunch, con intriganti alternative alla pizza, come la Picanha di razza piemontese affumicata alla quercia, il Cheeseburger di Black Angus, fino agli sfizi, ai fritti e alle nuove ricette di ruoti.

Spiazzo. Via Antonio Pacinotti, 83. Roma. Tel. +39 06 5562738

50. Ristoranti di Roma all’aperto: Stazione Camelie

Ristoranti di Roma all'aperto: stazione camelie


Può contare su una bella terrazza e l’ampio spazio antistante il bistrot di Luca Catarinozzi e Katia Scappa, che in pieno Centocelle hanno aperto da poco più di due anni con un progetto di ristorazione di qualità a prezzi accessibili, e soprattutto con l’idea dell’accoglienza all day long. Tutto fatto in casa, compresi la pasticceria e i lievitati che completano le colazioni del mattino, pranzi e cene, nonché l’aperitivo a base di cocktail e tapas.

Stazione Camelie. Piazza delle Camelie 64. Roma. Tel. +393342128767

51. Ristoranti di Roma all’aperto: Straforno

Ristoranti di Roma all'aperto: straforno pizza


Un altro irriducibile della pizza, Matteo Pavani non si è mai arreso durante il lockdown, e ha continuato a sperimentare. Risultato? Si riapre con una seconda linea di pizzeria per celiaci, con un secondo forno, stoviglie a parte e cucina separata anti-contaminazione. Materie prime d’eccellenza, una carta dei vini divertente, che comprende bollicine francesi e italiane. E una formula aperitivo irrinunciabile, con pizza e champagne a 14 euro.

Straforno – focaccia, pizza & burger. Via del Casale di San Basilio, 19. Roma. Tel. +3906410 0667

52. Ristoranti di Roma all’aperto: Taki


Riapre finalmente al pubblico anche Taki, il ristorante di Yukari e Onorio Vitti che esalta la cultura giapponese in tutti i suoi aspetti, dall’inchino all’ingresso all’essenza dei sapori e dei rituali che appartengono alla cucina vera e propria. in osservanza alle norme che regolano le aperture da lunedì 26, Taki sfrutterà lo spazio disponibile lungo via Marianna Dionigi per allestire un dehors in linea con i suoi inconfondibili standard di accoglienza.

Taki. Via Marianna Dionigi, 54-62. Roma. Tel. +39063201750

53. Taki Off all’hotel La Place


Taki Off, ovvero 50 sfumature di Viglietti: lo chef ligure aveva lanciato il suo format rock-trasgressivo nella sala kaiten del ristrante Taki in Prati, poco prima del nuovo lockdown, e ora recupera con il temporary restaurant all’interno del chiostro dell’Hotel La Place, nella centralissima piazza San Lorenzo in Lucina. Il nuovo progetto, per massimo 12 persone, si ispira liberamente a Shakespeare, ed entra nella dimensione onirica: Sogno di una notte di mezzo inverno, omaggio a William Esse è il titolo, ma poco più di questo trapela dal menu. D’altronde le esperienze non si leggono, si vivono.

Taki Off all’Hotel La Place. Piazza San Lorenzo in Lucina 35. Roma. Tel. +390668307269

54. TBSP Gallia Lounge Restaurant

Ristoranti di Roma all'aperto: Gallia


L’american BBQ come non l’avete mai visto, ora anche fuori dal panino: il ristorante TBSP di via Gallia riprende il servizio al tavolo (i punti take away a ponte Milvio e al mercato di Testaccio non si sono mai fermati). Tutta la carne, vari tagli, aged e cured, viene dal Gruppo Galli, da quattro generazioni nel settore delle carni, che ha fondato anche un’accademia per formare il personale sull’uso del fumo, delle temperature e delle marinature nell’apparentemente semplice arte del barbecue.

TBSP Gallia Lounge Restaurant. Via Gallia 83. Roma. Tel. +390681157225

55. Ristoranti di Roma all’aperto: Terrazza Les Etoiles

Ristoranti di Roma all'aperto: Terrazza Les Etoiles


All’ultimo piano dell’hotel Alante Star, con vista sul cupolone, il ristorante La Terrazza Les Etoiles da lunedì 26 è pronto a riprendere il servizio a pranzo e cena nei suoi due dehors panoramici. Chef William Anzidei firma un menu a sostegno delle eccellenze italiane, aziende artigianali colpite dalla crisi del settore durante la pandemia, che punta sulla qualità delle materie prime e sulla loro riconoscibilità. Aperto dalla colazione alla cena.

Ristorante Les Etoiles. Via dei Bastioni 1. Roma. Tel. +3906686386

56. Ristoranti di Roma all’aperto: The Court

Ristoranti di Roma all'aperto: The Court


Bellissimo e possibile il cocktail bar con vista Colosseo al piano terra di palazzo manfredi, torna ad animare le serate romane. Oltre alle memorabili alchimie di Matteo Zed (71° nella guida 500 Top Bars, su 52 paesi del mondo), ci si va per l’aperitivo, scenografico, abbondante e servito al tavolo, con bocconi caldi, freddi, tartare e sfizi.

The Court. Via Labicana 125. Roma. Tel. +390669354581

57. Ristoranti di Roma all’aperto: Tomá

Ristoranti di Roma all'aperto: Tomà


Aveva inaugurato eroicamente a marzo, poi una botta d’arresto con i decreti, e finalmente da lunedì 26 rialza la serranda Tomà, l’osteria in stile veneto di Matteo Santucci. Il nuovo salotto nel cuore di Prati, tra la Lumsa e via Cola di Rienzo, propone cicchetti, crostoni, e piatti di cucina, dalle sapienti mani di chef Andrea Nepa.

Tomà. Via Pompeo Magno, 12. Roma. Tel. +390685386864

58. Ristoranti di Roma all’aperto: Tuk Tuk Ride


L’angolo thailandese di San Paolo, dalle atmosfere tecnotropicali caratteristici delle affollate vie di Bangkok, torna a servire i piatti dall’appeal esotico di Augusto Comellini e Paolo Dalicandro, da mangiare (volendo) con le mani, e i signature cocktail in abbinamento miscelati al bancone.

Tuk Tuk Ride. Via Giovannipoli, 125. Roma. Tel. +390689011631

59. Ristoranti di Roma all’aperto: Woods


Doppia riapertura per Woods, il lounge bar con locali a Centocelle e al Pigneto, aperto non-stop coprifuoco permettendo. Formula che vince non si cambia, dunque via libera al format ibrido colazione-brunch-aperitivo-cena, innaffiato da una sapiene mixology, e addolcito dai dessert di Officina Dolciaria.

Woods Lounge Bar. Via dei Platani 117. Roma. Tel. +390689831104

60. Ristoranti di Roma all’aperto: Zia Rilla

Ristoranti di Roma all'aperto: Zia Rilla

Porte aperte da lunedì anche per il laboratorio pastificio-bistrot di Enrica Sutrini, un po’ bottega un po’ ristorantino di quartiere informale, specializzato sui primi piatti. Il nuovo dehors consente di riprendere il servizio al tavolo, ma restano operativi sia asporto che consegna a domicilio, affidata alle dirette cure del ristorante per arrivare in tutti i quartieri di Roma.

Zia Rilla. Via Famagosta 18. Roma. Tel. +390694890418

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui