risotto Tomà Roma

Tomà, menu e prezzi del nuovo ristorante che ha aperto a Roma in Prati

Tomà è il nuovo ristorante che ha aperto in zona gialla a Roma con una cucina semplice ed efficace a base di specialità regionali

Ristoranti

Tomà è il nuovissimo ristorante di Matteo Santucci a Roma, imprenditore con diverse esperienze ristorative alle spalle sulla scena romana. Nonostante il difficile periodo della pandemia sabato 6 marzo ha aperto i battenti del nuovo locale. E ha dato il via a un progetto in cantiere già dall’anno scorso.

Tra cicchetti, crostoni e piatti di cucina mediterranea, il locale in stile osteria veneta, si candida a nuovo salotto e punto d’incontro del quartiere Prati.

L’abbiamo assaggiato subito ed ecco le prime impressioni che andranno verificate dopo il necessario periodo di rodaggio.

Il locale

Tomà ristorante Roma Prati dehors

Il locale si trova a pochi passi dalla sede della Lumsa e dal brulicante boulevard dello shopping di via Cola di Rienzo. Una zona vivace e soprattutto frequentatissima in era pre-covid. All’esterno, sotto a grandi ombrelli parasole bianchi, Tomà si sviluppa in uno spazioso e confortevole dehors.

Tomà ristorante Roma Prati sala

Gli interni sono eleganti e luminosi, grazie alle ampie vetrate che corrono lungo tutta la sua lunghezza e al pavimento in cemento chiaro lucidato. Lo stile è informale e molto essenziale, con qualche concessione al modernariato anni ’40. Il verde inglese, il nero, e il grigio sono le tinte dominanti nella sala. I tavoli sono in legno e marmo scuro. Come il lunghissimo bancone bar, cuore pulsante del Tomà. Servito da confortevoli sgabelli smeraldo in velluto su cui accomodarsi per bere uno dei sei diversi spritz in carta.

Nel fondo della sala, sorvegliati da una bella rastrelliera ricolma di vini, ci sono anche due bei tavoli sociali. E un comodo salottino per fare quattro chiacchiere in libertà.

Ai fornelli c’è Andrea Nepa, giovane e valente chef abruzzese che vanta diverse esperienze. Tornato a Roma per il suo ultimo fortunato incarico da Pastorie al Pigneto, Nepa è oggi al comando della cucina di Tomà. Interessante anche la collaborazione con il pastry chef Daniele De Santi di Bottega Popolare che curerà tutti i dessert.

cocktail

L’offerta beverage vanta un’originale carta degli spritz e una dei vini con 25 referenze tra bianchi, rossi e bolle. La lista è costruita con una attenzione ai vini naturali e include anche nomi noti come Foradori e Emidio Pepe. Oltre a Champagne e al Franciacorta Enrico Gatti.

I cicchetti di Tomà

Tomà ristorante Roma Prati vetrina

Tomà punta tutto su una cucina semplice e dinamica incentrata su buone materie prime. Ingredienti di una serie di cicchetti e ricette italiane su base di pane, cui si affiancano una serie di proposte più propriamente di cucina.

Al centro dell’offerta c’è infatti il bancone e i Tomà. Sono crostoni di pane su cui si adagiano diverse preparazioni ispirate alla tradizione centro-meridionale e veneta.

Perfetti per l’aperitivo e non solo, i Tomà (3 €) li potete trovare in carta in 5 varianti.

Tomà ristorante Roma Prati polpo e patate
alici e burrata

Ho assaggiato il polpo e patate con maionese e peperone crusco e i broccoletti, burrata, alici.

polenta Tomà ristorante Roma Prati

E ho chiuso con il tradizionale crostone alla veneta con polenta abbrustolita, mousse di baccalà e ceci.

Per tutti coloro che piuttosto che ordinare il singolo piatto al ristorante, amano fare diversi assaggini ci sono anche i cicchetti (6-8 €). Sono piccole monoporzioni da 90 grammi circa, provenienti dalla cultura veneta dei bacàri.

alici fritte Tomà ristorante Roma Prati

Come le Alici Fritte con la maionese. Molto buone.

Da To.mà i cicchetti sono declinati in nove variazioni, sia vegetali che di carne e pesce, ispirate a diverse cucine regionali italiane.

Al banco è possibile chiedere un bicchiere e assaggiare una selezione di prodotti di gastronomia di alta qualità. In carta, ventricina Teramana, alici del Cantabrico, Mozzarella di Bufala Campana D.o.p del caseificio Rivabianca di Paestum.

I piatti di Tomà

spaghetti vongole bottarga Tomà ristorante Roma Prati

In carta troviamo proposte adatte a chi vuol godersi non un semplice boccone ma un pasto più articolato.

Il menu include 4 primi, 4 secondi e 4 dolci.

Consigliati gli spaghetti vongole veraci e bottarga (14 €)

risotto animelle Tomà ristorante Roma Prati

Da perfezionare il risotto Acquerello, crema di cavolfiore, animelle glassate e tartufo (16 €) con le animelle ottime.

secreto iberico

Come secondo piatto, ecco il secreto iberico e verdurine croccanti (16 €).

Il giro di cicchetti non ci fa arrivare al dolce che conta i classici come tiramisù e torta caprese.

Tomà offre una cucina quasi casalinga ma con la dovuta verve contemporanea. Buon segno.

Tomà. Via Pompeo Magno, 12. Roma. Tel. +390685386864

[Testo e immagini: Valentina Franci]