miramare the palace sanremo vista

Enrico Bartolini a Sanremo apre Horus nel 5 stelle L Miramare The Palace

Enrico Bartolini apre un nuovo ristorante a Sanremo all’interno dell’hotel 5 stelle lusso Miramare The Palace che si chiama Horus

Notizie

Giovedì 17 giugno Enrico Bartolini, lo chef più stellato d’Italia, apre un nuovo ristorante a Sanremo.

L’annuncio lo ha dato sui social lo stesso Enrico Bartolini.

“Sanremo: Horus sarà il nuovo ristorante gourmet dell’hotel Miramare The Palace. Comincio, insieme al resident chef Masayuki Kondo, il conto alla rovescia per questa nuova apertura ligure. Il 17 giugno s’inizia.”

Replicato anche dal 5 stelle Lusso Miramare, che ribadisce la presenza di Enrico Bartolini a Sanremo e la data dell’inaugurazione.

Miramare the Palace interno ristorante

Manca dunque poco all’apertura di questa nona impresa (se abbiamo contato bene) targata Bartolini in Italia. Che arriva a poche settimane dall’inaugurazione di Anima (e Vertigo). Anche questo presso un grande albergo, Milano Verticale, e con un resident chef dal curriculum pesante, Franco Aliberti.

Il resident chef Masayuki Kondo

Masayuki Kondo chef horus

A Sanremo, Enrico Bartolini avrà al suo fianco Masayuki Kondo. Un altro chef con un curriculum importante.

Giapponese, classe 1974, nel suo carnet può contare esperienze in diversi ristoranti stellati italiani. A partire da Guido a Pollenzo, L’Enoteca a Canale, Zur Rose ad Appiano, tutti 1 stella Michelin, e il St. Hubertus di Norbert Niederkofler a S. Cassiano Alta Badia (al tempo bistellato).

Dopo un passaggio a Villa Crespi di Cannavacciuolo, ad Orta S. Giulio, nel 2010 è arrivato alla Locanda del Pilone, 1 stella Michelin nei dintorni di Alba. Nel 2016 ha lasciato la Locanda (al suo posto ora c’è Federico Gallo) per aprire Senso, un ristorante di cucina italiana a Tokyo.

Conclusasi l’avventura in patria, Kondo ritorna in Italia sotto l’egida di Enrico Bartolini.

Tutto Enrico Bartolini in 9 stelle

enrico bartolini a sanremo horus

Saremo magati un po’ ripetitivi, ma vi ricapitoliamo ancora una volta tutti i ristoranti e le stelle che Enrico Bartolini ha accumulato sinora. Certo, non possiamo fare previsioni, ma possiamo comunque ipotizzare che il numero delle stelle (e, perché no, dei ristoranti) è destinato ad aumentare.

  • Enrico Bartolini Mudex (Museo delle Culture, 3 stelle Michelin in via Tortona a Milano. Executive chef Davide Boglioli (Cuneo 1991), sommelier Alessandro Feltrin (Treviso 1986), direttore di sala Sebastien Ferrara.
  • Mudec Bistrot, al piano terra del Museo.
  • Anima e Vertigo presso Milano Verticale, inaugurati da pochi giorni. Resident Chef Franco Aliberti, direttore di sala Davide Franco.
  • Casual Ristorante in Città Alta, 1 stella Michelin a Bergamo. Resident Chef, Marco Galtarossa (Camposampiero 1989), direttore di sala Marco Locatelli.
  • La Trattoria Enrico Bartolini presso l’Andana, 1 stella Michelin a Badiola, Castiglione della Pescaia. Chef Resident De Moura Cossio Bruno, direttore di sala Davide Macaluso.
  • Glam Enrico Bartolini, 2 stelle Michelin, presso Palazzo Venart a Venezia. Chef Resident Donato Ascani (1987).
  • La Locanda del Sant’Uffizio Enrico Bartolini, 1 stella Michelin a Cioccaro di Penango (AT). Resident Chef Gabriele Boffa (Alba 1987), direttore di sala Francesco Palumbo.
  • Il Poggio Rosso, 1 stella Michelin presso Borgo San Felice, Castelnuovo Berardenga (SI). Chef Resident Juan Camilo Quintero, direttore di sala Luigi Clesceri.
  • Spiga, a Hing Kong. Chef Resident Enrico Maritan.
  • Fiamma by Enrico Bartolini, Hong Kong.

A cui aggiungeremo questo Horus. E, giusto per farvelo sapere, nella pagine dei ristoranti sul sito di Enrico ci sono ancora molti spazi vuoti…

Miramare The Palace. Corso Matuzia, 9. Sanremo. Tel. +39 0184667601.

Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.