New Wave by Da Vittorio Ucca Edge Shanghai staff

Da Vittorio ha aperto a Shanghai il ristorante New Wave nel museo

Nuova apertura di Da Vittorio della famiglia Cerea a Shanghai: il New Wave all'interno del museo di arte contemporanea UCCA Edge

Notizie

A Shanghai ha aperto il New Wave Da Vittorio all’interno del museo di arte contemporanea UCCA Edge. Il quartiere è quello di Jing’an.

È il primo “Art museum restaurant” firmato Da Vittorio, e nasce dall’incontro dell’UCCA Group, una tra le principali istituzioni culturali cinesi, con la famiglia Cerea.

Da notare che il Gruppo Da Vittorio è alla sua seconda insegna asiatica; la prima è stata Da Vittorio Shanghai. Aperto nel 2019, ha ricevuto la prima stella Michelin dopo soli tre mesi, e può fregiarsi di 2 stelle dal 2020.

New Wave Da Vittorio a Shanghai: un connubio estetico fra Arte e Cucina

New Wave by Da Vittorio Ucca Edge Shanghai sala

L’espressione estetica di una città riflette il suo percorso storico e civile, e costituisce una componente indispensabile del suo patrimonio culturale. Il museo di Shanghai e il ristorante New Wave Da Vittorio si pongono come punto di incontro culturale, estetico, spirituale e sensoriale, di queste istanze.

UCCA Group crede che “l’arte entri nella nostra vita per migliorarla”, e con l’aiuto dei Cerea vuole rendere il cibo parte integrante dell’esperienza estetica del museo.

Senza dubbio la tradizione gastronomica italiana rappresentata da Da Vittorio nel mondo trova qui il suo ambiente naturale.

La famiglia Cerea commenta così l’inaugurazione di New Wave by Da Vittorio a Shanghai. “Siamo da sempre convinti che la gastronomia sia una forma di arte, dove gusto e bellezza si incontrano, permettendo a popoli seppur lontani di sentirsi uniti in questi valori”.

Lo sottolinea anche Philip Tinari, direttore e CEO dell’Ullens Center for Contemporary Art di UCCA. “Negli ultimi anni, molti dei principali musei d’arte del mondo hanno deciso di aprire un ristorante al loro interno, rendendolo parte fondamentale dell’esperienza. Allo stesso modo, le grandi realtà della ristorazione e dell’enologia si stanno avvicinando al mondo dell’arte. E chef e vigneron iniziano a essere visti come artisti nei rispettivi campi.

Piatti della tradizione rivisti con gusto contemporaneo

Il Resident Chef di New Wave by Da Vittorio, Francesco Bonvini, viene ovviamente dalla “casa madre” di Brusaporto, ma è stato anche sous chef di Da Vittorio Shanghai. Alle sue spalle quindi oltre agli executive chef Chicco e Bobo Cerea c’è anche Stefano Bacchelli, executive di quest’ultimo ristorante.

Bonvini ha studiato un menu “sorprendente e intrigante, da gustare in un’atmosfera godibile e rilassata”.

L’approccio è dinamico e casual, e prevede i classici signature dishes di Da Vittorio, ma anche nuove specialità regionali, italiane, declinate per questo nuovo contesto.

In collaborazione con UCCA Edge, New Wave propone un menu ispirato al mondo dell’arte, combinando stile e opere delle mostre con la propria capacità culinaria.

Così, in occasione della mostra “Becoming Andy Warhol”, la carta si ispira alla Pop Art, utilizzando nei piatto violenti contrasti cromatici. E la mitica e iconica e famosissima “Campbell’s Soup Can” viene proposta “da mangiare”, utilizzando pomodori siciliani.

La carta dei vini copre quasi 300 etichette italiane e mondiali. Per i clienti di New Wave by Da Vittorio a Shanghai è disponibile in consultazione un libretto personalizzato con un’introduzione all’Italia e alle regioni vinicole del mondo.

Il ristorante New Wave Da Vittorio

Il ristorante New Wave Da Vittorio si trova al terzo piano del museo, con vista mozzafiato su Shanghai dalla terrazza. Il design degli interni è dello studio Linehouse Design Office, e si adatta allo stile del museo. Già l’installazione in tessuto, sospesa al soffitto, conferisce allo spazio la leggerezza di una nuvola.

Il New Wave by Da Vittorio Cafè si trova invece nel bookstore del museo si Shanghai e offre un servizio di caffetteria e di light lunch per tutti i visitatori.

Il nome New Wave rende omaggio a una mostra tenutasi a UCCA Pechino nel 2007, ’85 New Wave: China’s First Contemporary Art Movement. L’85 New Wave è uno dei movimenti artistici più importanti della Cina del secolo scorso. Ha costituito un passo fondamentale nel processo di avvicinamento del Paese all’arte contemporanea globale.




Di Emanuele Bonati

Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.