ristorante Il Principe Pompei cappellacci

Il Principe, ristorante per mangiare come un Re a Pompei

Gian Marco Carli è lo chef del ristorante di famiglia Il Principe a Pompei vicino Napoli che vuole riconquistare la stella Michelin

Ristoranti

Andare a cena a Pompei al ristorante Il Principe e mangiare come un Re. Merito della cucina del giovane Gian Marco Carli che ambisce a far brillare di nuovo la stella sull’insegna storica del locale vesuviano.

Oltre ad aver cambiato indirizzo restando comunque a Pompei, il ristorante ha virato verso una cucina diversa rispetto a quella de Il Principe guidato dai genitori dello chef. È il frutto delle belle esperienze internazionali maturate.

Gian Marco Carli e Claudia

A partire dalla sala si nota il distacco rispetto all’altro locale situato in piazza in prossimità del Santuario. Qui sarete accolti dal calore e dalla competenza di Massimo De Simone accompagnato dall’occhio attento di Claudia. Laurea in farmacia e compagna di Gianmarco, contribuisce ad una sana accoglienza di “casa”.

Come si mangia

benvenuti al ristorante Il Principe di Pompei
franciacorta

La cucina appare subito scoppiettante con i benvenuti ben presentati e con sapori intensi. Niente di banale per un ottimo avvio con un Franciacorta Solo Uva  ad accompagnare.

salmone al ristorante Il Principe di Pompei

Il Salmone affumicato in casa, lattica di bufala, polvere di olive nere e cipolla marinata ai 4 aceti dimostra subito che lo chef ha ottima padronanza della tecnica. Al ristorante Il Principe di Pompei rende una materia prima eccellente ancora più perfomante. Wow.

tataki di tonno

Tataki di tonno marinato, chutney di mango, latte di cocco, olio al coriandolo e lime. È un bellissimo gioco di sana contaminazione dello chef. Ottimo il risultato.

alici marinate al ristorante Il Principe di Pompei

Alici marinate, scarola liquida, uvetta, pinoli del Vesuvio e cipolla fermentata è calata perfettamente nel territorio. Ma anche in questo caso si apprezza l’estro dello chef. La presentazione in una bella ceramica locale contribuisce a rendere ancor più gradevole questo antipasto.

tacos al ristorante Il Principe di Pompei

Il Tacos di carota, pulled lamb, cetriolo fermentato, BBQ di San Marzano e cipollotto è un intrigante connubbio. Lo chef rispetta  molto il territorio ma non abbandona le sue esperienze latinoamericane e questo antipasto lo dimostra in maniera eccellente. Molto attenta anche la sala pronta a servire una salvietta imbevuta dopo aver gustato il Tacos con le mani. Un doppio wow.

greco di tufo al ristorante Il Principe di Pompei

Beviamo un Greco di Tufo Vigna Laure di Cantine di Marzo.

Pasta fresca e pasta secca al ristorante Il Principe di Pompei

risoni di pasta al ristorante Il Principe di Pompei

Per il Risone di pasta alla pizzaiola, baccalà confit, fuso di provola affumicata, chips di aglio al latte e yuzu ci scappa un altro doppio wow. Rispetto della tradizione con un formato di pasta, tanto caro al grande Giovanni Assante del Pastificio di Gragnano Gerardo di Nola, che in questo piatto assume ulteriore valore e consistenza con il sugo alla pizzaiola. Un baccalà delicatissimo combinato magistralmente con gli altri elementi rende il piatto del ristorante Il Principe a Pompei speciale.

Lo accompagniamo con un ottimo Pinot Nero delle Langhe.

cappellacci

Il Cappellaccio prosciutto e fichi bianchi del Cilento, aceto balsamico extra vecchio, salsa di Parmigiano 24 mesi e polvere di prosciutto iberico pure è gran bel piatto. Innovativo quanto basta ma con grande rispetto dei sapori degli elementi che lo compongono. Lo chef è bravo anche con la pasta fresca e la materia prima è di livello molto alto. 

seppia sporca

La Seppia sporca ai sentori di brace, zenzero e limone, passatina di ceci e finocchio esprime una tecnica sopraffina. Ormai rischio di essere noioso ma un wow ci vuole anche qui.

vermentino

Molto buono anche il Vermentino sardo che il bravo Massimo ci propone.

soufflé al ristorante Il Principe di Pompei

La chiusura è affidata a un magistrale Soufflé al limone e crema inglese al limoncello per confermare alla grande che siamo in Campania! Bravo anche con i dessert Il Principe regale.

Quanto costa il ristorante Il Principe a Pompei

Oltre a mangiare alla carta è possibile scegliere uno dei due convenienti menu degustazione.

Il primo è Libertà, 5 portate a scelta dello chef a 68 €.

Il secondo, Giammà fai tu, è un 7 portate a 78 €, ovviamente sempre a scelta dello chef come recita il titolo.

È possibile chiedere l’abbinamento vini con 3 calici a 25 € e 5 calici a 40 €.

Spero che possiate apprezzare anche voi la nobile tavola del ristorante Il Principe a Pompei. E, perché no, anche a stuzzicare di più l’attenzione di un ispettore gommato.

Ristorante Il Principe. Via San Bartolomeo, 4. Pompei (NA). Tel. +390818505566