Davide Scabin cucina ristorante

Scabin Qb di Porta Palazzo a Torino ha chiuso e non riaprirà

Davide Scabin, dopo Combal.Zero, chiude per sempre anche Scabin Qb, il ristorante al Mercato Centrale di Porta Palazzo a Torino

Notizie

Davide Scabin ha chiuso Scabin Qb, il ristorante più in vista del Mercato Centrale di Torino al PalaFuksas di Porta Palazzo, e non riaprirà.

Fino a pochi giorni fa i frequentatori del ristorante torinese, innamorati del cuoco che ha fatto tutto un po’ prima degli altri, inventando piatti avveniristici e cotture tecnologiche, hanno sperato che Scabin riuscisse a mantenere la promessa. 

“Riaprirò il 31 agosto”, aveva detto il 57enne cuoco un tempo stellato, riferito a Scabin Qb, il ristorante aperto prima nella balconata a vetri affacciata su Porta Palazzo, poi spostato al piano terra e ora chiuso.

Scabin Qb è chiuso: i motivi

Sono state le pagine de La Stampa a diffondere la notizia della mancata riapertura. Il messaggio dei responsabili di Scabin Qb non lascia dubbi sul fatto che resterà chiuso.

“Il ristorante non riapre a causa dei rincari energetici e delle materie prime, che non permettono di offrire proposte culinarie a prezzi accettabili e consoni alla filosofia aziendale”. 

Il Qb chiuso perché i conti non tornano rappresenta un nuovo stop per Scabin, capello argenteo e fisico da cuoco di una volta. Ma le difficoltà sono da estendere all’intero progetto di Porta Palazzo, la cui sostenibilità economica è in discussione fin dall’apertura, avvenuta nell’aprile 2019. 

I problemi del Mercato Centrale di Torino 

Mercato centrale torino
Il mercato Centrale di Porta Palazzo a Torino

Già a gennaio di quest’anno si parlava apertamente di flop per il Mercato Centrale di Torino. 

In quei giorni l’ipotesi di uno Scabin Qb chiuso non era neanche ipotizzabile, ma avevano fatto scalpore le accuse rivolte dal fondatore Umberto Montano ai partner commerciali che occupavano gli spazi della struttura. 

E che alle prime difficoltà, dovute alla tiepida (glaciale?) accoglienza riservata dai torinesi al Mercato Centrale, dove c’è sempre stata poca gente, se la sono data a gambe (i produttori Beppino Occelli e Alberto Marchetti oltre ai ristoranti Del Cambio e Magorabin).

Le incarnazioni di Davide Scabin

Davide scabin
Davide Scabin

Spesso controcorrente, bevitore, fumatore, destinatario di multe per ebbrezza, indebitato, irrequieto donnaiolo, Davide Scabin è uno chef supremo che ha sempre creato qualche scompiglio. 

Oggi Scabin Qb è chiuso, ma al vertice della sua traiettoria lo chef piemontese vantava 2 stelle Michelin, 2 Forchette del Gambero Rosso e 3 Cappelli de L’Espresso. 

Tutto grazie a Combal.Zero, fascinoso locale all’interno del castello di Rivoli dal 2002. Per 20 anni è stato uno dei migliori ristoranti italiani, anche uno dei più divertenti. 

Poi, nel 2015, Scabin è stato privato della seconda stella Michelin, che nella favola dei grandi chef è sempre il momento della caduta. Risultato: con il primo lockdown Combal.Zero ha chiuso per sempre

Ma non era un addio alle scene, e speriamo che non lo diventi ora che Scabin Qb ha chiuso. 

Il cuoco sperimentatore e provocatore si è ripreso a marzo 2019, quando ha aperto un ristorante –Scabeat– al Mercato Centrale di Roma, nell’ala mazzoniana della Stazione Termini. 

Quindi l’ultima incarnazione, a giugno 2021, chiamata Scabin Qb (Quanto basta), il ristorante ora chiuso all’interno del Mercato Centrale di Porta Palazzo.  

Locale innovativo nella formula perché privo di menu fisso. Era Scabin a decidere i piatti del giorno, spesso interpretazioni personali dei classici piemontesi e italiani. 

Il personaggio, di quelli che non si possono non amare, è continuato a piacere. Come le sue idee. Sulle prime, lo Scabin in versione Porta Palazzo, ha convinto i torinesi.

Scabin Qb, prima di essere chiuso, aveva avuto qualche problema con il Covid, poi superato. È probabile che lo stop, con tavoli vuoti, prenotazioni bloccate e fuochi spenti, sia dovuto ai recenti rincari e al conseguente, spaventoso caro bollette

Scabin Qb, chiuso nella sorpresa generale

Colpiscono il silenzio ufficiale di Scabin e la sorpresa dei responsabili del Mercato di Porta Palazzo. 

Interpellato da La Stampa, Michele Milani, l’imprenditore emiliano che ha affiancato l’ex chef stellato nel progetto Scabin Qb, resta sul vago. 

Stando alle sue parole è una situazione in via di definizione, anche con i responsabili del Mercato Centrale.

Ma il fan club di Davide Scabin, al quale ci onoriamo di appartenere, ha perso le speranze di rivedere il Qb di Porta Palazzo ancora aperto.