O Magazin Portofino crudo pesce

Ö Magazìn, ristorante di pesce a Portofino

Pranzo stampa da Ö Magazìn, affacciato sul mare di Portofino, per mangiare piatti di pesce semplici, saporiti e cucinati bene

Ristoranti

Si chiama Ö Magazìn, si affaccia sulla baia di Portofino, anzi, addirittura pied dans l’eau come si dice. Potresti mettere i piedi nell’acqua, se non fosse disdicevole. Dopotutto, siamo a Portofino. (Io, ho lanciato qualche briciola di pane ai pesciolini.)

Siamo proprio davanti al Castello Brown, una fortificazione eretta fra il XV e XVI secolo. La fortezza ha preso il nome dal console a Genova Sir Montague Yeats Brown, che la acquistò nel 1867. Ma siamo anche di fronte a Cracco Portofino, il ristorante che ha preso il posto del vecchio e famoso Pitosforo, guidato da Carlo Cracco con il giovane Mattia Pecis.

Sui lati opposti della baia, Ö Magazìn e Cracco Portofino sono accomunati dalla “liguritudine” e dalla cucina essenzialmente a base di pesce. E naturalmente dal panorama, da due angolazioni diverse ma ugualmente inconfondibile.

Un menu di pesce: antipasti e primi

guazzetto o magazin portofino

La carta di Ö Magazìn a Portofino è essenziale; come dicevamo. Tutto pesce, e un solo piatto di carne, il filetto alla Magazìn (32 €).

Il mio pranzo stampa è iniziato con il Guazzetto alla Magazìn: cozze, vongole, scampi, gamberi (30 €). Semplice, classico: le varianti gourmet sarebbero improbabili, tutto si gioca solo sulla materia prima.

Questo vale anche per gli altri antipasti, proposti nelle loro versioni essenziali, come il Polpo e patate (22 €), puro e semplice, senza puree di ingredienti insoliti. Niente di male, ma fa piacere incontrare di tanto in tanto delle ricette “originarie”.

muscoli ripieni

Largo quindi a Pane, burro e acciughe, 18 €, Muscoli ripieni, 26 €, Misto crudo di pesce (40 €). Il Gazpacho con aragosta, piatto leggermente extraterritoriale, viene 30 €.

spaghetti totanetti

Primo piatto: Spaghetti ai totanetti (25 €). Anche qui, spaghetti, cottura giusta, un sughettino ai totanetti saporito il giusto. Magari un pizzico di peperoncino… Ma no, dai.

spaghetti

In carta da Ö Magazìn, primi piatti a partire dai 18 € delle Pappardelle Portofino, con pesto, pomodoro e panna (ma ci sono anche le Pappardelle al pesto semplici, 20 €). Si arriva ai 35 € (Spaghetti bottarga pistacchio) passando per gli Spaghetti Ö Magazìn (crema di cozze, peperoncino, pan grattato) o Alle arselle e colatura di alici, entrambi 20 €.

I secondi piatti

pesce soada funghi uccelletto

Come secondo, Pesce Spada all’uccelletto, proposto in carta con olive pinoli e burro (28 €). Nel mio piatto, “stagionalizzato”, entravano nella ricetta anche i funghi porcini. Mi è piaciuto, anche se non mi hanno convinto le foglie d’alloro, che mi sturbavano un po’ il sapore.

pesce al forno

Fra le altre scelte del menu di Ö Magazìn a Portofino: Fritto Misto 28 €, Orata al forno o alla griglia 35 €, Sogliola burro e pinoli 32 €, Gamberi alla griglia 38 €.

yitamisu

Insperabilmente molto buono il Tiramisù, leggero e delicato (10 € come gli altri dolci in carta). Si tratta di uno dei dolci onnipresenti e spesso un po’ tirati via. Qui, davvero buono.

Ho accompagnato il tutto con un calice di Etna DOC Bianco Contrada Calderara, 100% Carricante, delle cantine Cottanera. Me lo hanno proposto, e ci stava davvero bene – anche se non era ligure.

Insomma, da Ö Magazìn a Portofino si mangia pesce, si mangia bene, e si esce soddisfatti – anzi, si mangia bene e sul mare, che è un plus non indifferente.

Unico appunto, ho dovuto chiedere due volte la seconda bottiglia d’acqua.

La storia di Ö Magazìn

O Magazin Portofino tavoli esterno

Ö Magazìn a Portofino è un locale “storico”. Aperto più di trent’anni fa da Emilia, nel magazzino sul porto in cui il padre Giorgio Mussini riponeva le reti e le attrezzature da pesca. Con l’aiuto della sorella Simona trasforma il locale in un ristorante affacciato sul mare.

O Magazin Portofino tavolo castello brown

La tradizione famigliare persiste, anche perché a fianco c’è il noleggio barche di famiglia. Anzitutto, il ristorante prende il nome Ö Magazìn; inoltre, i tavolini sono realizzati con lo stesso legno usato per la Utility Portofino. Si tratta di una lancia in legno creata proprio da Giorgio nel 1980. Imbarcazione da diporto che rispondeva alle esigenze della clientela, e che ebbe subito un grande successo, diventando quasi un’icona locale.

Ö Magazìn Bistrot a Santa Margherita Ligure

O Magazin Santa MArgherita iesterno

Alla storica insegna di Portofino si aggiunge, da giugno 2019, Ö Magazìn Bistrot, nei suggestivi caruggi di Santa Margherita (via Cairoli 3).

Il progetto nasce dall’incontro di Simona Mussini con lo chef genovese Edo Ferrera e l’imprenditore milanese Marcello Forti. L’idea è sempre quella, promuovere il territorio e dare risalto a uno dei golfi più affascinanti della penisola e ai suoi prodotti. Al tempo stesso, portare il tutto nella contemporaneità del fine dining utilizzando tecniche nuove ma mantenendo la cucina semplice e spontanea.

O Magazin Santa margherita acciughe

La responsabilità della cucina è tutta di Edo Ferrera, “cuoco nomade e irrequieto”. A lui il compito di sviluppare il progetto che da Ö Magazìn di Portofino arriva al Bistrot di Santa, “porto” di partenza verso altre avventure in Italia e all’estero.

Ö Magazìn. Calata Marconi, 34. Portofino (Genova). Tel. +390185269178

Facebook.

[Immagini: Ö Magazìn, iPhone Emanuele Bonati]




Di Emanuele Bonati

Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.