mulino caputo farine per pizza, pane e dolci

Tutti i vincitori del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024

Tutti i vincitori del 21º Trofeo Caputo 2024 che laurea i migliori pizzaiuoli del Campionato Mondiale con pizze tradizionali e contemporanee
mercoledì, 19 Giugno 2024 di

Si è conclusa la 21ª edizione del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo Trofeo Mondiale Caputo 2024.

Edizione speciale e molto sentita dai concorrenti perché in concomitanza con i festeggiamenti dei 100 anni del mulino di Napoli.

Il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi all’apertura della cerimonia di premiazione

Di seguito il podio dei primi tre classificati di ogni specialità del Campionato Mondiale che in 21 anni ha aiutato molti professionisti della pizza ad emergere. Chi vince la competizione ha spesso una marcia in più anche per il successo della propria pizzeria. E iniziamo con le due categorie regina della competizione: Pizza Napoletana STG e Pizza Contemporanea. Quest’ultima, in appena tre edizioni disputate, si è imposta all’attenzione perché ha certificato il successo di un trend che è diventato vero elemento di distinzione rispetto alla pizza napoletana tradizionale.

Tutti i nomi e i volti dei vincitori del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024

Il trofeo STG è volato quest’anno in Cile: il migliore pizzaiolo del mondo per la pizza napoletana Specialità Tradizionale Garantita va a una donna: Daniela Zuñiga della pizzeria Massa Mia. La pizzaiola che ha vinto è alla sua prima partecipazione al Campionato Mondiale del Pizzaiuolo. Ed è la prima volta che vede Napoli. Ha mosso i primi passi nel mondo della pizza frequentando le masterclass tenute dai pizzaioli napoletani in Cile.

Resta in Italia, anzi, in Campania, il trofeo Mondiale per la Pizza Contemporanea conquistato da Pasquale Poerio della pizzeria Il ritrovo degli amici a Marano in provincia di Napoli.

Per la categoria Pizza Classica c’è l’affermazione di Antonio Falco, il pizzaiolo che cura tutte le aperture della pizzeria Da Michele in The World. E che troverete al banco dello stand al Pizza Village (fino al 23 giugno) con la special Nonna Carolina.

Segnaliamo in questo Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024 anche per la categoria Pizza Fritta la vittoria di Emanuele Mazzola della pizzeria Facimmece ‘na pizza ad Arzano che ha partecipato ai nostri incontri del Club della Pizza al Capasso Superstore di Napoli.

Nella Pizza in Teglia la vittoria va a un’altra donna: Audrey Kelly di Audrey Jane’s Pizza Garage in Colorado.

Il pizzaiolo argentino che ha fatto man bassa di premi con 5 trofei

Il pizzaiolo argentino Ezequiel Ortigoza ha dominato 2 categorie e conquistato 3 secondi posti

Pluripremiato il pizzaiolo argentino Ezequiel Ortigoza che ha vinto 2 delle tre categorie di Pizza Acrobatica ed è arrivato 2° alla pizza più larga. E da vero cannibale ha conquistato il 2° posto della Pizza in Teglia. Ovviamente è salito anche sul podio del Trofeo delle Nazioni sempre al 2° posto.

Pizza Napoletana STG

il podio della Pizza Napoletana STG al Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024 Trofeo Caputo
Daniela Zuñiga, vincitrice del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024
  1. Daniela Zuñiga (1700 punti)
  2. Thae Sik Oh (1670 punti)
  3. Gianluca Lamberti (1650 punti)

Pizza Contemporanea

il podio della Pizza Contemporanea al Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024 Trofeo Caputo
  1. Pasquale Poerio (1905 punti)
  2. Enis Bacova (1880 punti)
  3. Nunzio Gallo (1850 punti)

Il podio della Pizza Classica

  1. Antonio Falco (1973 punti)
  2. Giuseppe Ottolano (1755 punti)
  3. Wen Chun Liu (1730 punti)

Pizza Fritta

  1. Emanuele Mazzola (1960 punti)
  2. Carmine Argenziano (1940 punti)
  3. Kyosuke Oge (1900 punti)

I vincitori della categoria Juniores

  1. Alex Muscaritolo (1200 punti)
  2. Ciro Balestrieri (1070 punti)
  3. Matteo Fotia (1020 punti)

Pizza in Teglia

il podio della Pizza in teglia al Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024 Trofeo Caputo
  1. Audrey Kelly (1910 punti)
  2. Ezequiel Ortigoza (1690 punti)
  3. Giovanni Lisa (1660 punti)

Senza glutine

il podio della Pizza senza glutine al Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024 Trofeo Caputo
  1. Nunzio La Rosa (1840 punti)
  2. Niko Arnoni (1800 punti)
  3. Rocco Pizzuto (1710 punti)

Metro pala, il podio del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024

il podio della Pizza in pala al Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024 Trofeo Caputo
  1. Paola Guarnieri (1845 punti – ha ritirato il premio un amico)
  2. Lans Smith (1830 punti)
  3. Diego Palladino (1800 punti)

Pizza di stagione, il podio del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024

il podio della Pizza di Stagione al Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024 Trofeo Caputo
  1. Alen Radanovic (1790 punti)
  2. Salvatore Salvo (1700 punti)
  3. Hiroki Sakamoto (1680 punti)

Pizza Americana, il podio del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024

il podio della Pizza Americana al Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024 Trofeo Caputo
  1. Siler Chapman (1406 punti)
  2. Lars Smith (1376 punti)
  3. Leah Scurto (1374 punti)

Il Trofeo delle Nazioni del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024 va alla Svizzera

  1. Svizzera (1860 punti)
  2. Argentina (1800 punti)
  3. Cina (1780 punti)

I podi della Pizza Acrobatica con i 3 vincitori di specialità al Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024

Free Style

  1. Ezequiel Ortigoza e Gianluca Aquino – ex aequo (47)
  2. Cristian Matarazzo (46)
  3. Jamie Culliton (44)

Pizza più veloce

  1. Ezequiel Ortigoza (1M 36 S 65”)
  2. Salvatore Mirasolo (1 M 35 S 86”)
  3. Saverio Labate (2 M 07 S 09 ”)

Pizza più larga

  1. Saverio Labate (70×64 cm)
  2. Ezequiel Ortigoza (68×64 cm)
  3. George Nazir (56×62 cm)

Il Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2024 che festeggia i 100 anni del Mulino Caputo

Quello di quest’anno è stato un Campionato davvero speciale: nel 2024 festeggiamo i cento anni di vita del Mulino Caputo e non poteva esserci un’occasione migliore per condividere la nostra soddisfazione e la nostra gioia con amici, collaboratori e pizzaioli provenienti da tutto il mondo. Abbiamo accolto un numero record di delegazioni straniere: ben 35 con 600 concorrenti da continenti, confluiti tutti a Napoli, che si conferma la capitale della pizza. Siamo compiaciuti della imponente partecipazione giovanile e della varietà di categorie nelle quali si confrontano i partecipanti: dall’americana alla contemporanea, dalla senza glutine alla pizza fritta – ha dichiarato Antimo Caputo

Ringraziamo l’APN – Associazione Pizzaiuoli Napoletani per aver organizzato le competizioni in modo impeccabile e ci auguriamo, per il prossimo anno, che un piatto universale come la pizza possa fare da collante tra i popoli: vorremo vedere gli uni accanto agli altri, confrontarsi ai forni, russi e ucraini, palestinesi e israeliani. Per noi sarebbe un grande successo e, poiché ogni anno vediamo come la Caputo Cup riesce a far stringere amicizie tra partecipanti provenienti da tutto il mondo, siamo fiduciosi che anche questo possa accadere”