Massimo Bottura e Francescana sul tetto d’Italia. Ecco i big chef Espresso 2011

Ristoranti

bottura-viaggia

Massimo Bottura è lo chef numero 1 d’Italia. Lo ha decretato la Guida I Ristoranti d’Italia 2011 de L’Espresso. Il patron dell’Osteria Francescana di Modena ha un punteggio di 19,75/20 e con il nuovo sistema di punteggio introdotto riesce a sopravanzare di 0,25 i secondi classificati: Massimiliano Alajmo (Le Calandre di Rubano) e Gianfranco Vissani (Baschi) che sono a quota 19,5.

Mauro Uliassi (Senigallia) viene premiato con un rotondo 19 con un + 1 nel pagellino personale rispetto al 18 dell’anno scorso che era apparso striminzito a molti addetti ai lavori.

Niko Romito (Reale di Rivisondoli) fa segnare un +1 nello score e arriva a 18,5. Peccato che non abbia conquistato il terzo cappello.

Riconosciuto  l’impegno di Pier Giorgio Parini (Osteria del Povero Diavolo, Torriana) che prende un +1 e va a 17 con due cappelli affiancando la nutrita pattuglia del Sud (La Caravella di Amalfi, Il Mosaico di Ischia, Quattro passi di Massa Lubrense, Relais Blu di Massa Lubrense, la Taverna del Capitano di Massa Lubrense, L’Accanto di Vico Equense).

Fermo al palo il ristorante Don Alfonso di Sant’Agata sui Due Golfi della Famiglia Iaccarino (a 16,5). Ma qui si gioca un altro campionato con regole diverse.

Sempre nel fortunato triangolo d’oro della Costiera Sorrentina, resta fermo, a 18, la Torre del Saracino di Gennaro Esposito.

Arcangelo Dandini (Roma) sale di 0,5 e va a 15.

Di Vincenzo Pagano

Fulminato sulla strada dei ristoranti, delle pizze, dei gelati, degli hamburger, apre Scatti di Gusto e da allora non ha mai smesso di curiosare tra cucine, forni e tavole.