Tortelli di zucca. Ricetta in due versioni con burro e salvia o gratinati

Tempo di lettura: 3 minuti

Correndo il rischio di farvi “2 zucche così”, ecco un’altra ricetta con questo splendido ortaggio di stagione. Non so voi, ma le condizioni climatiche condizionano fortemente le mie attitudini culinarie. Emerge così la voglia di sapori semplici e corposi, da ripescare tra le ricette della tradizione.

Poca fantasia forse, ma risultato assicurato, senza mai tralasciare il tocco personale. 😉

Questa ricetta è tipica emiliana ed essendo regionale ne esistono numerose varianti, sia nel ripieno che nel condimento finale. La mia versione va un po’ incontro a tutti e per concedere più alternative possibili, propongo anche due modi differenti per servire questi tortelli.

P.S. Richiedendo pasta fatta in casa e tanto olio di gomito, suggerisco di realizzare questa ricetta in una giornata completamente libera (magari cominciando di mattina presto). Il risultato comunque non ha prezzo…Meglio della Mastercard! XD

Ingredienti (4 Persone)

Per la Pasta:
400 g Farina 0 Biologica
4 Uova Biologiche

Per il ripieno
1 kg circa di Zucca Biologica (ideale una tipologia mantovana o ferrarese, dalla polpa asciutta. Non le zucche di forma allungata)
80 g circa di Mostarda (io ne ho adoperata una non piccante di Mela Annurca)
20 g circa di pangrattato
80 g di Parmigiano Reggiamo D.O.P.
Noce Moscata
Sale & Pepe

Varianti Ripieno: Scorza di Limone grattata, 1 uovo, 80 g di amaretti pestati.

Per il Condimento
Buon Burro
Parmigiano Reggiano D.O.P. Grattuggiato
Salvia

Varianti Condimento: Ragù con fegatini ed interiora di pollo.

Preparazione

Fai il Ripieno. Taglia a fette la zucca, puliscila da semi e filamenti e inforna su una teglia per circa un’ora a 180 gradi.
Lascia freddare, rimuovi la buccia della zucca e riponi la polpa in un recipiente schiacciandola con lo schiacciapatate. Amalgama in maniera omogenea con pangrattato, mostarda, parmigiano, sale , pepe e un pizzico di noce moscata in base ai gusti personali. La consistenza deve essere abbastanza asciutta, se necessario aggiungi pangrattato.

Fai la Pasta e i Tortelli. Fai la fontana, impasta uova e farina fino a raggiungere un risultato liscio ed omogeneo (se serve aiutati con l’ausilio di poca acqua tiepida). Fai una palla e lascia riposare. Stendi l’impasto o con il matterello o con una macchinetta. Ricava dei rettangoli di pasta lunghi e sottili su cui adagiare il ripieno. Disponi una noce di composto alla zucca per ogni tortello, ben distanziato uno dall’altro e ritaglia i tortelli a rettangoli o con un coppapasta, realizzando una forma a piacere (nel mio caso dei fagottelli e delle mezzelune molto spartane XD). Fai riposare su un piano infarinato.

Servi i Tortelli

Versione 1

Metti a bollire abbondante acqua salta, cala i tortelli e scolali appena salgono in superficie, conservando l’acqua di cottura. In una terrina metti abbondanti fiocchi di burro e versa i tortelli ancora caldi mantecando con parmigiano grattugiato. Continua a condire con burro e formaggio, quasi a strati aggiungendo acqua di cottura se dovesse servire, lascia riposare e impiatta.

Versione 2

Metti a bollire abbondante acqua salata, cala i tortelli e mentre cuociono sciogli dolcemente il burro in un padellino con qualche foglia di salvia spezzettata e un po’ di acqua di cottura della pasta, senza far soffriggere. Scola i tortelli al dente, disponili su una pirofila e condisci con il burro fuso, parmigiano grattugiato e qualche fiocchetto di burro crudo. Inforna brevemente con il grill ben caldo fino a doratura, lascia intiepidire appena e servi i tortelli gratinati.

Un piatto in grado di “stregarvi”, anche in tema con la notte di Halloween! 😛

2 Commenti

  1. Belle varianti, da gustare anche dopo Halloween. La seconda versione con la doratura al grill mi fa pensare ai ravioli alla griglia cinesi…magari al posto della salsa di soia ci si potrebbe versare sopra un pò di aceto balsamico!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui