Domenica indaffarata….. fastidiosa col suo clima non caldissimo che pesa sulle nostre teste. Quest’anno mi sono ritrovata spesso a scrivervi mal ispirata dal clima…

Arriveremo alla tanto agognata bella stagione? A quei piatti leggeri, fatti di verdure appena prese dal campo, melanzane palpitanti, pomodori vanitosi…. Io non faccio che girare e rigirare per casa, aprire e chiudere il frigo… “Sfoglio” il web… tra Facebook e Scattidigusto. Non fanno altro che ricordarmi quanti eventi mi sono persa… Che fortuna questi gastrofanatici: hanno sempre orari favorevoli per essere presenti a tutti gli eventi ? Sfortuna invece che tutti gli eventi e in particolare le presentazioni dei libri si svolgano sempre in centro dove ovviamente non si parcheggia nemmeno a morire e in orari che almeno io ancora lavoro! In questi giorni ho visto raccontare in un tripudio di foto, oltre a tutta la sontuosità della Festa a Vico, anche la presentazione del libro di Arcangelo Dandini con annessa degustazione, o meglio, sprocedamento delle sue delizie.

Alle (poche serate) a cui sono riuscita ad andare mi hanno detto : “La tua presenza ci sdogana la serata!” Insomma, non sarà una missione la mia? Nello stesso momento in cui tutti questi pensieri affollavano il mio micro cervello, le mani lavoravano per voi, rivedendo una ricetta postata qualche settimana fa, in occasione dell’uscita del libro di Andy Luotto. Mi è piaciuta, mi ha ispirato, ma non avevo tutti gli stessi ingredienti. Perciò :

Spaghetti con aglio e bucce di patate fritte

Ingredienti

80 g di pasta di grano duro
5 spicchi d’aglio
3 alici
Pangrattato
Origano
Peperoncino
Prezzemolo
Qualche buccia di patate
Olio extravergine
Sale

Preparazione

L’inizio è quasi uguale alla ricetta di Andy Luotto: ho tolto l’anima all’aglio, l’ho sbollentato 4 volte passandolo da acqua calda a fredda. Ho buttato tutto nel bicchiere del frullatore con un po’ di olio, le alici e poca acqua di cottura. Ne è uscita una salsina fantastica.

Mentre la pasta si cuoceva, ho tostato in padella un paio di cucchiai di pangrattato assieme all’origano e al peperoncino. A parte in un padellino ho scaldato l’olio nel quale ho fritto qualche strisciolina di buccia di patate, poi successivamente stra-asciugate con carta assorbente. Ho mantecato quindi la pasta con la salsina di aglio in padella, aggiungendo alla fine il pane tostato e in ultimo le bucce.

Ora però non andate a pensare che io vi abbia dato l’ok per mangiare sempre pasta. In questo periodo l’ispirazione è stata “pastasciuttesca”…. ma non vi ci abituate anche perchè sta arrivando il cado e la prova costume. Tant’è che continuo nella crociata contro il braccio molliccio pensando anche al rotolino “giropanza”.

Magic circle half roll up

Partiamo sdraiati con il cerchio tra le mani (il magic circle ora lo si trova tranquillamente anche da Decathlon… non vi lagnate). Piego i gomiti e comprimendo il circle mi sollevo lasciando attaccate le punte delle scapole. Espiro durante tutta la salita.

Resto sollevata, prendendo l’aria porto a me il cerchio

Sempre rimanendo nella stessa posizione distendo i gomiti espirando.

Ripeto questa flesso-estensione per almeno 10 volte e poi riabbasso il capo a terra.

Consigli : Aprite bene le finestre e i balconi, mandate marito e figli a giocare e leggere in balcone. Ancor meglio se li mandate al parco…. 5 spicchi di aglio non si accordano molto bene con l’espirazione.

Se ripetete ogni giorno questo esercizietto, quest’estate potrete sfoggiare fantastici bracciali a serpente senza sembrare di avere al posto delle braccia 2 ariste di maiale legate con lo spago.

Se continuerete nel tempo, arriverete a Natale con una forza tale tra pettorale e gran dorsale da permettervi di rompere le noci sotto le ascelle!!! Non sarà chic ma almeno intratterrete la famiglia! Adios, au revoir, arrivederci alla prossima settimana, sperando meno “griggiosa”.

4 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui