Pilates e ricette in forma | Tzatziki con gamberi e avocado

Tempo di lettura: 3 minuti

L’estate è oramai prepotentemente entrata nelle nostre giornate…
Lo si sente qui su Scatti, i post sanno di cibi freschi, profumano di mare e di serate sulla spiaggia.
Io mi ritrovo ad arrancare dietro al mio frigo.
L’inverno mi ha fatto lavorare di fantasia per utilizzare i prodotti di stagione, alle volte mi sono sentita anche un po’ monotematica.
A cena da un’amica ieri sera sono stata anche messa alla berlina (accidempoli !!!) poichè pare che tutto quello che non mi riesce come impasto con la consistenza giusta , io decida di trasformarlo in plum cake solo perchè lo sbatto in uno stampo lungo e stretto….
Vabbè, ma so creativa io !!!
Malgrado l’appunto mi son resa conto che sto creando degli adepti che superano la “maestra” di gran lunga.
Oramai ci si scambiano varianti di livello avanzato su come è meglio cuocere il seitan piuttosto che sul come fare il riso bianco per nulla incollato e con i chicchi ben separati.
Sono fiera di queste disquisizioni!
Fatto sta che il mio frigo è impaziente: melanzane fremono non sapendo se finiranno in involtino o in mussakà, peperoni che aspettano la rivincita, pomodori sicuri della vittoria.
Che vi devo dire, sarà colpa di questo tipo di prodotti che ben si sposano col clima… le ricette sono tantissime.
Altra grande fonte di “gasamento” è data dal fatto che molte cose si usano crude o quasi.
Che più son fredde e meglio è.
In sostanza si mangia bene anche last minute.
Possiamo persino campare vari giorni degli straordinari del nostro forno.
Per oggi ho deciso di farvi lavorare poco.
Ed il mio è quasi un desiderio di far fare un po’ di pilates anche alle mie ricette (mumble mumble.. bella idea devo ricordarmela più in là).

E’ stato così che l’ispirazione data dall’esercizio proposto con la fit ball, ha creato :

Egg Balance tra Messico e Grecia

Ingredienti
5-6 gamberi
un vasetto di yogurt bianco
un cetriolo
uno spicchio di aglio
mezzo cucchiaino di senape
il tuorlo di un uovo sodo
3-4 fette di avocado

Preparazione
Prepara il cetriolo tagliandolo molto fino e cospargendolo di sale per togliergli un po’ di acqua.
Dopo un’oretta strizzalo e uniscilo allo yogurt assieme all’aglio spremuto fino a creare uno Tzatziki.
Imbastardisci la salsa appena ottenuta con un po’ di senape.
Scotta appena i gamberi che dovranno restare belli croccanti.
Appena raffreddati e puliti, tuffali nella salsa aggiungendo il tuorlo d’uovo tritato e le fette di avocado.

Dopo aver fatto fare un po’ di equilibri all’uovo…..

Elbow Balance on Fitball

Vi ricordate la palla di qualche tempo fa ?
E’ venuto il momento di “riacchiapparla”….ne va dei vostri addominali.
Piazzate gli avambracci in asse sulla sommità della palla
Restate bene in ginocchio.

Cominciate a caricare un po’ di peso sulle braccia.
Inspirate ed espirando fate pressione sulle braccia e fate scorrere la palla.
Dovrete raggiungere la posa della foto.

L’equilibrio si giocherà tra i gomiti e le ginocchia.
Tornate indietro inspirando.
Ripetete lentamente per 10 volte.

RACCOMANDAZIONI

  1. Gomiti e ginocchia in asse
  2. Respirazione bella lunga e completa, specialmente la fase di espirazione
  3. Premete bene le braccia sulla palla , facendo attenzione che le spalle non si avvicinino alle orecchie
  4. Non spanciate, la tecnica è simile a quella delle flessioni
  5. Non eseguite in caso di dolore alle ginocchia

Se avete fatto tutto correttamente siete davvero sulla buona strada…
Ma la state notando un po’ di differenza nei vostri addominali…???
Attendo fiduciosa i vostri commenti (umphf… speriamo che almeno qualcuno mi dai soddisfazione)

5 Commenti

  1. Addominali? La tartaruga al contrario. scusa claudia ma sono domande da fare tra tutti questi longilinei?

    Facci una bella pasta, su su!!!

  2. buona domenica a voi tutti.buon inizio settimana.
    questa ricetta:tzatziki con gamberi,avogado e’ incredibilmente giusta.bravissimi per la bellissima idea da voi proposta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui