Arcangelo Dandini. Matriciana a Londra per Young&foodish

Tempo di lettura: 2 minuti

L’Amatriciana di Arcangelo Dandini sbarca a Londra, ma solo per una sera, il 26 ottobre. Young&foodish, il sito del critico gastronomico Daniel Young, ha organizzato uno dei suoi SpagWednesday, gli spaghetti del mercoledì, al ristorante Andrew’s. A proporre a Young il nome di Arcangelo è stata Katie Parla, rapita dagli gnocchi presentati in anteprima nel corso dell’Armageddon 2010 (e non è stata l’unica: lo dicono anche i marziani!)

“Eat great good, meet great people”, oppure “eat like a kid, dine like a prince”: ecco due slogan per capire lo spirito degli eventi organizzati attraverso il sito dal suo fondatore, autore di libri e guide e critico gastronomico di lungo corso, “cafenatic”, come si definisce egli stesso, che il 23 febbraio ha inaugurato la serie SpagWednesday con gli spaghetti con le vongole preparati da Francesco Mazzei del ristorante L’Anima, tempio della cucina italiana a Londra. E ora si prepara a far conoscere in terra britannica la migliore amatriciana di Roma.

Arcangelo Dandini si materializzerà tra i fornelli di Andrew’s solo due giorni dopo il BurgerMonday che il 24 ottobre metterà in scena il panino preparato dal celebrity chef Henry Harris, cuoco di chiara osservanza culinaria francese e co-proprietario del Racine, nel quartiere Knightsbridge di Londra. Del panino di Harris si sa soltanto che sarà fatto di carne di vitello olandese di qualità certificata, che sarà accompagnato da salmone affumicato e patatine, costerà 40 sterline e che è già tutto esaurito.

Dell’Amatriciana di Arcangelo Dandini si conoscono i fornitori (Melograno Deli per la pasta, il Pecorino e il guanciale; Andreas Fine Fruit & Vegetable per i pomodori), si sa che la cena costa 55 sterline, che il menu prevede anche gli ormai mitici supplì (e se per caso siete lontani da Roma o da Londra, eccovi la ricetta e i segreti) e uno dei suoi dessert più gettonati: cioccolato bianco con capperi e olio d’oliva di Giulio Campello, e che, nonostante i ben cinque turni di seduta previsti e i 72 posti disponibili (venduti da Young&foodish in sole 72 ore), è, anche lui, sold out!

Fonte: Young&foodish. Foto: Betta Iacoboni, archivio SdG, Francesco Arena, Vincenzo Pagano

(Big Picture: le foto possono essere ingrandite cliccando sull’immagine)

2 Commenti

  1. Strano che abbiano invitato il mediocre arcangelo e non il grandioso chef dell’antica pesa ah gambero rosso ma vattene a zappà la terra

  2. Daniel e’ una persona interessante, e minuziosa la formula carina, si potrebbe fare anche da noi e potrebbe funzionare, Dino J del Melograno Deli un signore di altri tempi, grandi carni di o’ shea Butcher, la grandissima Katie la mia mericana preferita, e Arcangelo. Sono vermicelli comunque. 😉

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui