Inizio scintillante con l’equipaggio di Scatti di Gusto che approda alla tavola di Salvatore Tassa, fresco di polemiche e in fuga dalla guida del Gambero Rosso.

Poi la nave inforca l’oceano, alla volta degli Stati Uniti. Destinazione Avec, Chicago, ingredienti stellari, prezzi abbordabili e location (simil)informale che tanto ha entusiasmato Nicola Massa.

Intanto risale la marea dell’antipolitica con la polenta a 100 euro per i parlamentari, la vana attesa del ministro La Russa a Montecitorio con la pizza Maserati di Gino Sorbillo e un’adesione “di spessore” per OccupyFood, quella di Gabriele Bonci e del suo Pizzarium.

Notizie dal mondo gastronomico: apre una maxi scuola di cucina nella capitale mentre Grom mette radici anche nel quartiere Trionfale, a Roma, e si lavora ad un cambio di menù al ristorante romano All’Oro dopo le dimissioni di Stefano Preli.

Continua la saga di Masterchef. Dopo la ricetta del tonno senza arie, portata da Agnese Malatesti al cospetto del trio Cracco-Barbieri-Bastianich, c’è la diretta della settima puntata del reality, con Sorbillo piacevolmente accomodato su un divano, lontano dalle fatiche milanesi di Masterchef.

Per il vino, avvia le operazioni Black Mamba con la scheda di due Krug a confronto. Si prosegue con improbabili Barolo tra gli scaffali dell’Auchan e si brinda al lusinghiero, checché rarissimo, 100/100 di Wine Advocate ad un vino italiano, il Monfortino 2004 di Giacomo Conterno. Poi parte la l’ilare stroncatura di Alessandro Bocchetti e Paolo Trimani al Merano Wine Festival.

Per la baguette a lunghissima conservazione leggete qui. Per sapere se la patata ogm di Basf riuscirà ad entrare in commercio, restate connessi.

Capitolo ricette: per la pizza è pronta una batteria di lezioni virtuali, per le polpette al sugo c’è la Strana Coppia in azione e se siete in vena di contaminazioni culinarie, seguite i consigli di Lorenzo Sandano e unite il cavolo nero alla romanissima trippa in una zuppa in stile ribollita.

Se poi affacciandovi alla finestra vedete una bella aiuola di cui non ricordavate l’esistenza, non dite che non vi avevamo avvertito. Questo è il fine settimana del Guerrilla Gardening!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui