La nuova stagione continua a regalarci verdure fantastiche; verdure spesso molto più efficaci di tanti medicinali usati nel quotidiano.
Cavoli e broccoli ad esempio, sono noti per le loro proprietà anti-cancerogene, ma non tutti sanno che molte di queste sostanze benefiche risiedano proprio nelle foglie; tendenzialmente però amare e poco appetibili.
Da amante di questi prodotti in stagione, mi sono ingegnato per una ricettina semplice e salutista “ricicla-foglie”; che però con qualche accortezza saprà regalare grande soddisfazione anche alla gola.
Voi potente tranquillamente omettere il pomodorino sott’olio o la bottarga che io apprezzo molto, mentre la “mia amata burrata” è fondamentale per i giusti contrasti del piatto.

Fusilloni al pesto di foglie di broccoletti,
pomodorini, burrata e bottarga

Ingredienti

400 g abbondanti di fusilloni
Foglie di broccoletti siciliani bio
Colatura di Alici di Cetara
2 Burratine di Andria
1 cucchiaio abbondante di pinoli bio
Cubetti di ghiaccio
Bottarga
Pomodorini pugliesi sott’olio
Basilico

Preparazione

Tosta una parte di pinoli su un padellino antiaderente per la presentazione. Tieni da parte.
Cuoci per pochi minuti al vapore le foglie dei broccoletti pulite dalle coste, fai raffredare e frulla con cubetti di ghiaccio, pinoli, un filo di colatura di alici e basilico spezzettato. Tieni da parte disponendo un pò del pesto sul fondo di una terrina.

Cuoci i fusilloni in acqua abbondante non salata (ricorda che hai la colatura) e scolali al dente direttamente nella terrina del pesto. Incorpora il pesto rimanente e condisci accuratamente la pasta aggiungendo anche i pomodorini sott’olio sgocciolati.

Impiatta i fusilloni al pesto su dei pezzettini di burrata fresca (sfilacciata grossolanamente) e termina con i pinoli tostati ed una grattata di bottarga a piacere.