E’ domenica. E’ festa.
Il pranzo è durato almeno fino alle 5 perché è festa (sì, ma non ho toccato il pane); a colazione cornetto, perché tanto è festa; stesso ragionamento dietro alla scelta del cannolo (ma era piccolo eh!) dal vassoio dei dolci. Come se “tanto è festa” dimezzasse le calorie. Ora è sera, non posso mica cenare, ormai quasi non è più festa, e poi ci tengo al fisico. E allora che faccio? latte e cereali, quelli fitness straricoperti di cacao (ma si chiamano fitness!).
E’ lunedì mattina. Non è più festa. Mi peso, come sempre, con la coscienza tranquilla, e CHE FASTIDIO quando, stupita e tradita, scopro che tutte le mie convinzioni della domenica pesano 1 kg in più!

(Federica Bernardo)

E se vuoi conoscere un altro fastidio, accomodati!

[Federica Bernardo]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui