Leggete Sara Papa e in un mese diventate bravi in cucina

Tempo di lettura: 4 minuti

Quattro settimane ed è fatta! Tanto potrebbe trascorrere dalla più semplice delle ricette, il pane, ad un bel cosciotto di agnello laccato con miele e agrumi, per essere promossi sul campo abili cuochi. La promessa è di Sara Papa, volto famigliare della tv tra i fornelli, insegnante di cucina e autrice di libri di ricette. Che per accompagnare il neofita verso i piaceri e le soddisfazioni del saper cucinare ha scritto un libro dal titolo invitante: “Impara a cucinare in un mese”.

Gradualità e progressione, ecco il taglio caratteristico che l’autrice, reduce dal successo di “Tutta la bontà del pane”, ha voluto dare al suo bel lavoro. Si comincia con i fondamentali. Oltre al pane e la pasta fresca, il riso, il pesce e la carne  (varietà, consigli sulla cottura, come si riconosce quello/a buono/a); i condimenti, la conservazione dei cibi, gli impasti (pasta frolla, brisée, sfoglia e Pan di Spagna), le creme, la meringa, il cioccolato e il gelato. Una volta “entrati in confidenza”, si procede con i quattro step settimanali, iniziando “dalle cose semplici” per arrivare “a un programma leggermente più complesso ma comunque accessibile”.

Un mese, un tempo ragionevole, a ben vedere, per diventare bravi tra i fornelli. Un compromesso accettabile tra l’eterna fretta, che spinge verso la deriva di una cucina banale, e il necessario impegno che “la cucina, quella buona, richiede”. A cominciare dagli ingredienti. Internet e Gruppi di Acquisto i nuovi orizzonti dell’approvvigionamento in cucina, secondo Sara Papa, ai quali rivolgersi per sperare di ritrovare sulle nostre tavole “quei cibi che un tempo comparivano quotidianamente sulla tavola dei contadini”.

Intanto, direttamente dalla terza settimana (non lontani dal traguardo), ecco una ricetta bella e possibile: il babà con i frutti di bosco. Due ottimi regali, libro e dolce, per le festività imminenti.

Babà con i frutti di bosco

Ingredienti

375 g di farina (si consiglia la farina Petra 1 del Molino Quaglia)
125 g di lievito madre (o 30 g di lievito di birra sciolto in un cucchiaio di latte)
480 g di uova (circa 8)
1 baccello di vaniglia Bourbon
45 g di miele di acacia
La scorza di 1/2 limone
250 g di burro
7 g di sale

Per la bagna al rum
600 g di rum
1.000 g di acqua
750 g di zucchero
La scorza di 3 limoni
1 stecca di cannella

Per completare
Frutti di bosco
Crema pasticciera

Preparazione

Per la realizzazione di questa ricetta è sconsigliato l’impasto a mano. Setacciate la farina e aggiungete il lievito nella bowl di una planetaria con gancio (o in alternativa in un’impastatrice). Aggiungete metà delle uova e impastate fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Aprite a metà il baccello di vaniglia ed estraetene i semi. Uniteli all’impasto con il miele e la scorza di limone grattugiata e impastate. Aggiungete il burro a pezzetti (tenuto a una temperatura di circa 15-16°C per non farlo sciogliere durante la fase di lavorazione) poco per volta, unite le restanti uova e lavorate l’impasto ad alta velocità per 5 minuti.
L’impasto deve risultare morbido ed elastico. Continunado a impastare, aggiungete il sale. Versate l’impasto in stampi da babà (io ho usato 24 stampini svasati, con base di 4,5 cm e altezza di 4 cm), riempiendoli fino a metà; coprite con pellicola per alimenti. Se usate il lievito di birra, fate lievitare l’impasto fino a che non avrà raggiunto quasi il bordo dello stampo. Se usate il lievito madre, lasciate lievitare il babà a temperatura ambiente per un’ora e poi in frigorifero per 8 ore, quindi riportateli a temperatura ambiente per circa un’ora o fino a quando l’impasto non raggiunge il bordo dello stampo. Cuoceteli in forno statico preriscaldato a 180° per circa 30 minuti, se usate uno stampo unico, per 20 minuti nel caso di piccole pezzature. A cottura ultimata estraete il babà dallo stampo e passatelo per qualche minuto in forno per colorare la parte contenuta nello stampo. Preparate la bagna: portate sul fuoco l’acqua dei limoni, per ottenere uno sciroppo. Fate raffreddare fino a 35°C circa e aggiungete il rum. Lasciate riposare il babà per circa un’ora, poi ammollatelo nella bagna. Servite con crema pasticciera e frutti di bosco. Potete anche servire il babà semplicemente con la bagna, accompagnarlo con altra frutta di stagione oppure servirlo con una crema all’arancia, al limone o con una crema bianca senza uova.

Sara Papa. Impara a cucinare in un mese – Gribaudo – € 16,90

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui