Cucina degli avanzi. La ricetta dello sformato di pane e pomodoro, anche vegan

Tempo di lettura: 3 minuti

Buttare il cibo è un peccato mortale. Trasformarlo è una dote inestimabile. Gli avanzi che non potete o non volete mangiare tal quali il giorno dopo, previa ondata di microonde o ripassatina in padella, potete facilmente farli diventare piatti nuovi e spesso divertenti e nuovi. Certo, lo so che non ho scoperto chissà quale segreto, ma a volte ripetere l’ovvio giova.. E giova anche pensare a delle alternative per consumare il pane ormai secco: oltre al solito pangrattato, sì molto utile, possiamo preparare dei piatti davvero sorprendenti per semplicità e gusto.

Quella chi vi propongo oggi è una ricettina da fare al volo, per usare un pane ormai troppo duro e risolvere, contemporaneamente, una cena all’ultimo minuto. Le varianti vegetariane sono molte e tutte gustose: omettendo il pomodoro, si può tranquillamente aggiungere del radicchio, della zucca tagliata a fettine sottili, dell’indivia belga. La versione di oggi, quella base, è piuttosto neutra: è quella da usare quando in casa non abbiamo niente da poter infilare in una tortina salata!

Sformato di Pane e Pomodoro

Ingredienti

4 fette di Pane Vecchio
200 ml di Polpa di Pomodoro
Pezzettino di Cipolla Bionda
Sale
Olio
Pepe Nero
Pepe Bianco
200 ml Latte di Soia *
Pane per la decorazione

Preparazione

Il pane. Una volta tagliate le fette, fate scaldare in padella un filo d’olio con dito con sale e pepe bianco; tostate le fette di pane da entrambi i lati, facendole diventare ben croccanti e scure.

Preparate il pomodoro facendolo cuocere in un pentolino con sale, olio, pepe nero e cipolla; ho usato della passata fatta in casa. Se non ne avete e dovete quindi usare quella comprata, preferite la polpa o i pelati alla passata. Fate stringere leggermente il sugo e, una volta pronto, tenetelo da parte.

Prendete altro pane secco, se ne avete, o anche fresco; tagliatelo a cubetti.

Accendete il forno a 200°.

In una piccola pirofila versa un cucchiaio di latte e un filo d’olio; stendete le vostre belle fette di pane cercando di aggiustarle nel miglior modo possibile e di lasciare pochi spazi vuoti; aggiungi quindi sul pane un paio di cucchiai circa di sugo di pomodoro e copri con altre fette. Continua fino ad esaurimento del pane o della teglia. Una volta completato, prendi il latte e versalo, usando gli spazi inevitabilmente lasciati dall’irregolarità del pane, nella teglia: cerca di farlo da punti diversi, in modo che tutto lo sformato ne sia bagnato e continua fino a farlo arrivare in superficie. In ultimo, prendi i cubetti che hai tagliato, spargili sulla superficie della teglia, condisci con sale, olio, prezzemolo e pepe bianco.

Inforna per circa 20 minuti o finché non vedrai quasi più tracce di latte e il pane in superficie avrà assunto un bel colore dorato!

Per avere delle belle fette, aspetta che si raffreddi leggermente, così che sarà anche più compatto.

Buon Appetito!!!

* Latte di soia: potete usare, ovviamente, il latte vaccino. In alternativa, potete anche usare della besciamella (vegetale o no): personalmente l’ho trovata troppo densa per farla scivolare nel tortino alla fine, quindi l’ho allungata con dell’acqua. Se volete, invece, potete aggiungerla sopra lo strato di pomodoro, a mo’ di lasagna.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui