La migliore matriciana o amatriciana di mare la fai con questa ricetta

Tempo di lettura: 2 minuti

Siete amanti della matriciana ma l’usanza, la vostra dieta o un po’ di voglia di leggerezza dopo l’abbuffata natalizia richiede pesce e non guanciale di maiale come la tradizione richiede? Scatti di Gusto vi propone una scorciatoia. Al Salotto Culinario di Roma, Dino de Bellis predispone il box take away Cucìnati per le feste (per non restare cucinato) con un menu a 25 € per i nostri lettori dove trovare tutte le istruzioni per prenotare (per il cenone del 31 dicembre) e di seguito la ricetta da utilizzare con successo anche nel resto dell’anno al pari della tartare di pescato (ricciola) e del cannolo (basta utilizzare le verdure di stagione).

Spaghetti alla matriciana di mare

Ingredienti

400 g di spaghettoni Benedetto Cavalieri
10 mazzancolle
500 g di cozze
400 g di vongole
1 piccolo polpo
1 limone
2 cucchiai di pistacchi tritati
Olio extravergine di oliva
Aglio, peperoncino, prezzemolo

Preparazione

Per cominciare apri i frutti di mare con olio aglio e peperoncino.
Una volta aperti sgusciali e mettili da parte. Filtra il loro succo e metti da parte anche questo.
Prendia il limone e togli la buccia, facendo attenzione a non lasciare troppo bianco.
Taglia delle piccole striscioline e mettile a bollire, partendo da acqua fredda: appena comincia a bollire toglile dall’acqua calda, passale sotto quella fredda e ricomincia il procedimento per la bollitura. Rifai il passaggio per 5/6 volte. Nell’ultimo, insieme all’acqua fredda metteremo 4 cucchiai di zucchero e il succo dello stesso: fai bollire per 10 minuti e lascialo raffreddare.

Fai bollire il polpo per 10 minuti in acqua e odori e lascialo raffreddare per altri 10 minuti nella stessa acqua.
Taglialo a pezzi grossolani.
Cuoci la pasta in abbondante acqua salata.
In una padella capiente fai imbiondire uno spicchio d’aglio e del peperoncino e le teste delle mazzancolle precedentemente sgusciato, sfuma con l’acqua dei molluschi e lascia insaporire a fuoco lento.

Quando la pasta è quasi cotta tuffala nella padella, aggiungi il restante liquido dei molluschi e porta a fine cottura. Aggiungi tutto il pesce spegnendo il fuoco, il prezzemolo, qualche strisciolina di limone e un filo di olio.

Servi cospargendo di pistacchio tritato.

3 Commenti

  1. Io la faccio con dadi di tonno, di salmone, di cernia e gamberetti, la faccio rosoliere con aglio e peperoncino poi sfumò co vino bianco, aggiungo pomodoro e faccio cuocere per 10 minuti. Mi piace con le mezze maniche di frangano, appena cotte le spadellati e aggiungo pecorino romano. Buon appetito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui