Milano. La ricetta della pizza che funziona si chiama Spontini

Pizzerie

trancio pizza

Un nuovo Spontini genera lunghissime code per la distribuzione gratuita di tranci di pizza. Così è stato all’inaugurazione del nuovo negozio, in via Santa Radegonda 11, qualche giorno addietro.

È il sesto della serie milanese – sì ho mangiato in tutti e sei (Spontini-Buenos Aires, Papiniano, Marghera, Cenisio, 5 Giornate). Milanese perché si prevedono aperture giapponesi, a Tokyo, e poi a Londra, e poi chissà.

Questa pizzeria modifica il format originario con un look bianco e nero – pressoché total black il locale, lasciando in bianco la cucina, a vista.

Grande video su una parete, con insegne, scritte, menu, foto. Si mangia in piedi o si porta via. I piatti sono di carta a forma di trancio triangolare, forchette di plastica; niente coltelli perché la pizza, rotonda, viene sfornata e inserita in un apposito trancioporzionatore e ogni singolo trancio viene porzionato con apposita rotella.

spontini pizza porzionatrice

Antropologia tranchant: se la rotella, o il coltello-spatola, o le forbici (Princi) sono ormai comuni, il trancioporzionatore non l’avevo ancora visto.

Tre le pizze: Margherita (pomodoro mozzarella origano), Mediterranea (pomodoro acciughe capperi origano), Prosciutto (pomodoro, prosciutto cotto, mozzarella, origano), da 2,80 a 3,60 €.

Tre i menu pizza + bibita (Pepsi, Birra Moretti Baffo Oro e un po’ di birre assortite).

Prezzi più bassi degli altri Spontini, ma non c’è, appunto, servizio, e solo alcuni banchi per mangiare in piedi.

Menù anche in inglese, aperta dalle 11 alla 1 di notte (l’Expo si avvicina, no?).

La pizza è sempre quella: immutabile da anni e negli anni, uguale ovunque la si mangi.

Qui non c’è la possibilità di scegliere la porzione abbondante, le fette sono tutte uguali.

Non è la pizza napoletana, né salernitana, né gourmet né post-gourmet: mi piace proprio per questo, è una specie di impasto classico milanese.

pizza impasto

Leggo: “Acqua di Milano, farina di grano tenero macinato 00, polpa di pomodoro dall’Emilia, mozzarella di latte vaccino, acciughe e origano, oltre a sale e pepe. E nella teglia un filo di olio di soia su cui la pizza sfrigola”.

Spontini sono pizzerie monoprodotto (solo a mezzogiorno, in alcuni locali, si aggiungono le lasagne), nate nel 1953 da un “Cibi cotti” aperto da un immigrato toscano.

pizza-margherita-Franco-Pepepizzeria-Sorbillo-Lievito-Madre-a-Mare-Napoli-settemargherita Dry

Sabato, dopo l’apertura, ancora molta gente. Segno che la ricetta della pizza di successo a Milano l’ha sempre Spontini.

Vedremo se Princi-Pepe o Sorbillo riusciranno a insidiarla. O se già lo fa Dry, tutta gente da super classifica.

Tra l’altro, la coda (doppia) per i panzerotti di Luini, lì dietro l’angolo, era, come sempre, lunghissima. (PS Luini a Londra c’è già arrivato da anni…)

Spontini vi ho convinti o andate a mangiare la pizza altrove? Fuori nomi, indirizzi, sensazioni!

Spontini. Via Santa Radegonda 11. 20121 Milano. Tel. +39 0289092621

[Immagini: Emanuele Bonati, Vincenzo Pagano]

Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.