Milano. SOS Franco Pepe: la pizza da Princi delude

Pizzerie

Franco Pepe

Solo chi è andato da Princi a Milano per assaggiare la pizza di Franco Pepe può dire la sua. Giudicare senza aver assaggiato è impossibile.

Ma se leggiamo i commenti dei più autorevoli critici gastronomici, sembra che a piazza XXV aprile esistano due locali Princi – Pepe. O Pepe – Princi, fate voi.

Luigi Cremona è stato da Princi lunedì 3 marzo a pranzo. Sottoponendosi, tra l’altro, al triplice confronto con la pizza serale alla Gatta Mangiona dove erano ospiti i pizzaioli di O fiore mio di Faenza.

Ne dà conto sul suo blog, Porzioni Cremona, dopo aver assaggiato i piatti del giovane Valentino Russo.

pizza sole nel piattocalzone pepe

Accanto è il forno con la consulenza del grande Franco Pepe e assaggiamo quindi la pizza (ottima) e un calzone (un pò pesante).

Ben più duro quanto scrive Valerio M. Visintin sull’edizione cartacea del Corriere della Sera di Milano. Già il titolo non fa sperare: “La pizza acclamata è deludente (e cara)”

visintin Corriere della Sera

Per poi continuare: “La acclamatissima pizza con la tutela a distanza di Franco Pepe (e qui c’è una doverosa parentesi sul chi è Pepe che sul menu hanno dimenticato, ndr) è un’edizione mediocre: cottura incerta, cornice gommosa, pasta che si sfalda al centro, digestione più che ardua”.

Insomma, una Caporetto bella e buona. [Aggiornamento: Valerio M. Visintin ha pubblicato anche sul blog una recensione più dettagliata]

Franco Pepe

Sono incerto tra due valutazioni così diametralmente opposte mentre mi rendo conto che la Margherita a 11 € ha fatto ribollire il sangue a Valerio M. Visintin, sempre molto attento ai prezzi del cibo. Anche se a pensare a quella di Pepe in Grani ti commuovi al solo ricordo.

pizza marinara pepe princiPepe in grani

E mentre cerco di capire se ci sia un errore di geolocalizzazione nel boom di aperture che punteggiano Milano e che hanno spinto lo stesso Corriere della Sera, e non solo, a parlare della sfida tra Spontini e Luini (e noi sul versante panzerotti ci siamo allungati a Brera) arriva la doccia fredda di Cristina Scateni che ha avuto il “coraggio” di assaggiare la marinara a 9 €.

Solo 2 € di costo mozzarella dividono le due pizze. Per il resto, bocciatura pesante. “Si salva il pomodoro. Cornicione troppo grande e gommoso, cottura incerta, centro della pizza molliccio”. Nemmeno una lontana imitazione della fantastica Marinara cui ci ha abituato Franco Pepe.

Confronto impietoso.

Gennaro Battiloro

Che Gennaro Battiloro e Ettore Princi abbiano già dimenticato la lezione di Franco Pepe che, invece, ha deliziato gli invitati alla preview per pochi intimi?

pizze-servizio-Franco-Pepe

Forse potreste dircelo voi che siete andati ad assaggiare il nuovo Princi, lì proprio di fronte a Eataly Smeraldo?

Mentre Franco Pepe speriamo stia correndo in soccorso della sua nuova creatura, visto che Valerio M. Visintin dice che anche il servizio è in piena crisi esistenziale.

[Link: Corriere della Sera, Porzioni Cremona. Immagini; Porzioni Cremona, Cristina Scateni, Luciano Furia, Vincenzo Pagano]




Di Vincenzo Pagano

Fulminato sulla strada dei ristoranti, delle pizze, dei gelati, degli hamburger, apre Scatti di Gusto e da allora non ha mai smesso di curiosare tra cucine, forni e tavole.