La ricetta perfetta dello chef: panelle palermitane

Ricette

Lo street food, soprattutto se si tratta di fritti, è come una droga: un bocconcino tira l’altro, e non si riesce a smettere finché il cartoccio non è finito. Che si tratti di patatine, di pizzette o di panelle. Le panelle sono le sottilissime frittelle di farina di ceci, il tipico street food di Palermo, consumato normalmente in mezzo ai panini con sesamo o insieme ai cazzilli (crocchette di patate con prezzemolo) e conditi con sale e limone. Cibo povero, poverissimo, ma sfizioso e molto facile da preparare.

Vi passo la ricetta di uno chef del Gambero Rosso, Davide Francesco Cannillo che, in occasione della presentazione della guida Street Food 2015, ha tenuto una lezione di cucina da stradaad un gruppo di selezionati food blogger e ci ha svelato alcuni dei suoi segreti.

La ricetta delle panelle palermitane

panella palermitana

Ingredienti

500 g di farina di ceci
1,5 l di acqua
1/2 cucchiaio raso di sale
pepe
prezzemolo o finocchietto qb
olio di semi di arachide
panini al sesamo
limone di Sorrento

Sciogliere la farina di ceci nell’acqua fredda, aggiungere il sale e il pepe e mescolare bene con la frusta.

Mettere la pentola sul fuoco e mescolare a lungo finché l’impasto è diventato compatto e si stacca dai bordi della pentola.

Tritare finemente il finochietto (ed è molto meglio del prezzemolo!, ndr) e aggiungere all’impasto.

Togliere la pentola dal fuoco, versare il composto sulla carta da forno, coprire con un altro foglio di carta e stendere con l’aiuto di un matterello in uno strato molto sottile (3 mm circa).

panelle_fritte

Tagliare la sfoglia a quadratini di 5 cm circa e friggerli nell’olio bollente finché saranno dorati (più l’impasto è sottile, più si gonfia in cottura e più diventa croccante).

panelle_fritte2

Asciugare le panelle sulla carta assorbente e salare.

Tagliare i panini a metà, farcire ognuno con 3-4 fette di panelle, aggiungere una sottile fettina di limone di Sorrento e mangiare con gusto!

Ma sono troppo buone anche da sole senza pane, queste panelle. Perciò, “consumare con moderazione”!

Di Giulia Nekorkina

Moscovita di nascita, romana da 25 anni, Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adora cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.