guida 100 migliori ristoranti torinoConoscete una guida migliore per i 100 migliori ristoranti di Torino. di Luca Iaccarino? Probabilmente no: il giornalista-autore conosce la città sabauda come le sue tasche e insieme a Cavallito & Lamacchia è proprio dal capoluogo torinese che è partito per dare vita alla collezione I Cento ormai sette anni fa.

Collana che annovera anche anche Milano 2016 e Roma 2016 (e c’è stata anche Bari).

“I Cento di Torino”, così come quello di Roma e Milano, affida la classificazione a una semplice linea. Quella del conto a più o a meno di 25 €..

Nella categoria POP ci sono le 50 migliori piole. Non c’è una classifica (sono tutti in ordine alfabetico), ma il costo del pasto sta appunto sotto i 25 €. La migliore, ve lo diciamo subito, è il Ristoro Rosa Bianca che becca il premio e un  solo aggettivo: stra-or-di-na-rio.

A queste si affiancano 10 colonne della cucina POP.

mappa migliori ristoranti Torino

In pratica, il trio non è riuscito a farci entrare tutti i migliori in appena 50 indirizzi e nonostante si contino ben 15 new entry: cioè 1/3 delle tavole sono nuove di pacca. I Magnifici Dieci sono ristori che hanno una storia semisecolare e che rientrano nella categoria “da non perdere per nulla al mondo”.

Lo capirete con l’avvio della prima scheda, il Caffè Vini Emilio Ranzini cioè LA PIOLA scritto tutto maiuscolo o, se preferite, la piolazza per eccellenza.

E poi ci sono i ristoranti TOP, ossia quelli dove si spende più di 25 €. Qui c’è la classifica e partiamo proprio da questa per dirvi chi è il re sabaudo per eccellenza.

Avete indovinato?

La 50 Top ristoranti Torino 2016

Davide Scabin

  1. Combal.Zero
  2. Del Cambio
  3. Ristorante Casa Vicina – Eataly Lingotto
  4. Trattoria Zappatori
  5. Magorabin
  6. Dolce Stil Novo alla Reggia di Venaria
  7. Ristorante La Credenza
  8. Ristorante Consorzio
  9. Vintage 1997
  10. Al Gatto Nero
  11. Gardenia
  12. Ristorante VO
  13. Ristorante della Sacra
  14. Ristorante Adriano Mesa
  15. Ristorante La Valle
  16. Blupum
  17. Welcome Cargo Restaurant
  18. Magazzino 52
  19. Ristorante Allegri
  20. Kido-ism
  21. Ristorante Ruràl
  22. Al Pass
  23. Contesto Alimentare
  24. Scannabue Caffè Restaurant
  25. La Taverna di Fra’ Fiusch
  26. Trattoria La Madia
  27. Mare Nostrum
  28. Ristorante Tre Galline
  29. Enoteca Parlapà
  30. La Gallina Scannata
  31. Tre Galli Vineria Ristorante
  32. Ristorante Bastimento
  33. Al Garamond Ristorante
  34. Ristorante Berbel
  35. Enoteca Bordò
  36. Société Lutèce
  37. Carlina Restaurant
  38. Oinos
  39. Shizen
  40. Osteria Antiche Sere
  41. Ristorante Capriccioli
  42. Ristorante EOS
  43. La Sartoria – Cucina su Misura
  44. Ristorante Carignano – Grand Hotel Sitea
  45. L’Acino Restaurant
  46. Le Vitel Étonné
  47. San Tommaso 10
  48. Simini – Brasserie de La Mer
  49. La Limonaia
  50. Spazio7

Le 10 colonne

Caffè Vini Emilio Ranzini

  1. Caffè Vini Emilio Ranzini
  2. Piola da Celso
  3. Ristorante Alba
  4. Ristorante Toscano
  5. Trattoria Ala
  6. Trattoria Bar Coco’s
  7. Trattoria da Felice
  8. Trattoria Lauro
  9. Trattoria Toscana
  10. Trattoria Valenza

Le 50 migliori piole di Torino nel 2016

Ristoro Rosa Bianca Torino

  1. Adonis Creperie
  2. Banco Vini e Alimenti
  3. Bar Tavola Calda Fratelli Ansaldi
  4. Bar Trattoria di Via Oropa
  5. Barbagusto
  6. Bicchierdivino
  7. Cianci Piola Caffè
  8. Cibo Container
  9. Cucina Popolana di Marco Brusconi
  10. DisGuido – Eataly
  11. Dù Cesari
  12. È Cucina
  13. Il Covo della Taranta Trattoria Salentina
  14. Japs!
  15. L’Angolo di Parìn
  16. L’Osteria di Pierantonio
  17. La Cucina di Lido
  18. La Fucina Caffè
  19. La Grande Muraglia
  20. La Locanda del Bollito
  21. La Maison di Chez Rinoò
  22. Laleo
  23. Mijuna Wasy – Peruvian Food
  24. Norma – Polpetteria Artigiana
  25. Osteria Le Putrelle
  26. Osteria Le Ramin-e
  27. Pastificio Defilippis
  28. Pastis
  29. Pizzeria Baita dei 7 Nani
  30. Pizzeria da Gino
  31. Plin & Tajarin
  32. Poormanger
  33. Ristò Civassa
  34. Ristoro Rosa Bianca
  35. Rossorubino
  36. Sciamadda
  37. Sodo
  38. Sorij Nouveau
  39. Soup and Go
  40. Sovietniko
  41. Taberna Libraria
  42. Teapot Tisaneria con Cucina
  43. Trattoria Bologna
  44. Trattoria Bon… Bon!
  45. Trattoria d’Agata
  46. Trattoria L’Osterante
  47. Trattoria Mombercelli
  48. Trattoria Pizzeria Nesci Ferdinando
  49. Trattoria Primavera
  50. Vinolento – Cantina & Cucina

I Premi della Top 100 110 del 2016

Luca Iaccarino

La migliore piola per il 2016 è il Ristoro Rosa Bianca.

La grande promessa per il 2016 è Alessandro Giai del Ristorante della Sacra.

Gli Osti che sorridono sono all’Acino Restaurant.

Per trovare La Cantina Curiosa bisogna andare a Magazzino 52 che ha vinto il relativo premio.

Ora siete disposti a credere a questo signore qui sopra che in quanto a trattorie Torino è la città più fortunata d’Italia?

5 Commenti

  1. Non hanno senso queste guide.
    Lo dice il buon senso.
    Già c’è una pletora di Guide Storiche.
    Poi, con l’avvento del WEB, la possibilità di reperire informazioni è aumentata:
    Blog, Tripadvisor ed Altri.
    C’è soltanto il pericolo di perdersi in questo mare d’informazioni:
    tra Classifiche, SuperClassifiche e Classifica delle Classifiche.
    Ora queste nuove guide dicono, per vendere, “noi siamo i migliori”.
    Guardate, qualcuno che ci crede lo si trova sempre.

  2. In effetti qualche migliaia di lettori ci crede. Anche a lei però consiglio una lettura (non un acquisto, la sfogli in libreria). La legga, dimentichi la classifica, scopra le differenze dalla pletora di guide storiche. Poi ci dica che non hanno senso, o che lo hanno.

  3. Caro Stefano, lo farò.
    Ho dimestichezza con i libri e ancora ne compro, magari scaricandoli da google play.Anche se il cartaceo mi piace di più.
    Scusami, se sono stato un po’ brutale.
    Saluti 🙂
    .
    PS
    Poiché sono uno stroncatore seriale non chiedetemi di andare in tutti i locali che critico.
    Ne ho parlato tantissime volte.
    Entro…certi limiti…si può criticare(in senso negativo), come si può applaudire.
    Altrimenti chiudiamo quei pochi spazi di…DIBATTITO PUBBLICO…e infiliamoci TUTTI nelle varie tribù di Facebook e compagnia bella.
    Dalle ultime ricerche sembra che siano loro(Facebook ecc…) a dirottare ed assorbire la comunicazione, che era molto vivace sui forum e nei blog.
    Chiaramente quando si critica in negativo si deve ARGOMENTARE anche con poche parole.Ed io mi sforzo di farlo.
    PPS
    Ricordo Stefano Bonilli su Facebook: c’era stato ma ne era uscito senza rimpianti.

  4. Pur non condividendo (com’è ovvio credo) tutte le scelte e i giudizi degli autori, una guida che si concentra su una zona più piccola tutto sommato una sua utilità ce l’ha. Soprattutto quando la zona è quella in cui vivo io! 😛

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui