pizza Berberè

pizza margherita Vincenzo Capuano

Pizza e classifica, binomio ormai inscindibile. Il critico del Corriere della Sera, Valerio Massimo Visintin, il Fantomas delle stoviglie, l’Uomo Mascherato nella giungla gourmet, si è cimentato, nel numero odierno di Vivimilano, supplemento del Corrierone, in una sistematizzazione anagrafica delle pizze milanesi – al taglio al banco basse fritte gourmet mini napoletane e sottili.

Da considerare, naturalmente, facendo la tara sulle idiosincrasie del nostro Uomo Ombra.

Così introdotta:

[…] questa formidabile riscossa della pizza non è un pedissequo ricorso storico. Coincide, al contrario, con un decisivo salto di qualità. […] Oggi, è maturata una nuova cultura della pizza. I cui precetti si fondano su nuove consapevolezze e nuove terminologie. Si parla di «pasta madre», di farine biologiche, di lunga lievitazione, di materie prime selezionate.

Le voci prese in considerazione sono le pizze, e la specialità di ogni locale, valutate da * a ****. Vediamo.

Le “peggiori” – o meno migliori – hanno * sia come pizze che come specialità: in ordine alfabetico, Domino’s Pizza, Lentini’s (nuovissima apertura), Spontini, e Terrazza Citroën Zio Provolone (insegna nuova sovrapposta a Zio Provolone, aperto a sua volta sulle ceneri del vecchio ATM in Porta Volta). Due basse basse, due napoletane.

pizza 12 gatti Milano

Con ** in entrambe le categorie: 12 Gatti, Alice Pizza, Antica Pizzeria Al Rondò, Gennaro Esposito, Giannino di Fresco e Cimmino, Karné, Madegra, Marghe, Segreti di Pulcinella, Taverna Gourmet, Zia Esterina di Gino Sorbillo.

montanara starita

Una combinazione di ** e ***: Antica Pizzeria Leone, Starita, Thursday Pizza.

pizza-milano-briscola

E veniamo alle pizzerie con *** in entrambe le categorie: Bioesserì, Brera Milano, Briscola, Da Regina, Donna Sophia, Fusco, PizzaTrieste, Pizzità.

pizza-longoni-milano

L’antepodio: **** e ***: Davide Longoni (all’interno del Mercato del Suffragio: in realtà il pizzaiolo è Fabio Venturini).

pizza-capperi-olive-berbere-milano

Il podio: **** alle pizze, **** alla specialità: Berberè (nuova nuovissima), Lievità, Piz.

Vediamo chi manca in questo elenco di 30 pizzerie? I primi nomi che mi vengono in mente sono Lievito Madre al Duomo di Gino Sorbillo, Rossopomodoro LAB Sabotino con Vincenzo Capuano, ma anche, che so, Ciripizza, Piccola Ischia…

E voi? Avete qualche idea su come completare la lista visintiniana, o su cosa, eventualmente, togliere?

[Immagini: Scatti di Gusto, Vincenzo Pagano, Gambero Rosso]

20 Commenti

  1. I Capatosta sul all’alzaia naviglio grande 56, da dove è uscito il pizzaiolo dei segreti di pulcinella (basta confrontare i menù)

  2. Gli ultimi 3 commenti(Emanuele B, Andrea e Vittorio) mi stimolano ad intervenire su una questione di fondo. Quali sono i criteri adottati per stilare questa classifica? Soltanto le nuove pizzerie? Senza fare nessuna distinzione di tipologia? Penso che a Milano vi siano 3 tipologie prevalenti: la sottile e croccante(v Vittorio), la napoletana e la gourmet.
    Poi vi saranno anche tipologie intermedi tra le principali. Andrea comunque esprime un dubbio che anch’io ho avuto leggendo Emanuele. Nel web non c’è la possibilità di leggere l’inserto: per questo è Emanuele che dovrebbe chiarire, se vuole. Ciao

  3. Marghe e Starita meritano assolutamente di più!
    Non capisco poi perchè in queste classifiche non compare mai SciuSciuà, pizzeria napoletana presente a Milano da oltre 10 anni (via Procaccini), a mio modo di vedere sul podio sicuramente.

      • Questo commento contiene tre recensioni della stessa pizzeria milanese: due molto diverse. Il fatto che siano recensioni non dello stesso periodo può forse spiegarlo ma vi possono essere anche altri motivi. Ho voluto segnalare i 3 link per evidenziare la relatività delle classifiche e delle recensioni. I due blog milanesi sulle pizze napoletane stilano classifiche che possono contenere le stesse pizzerie ma in posizione diversa oppure non contenerle. Conclusione: usiamo le classifiche con senso critico e non seguiamo passivamente tutto quello che un blog scrive. Anche perché c’è molto conformismo nell’uomo contemporaneo collegato al web 2.0.
        PS
        I due blog specializzati milanesi sono interessanti ma voglio esprime la mia preoccupazione sul loro sviluppo che potrebbe incidere sull’indipendenza e l’obbiettività delle recensioni. La credibilità è un valore molto fragile.

    • Sciuscia’ , il primo in via Procaccini,e’ stato un mio punto di riferimento in passato…
      Trovo difficile classificare le pizzerie menzionate da Visintin poiche’ sono di diversa astrazione,si pssa da quella verace a quella gourmet..io amo unicamente la verace

  4. Boccio la graduatoria, sebbene alcuni locali non li conosca. Spontini (pizza all’olio di semi) manco dovrebbe comparire, Pizzità è una gioielleria (e la pizza è un alimento popolare per sua definizione)…e poi non sono nemmeno citati ‘Il tegamino’ e ‘La coccinella’!!

  5. Ho provato tempo fa Garage pizza in Corso sempione,un impasto leggerissimo ne avrei mangiate 3 ,mi sono mangiata persino tutta la crosta.
    ,forse sono di parte non amando affatto la pizza con bordo molle soprattutto se non ben cotto e gommoso tipo quella che ho mangiato da briscola,infatti non capisco come possa essere in classifica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui