Milano. Menu e prezzi del nuovo ristorante di Cracco che apre in Galleria

7K Condivisioni

Carlo Cracco ha vinto. L’attesa in fondo non è stata lunga per l’apertura del nuovo ristorante in Galleria a Milano. Bravo.

Un anno e mezzo, più o meno: tanto c’è voluto al Ristorante Cracco per percorrere i 300 metri che vanno da via Victor Hugo alla Galleria Vittorio Emanuele, fra voci e illazioni, la perdita della stella Michelin, che sarà un bello stimolo per questa ri-apertura (non è un nuovo ristorante, è il “vecchio” che si è spoatato), l’apertura di Garage Italia con Lapo Elkann, il matrimonio (a proposito, auguri!), il finto funerale messo in scena a Masterchef, che non deve essere stato troppo gradito, ma che magari sarà di buon augurio.

E finalmente ci siamo: tutti in fila all’ingresso di via Silvio Pellico 6, quello riservato agli eventi, che si terranno all’ultimo dei 5 piani, per 1118 metri quadri, che Cracco ha pensato e diviso in (dal basso verso l’alto) cantina, bar caffetteria bistrot (piano terra, quello con l’affaccio in Galleria), ristorante, Salone Particolare (per gli eventi), laboratorio di pasticceria, chiuso al pubblico, regno di Luca Sacchi).

Ma non vi vogliamo tenere sulle spine.

Ecco l’antipasto di Scatti di Gusto: la carta del nuovo ristorante con il menu degustazione.

7K Condivisioni

- martedì, 20 febbraio 2018 | ore 13:29

30 commenti su “Milano. Menu e prezzi del nuovo ristorante di Cracco che apre in Galleria

  1. chiedo scusa.. non è questione d invidia.leggo con curiosità semmai..poi penso che con i miei 1000 euro di stipendio non potrei mai permettermelo e tutto sommato neanche mi spiace piu di tanto..e sinceramente pensando alla caritas e alla sua mensa penso al divario che purtroppo c è ancora tra la gente .. che se non erro.. la gente ..siamo noi. detto ciò,lunga vita a Cracco e alla sua nuova attività..spero in qualcosa di più anche x tutti gli altri/noi. saluti.

  2. L’unica cosa difficile da giustificare con la qualitá mi sembra la frutta a 36 euro… A parte Cracco, che sará sicuramente un’eccellenza, stiamo mica confondendo la qualitá col brand?

  3. Dieci anni fa pagai il menu degustazione in via Hugo 160 €uro, considerando la nuova location avrebbe potuto chiedere di più.

    Noto che per ora manca un degustazione con meno portate intorno a 120 €uro.

  4. liberi di spendere come credete, ma non capite che si arricchiscono prendendoci per i fondelli? piatti artistici con un cucchiaino di contenuto. però fa molto inn!!!

  5. Nell’ordina si paga: il nome, l’affitto, il personale, la materia prima, gli inviti e i cadeau per gli amici. Inutile prendersela. Ci va chi se lo può permettere e il giudizio sul rapporto qualità prezzo oramai è inutile. Siamo in un mondo a sé. La realtà non è di casa in questo mondo che può.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.