Pescara. 15 indirizzi per mangiare anche il mare in Abruzzo

A Pescara, la città di Gabriele D’Annunzio e di Ennio Flaiano, dalle dorate spiagge e della movida estiva, delle nuove architetture con il Ponte del Mare e delle linee strutturali nella “Pescara vecchia”, c’è un’identità gastronomica dai contorni ben definiti e una che parte dalle utili risorse del passato per sviluppare nuovi sentieri.

Seguite questa mappa, con 15 indirizzi in ordine crescente di prezzo, per conoscere i protagonisti della cucina pescarese.

1. Trieste Pizza

Una tira l’altra, come le ciliegie: è la fantastica pizzetta di Trieste Pizza. Tonda di 16 cm per 90 gr di impasto cotta nel padellino di metallo, tempo di maturazione 36-48 ore, ingredienti stagionali di qualità e nessun utilizzo di grassi animali o margarina. Tra le pizzette l’immancabile Margherita, quella con broccoli e salsiccia di fegato o la semplicissima bianca con olio extravergine d’oliva, origano e sale marino. Un successo che ha valicato i confini dell’Abruzzo ed è arrivato anche a Milano, con la nuova apertura di Corso Como, e a Roma dove, oltre al locale a Monti, la gustate agli Internazionali di Tennis al Foro Italico.

Prezzo: da 1,50 € a 3,50 €.

Ecco dove la trovate:

Pescara. Lungomare Matteotti, 102. Tel. +39 085 421 40 38
Pescara. Via Firenze, 212. Tel. +39 085 29 33 75
Pescara. Corso Manthoné, 29. Tel. +39 085 69 21 050

2. Caprice

La pasticceria si fa sempre più cibo non subalterno ma protagonista durante un pranzo o una cena. A render unico questo locale, in zona Portanuova, è la famiglia Camplone da oltre sessant’anni: oggi con Fabrizio offre un ampio ventaglio di golosità sia tradizionali che moderne. A colorare il banco innumerevoli mignon con topping coerenti, croissant, mousse alla frutta, dolci della tradizione, torte, gelati artigianali e durante le festività si trovano i grandi lievitati (colombe e panettoni).

Prezzo: 5 €.

Caprice. Piazza Garibaldi, 29. Pescara. Tel. +39 085 691633

3. Generi Alimentari Cicchelli

Lungo le vie del centro questa insegna dove troverete scaffali ricolmi di bontà regionali, un banco frigo con eccellenti latticini, formaggi (come quelli d’alpeggio, francesi e italiani a latte crudo) e una selezione di salumi (come il Pata Negra de Bellota 42 mesi o la pancetta di suino nero di razza Padana stagionato 13 mesi): questi si possono acquistare e portare a casa oppure fruire ai pochi tavoli interni o a quelli esterni. In alternativa ci sono anche alcuni primi e tartare (come quella di Fassona Piemontese con foglia d’oro e caviale Beluga) accompagnati da un’ottima mescita di vini.

Prezzo: 25 €.

Generi Alimentari Cicchelli. Via Trento, 84. Pescara. Tel. +39  085 205 6970

4. Botanico

Pizza, fish e cocktail: è il concept di questa insegna nel centro pescarese con “giardino segreto”. Qui si sdogana l’utilizzo del cocktail come semplice “divertissement” e viene abbinato alle pizze presenti sul menu realizzate anche con farine alternative (farro, saragolla, solina, kamut, ecc). Nella categoria fish si possono trovare piatti come il tonno tataki e le tartare di salmone e tonno, sushi e crudi di mare.

Prezzo: 30 €.

Botanico. Via Piave, 66. Pescara. Tel. +39 085 205 9787

5. Taverna 58

Una cucina solida, nata nel 1980, che prepara piatti della “memoria” abruzzese e resta impermeabile alle mode e tendenze gastronomiche che si susseguono: la trovate nella zona della “Pescara vecchia”. Non perdetevi il pecorino di Atri e gli arrosticini, la chitarrina con funghi e tartufo dell’aquilano, carne di pecora della Maiella al tegame e la “fellata” (ventricina di Vasto, coppa e salame teramano, formaggio a latte crudo di Rivisondoli, ecc.). Si chiude con le golosità come il parrozzo (tipico dolce abruzzese di Pescara) e lo zabaglione caldo al marsala.

Prezzo: 35 €. 

Taverna 58. Corso Gabriele Manthone, 46. Pescara. Tel. +39 085 690724

6. Da Nonna Bruna

È il giusto posto per neofiti e apprendisti della materia ittica: è posizionata vicino il mercato di Piazza Muzzi in pieno centro. In cucina c’è “Nonna Bruna” che prepara piatti con pescato locale del giorno e materie prime del territorio. Da provare, accomodati a sedie e tavoli in legno dai colori chiari pastello, il tradizionale brodetto pescarese (con ferfellone e pescato nobile) o la versione del brodetto sbagliato (scampi, calamari, cozze, panocchie, vongole e gamberi). Sullo scaffale solo vini del territorio.

Prezzo: 40 €. 

Da Nonna Bruna. Via M. Forti, 34. Pescara. Tel. +39 085 2401923

7. Da Bacone

Sul lungomare di Pescara una cucina dove il ritmo è scandito dal suono del mare. È gestito dalla famiglia Romano: generazione di pescatori a partire dal bisnonno detto “Bacone”. Sapientemente realizzati i piatti della tradizione marinara dai crudi all’insalata con polpo e patate, i primi come la chitarra con frutti di mare e il tipico brodetto pescarese, gli immancabili fritti e lo sgombro in barattolo.

Prezzo: 40 €. 

Da Bacone. Lungo mare G. Matteotti, 54. Pescara. Tel. +39 085 4212280

8. Mastro cibo e cucina

È precisamente sintetizzata dal giovane chef Roberto Mastrocola, sul sito internet del ristorante, la direzione e il marchio di fabbrica dalla cucina: “facciamo cucina tradizionale e applichiamo le nuove tecniche di preparazione apprese alla Niko Romito Formazione”. Nella conduzione del locale è coadiuvato dalla sorella Serena. Qualche esempio dal menu: vellutata di cannellini al limone con gamberi rossi, cozze e spugna croccante al prezzemolo; spaghetto alla chitarra, pecorino “Scorza Nera” dell’azienda di Gregorio Rotolo, zucchine e fiori di zucca.

Prezzo: 40 €. 

Mastro cibo e cucina. Via delle Caserme, 61. Pescara. Tel. +39 371 1160220

9. Dorsia

Locale che nasce da un’idea del duo Giuseppe Maria Zolfo (titolare della Vinatteria Zolfo) e Giorgia Brandimarte. Il nome dell’insegna trae origine dal famoso romanzo American Psycho dove il protagonista Bateman ha un’ossessione: prenotare un tavolo al “Dorsia” con la speranza di incontrare il suo idolo Donald Trump. Ai fornelli Attilio De Santis e Danny Tatasciore realizzano una cucina innovativa con ottime materie prime, nel menu: tra gli antipasti l’uovo 64° con asparagi e bottarga (13 €); tra i primi la zuppa di pesce crudo e cotto (15 €); tra i secondi lingua di vitello, songino e gamberi bianchi (18 €). Due menu degustazione a 40 € (5 portate) e 55 € (7 portate).

Prezzo: 40 €.

Dorsia. Via Battisti, 184. Pescara. Tel. +39 085 9048197

10. La Rete

Un ristorante a tutto mare nel centro di Pescara che ha festeggiato da poco i trent’anni di attività. Bruno Giansante e la moglie lo hanno aperto nel 1986 e da allora il menu si è mosso di poco seppur con qualche innovazione del figlio Marco come i tonnarelli scampi e pistacchio. Ma qui si viene soprattutto per il pescato che detta la carta del giorno raccontata dal gentile cameriere. Crudi di pesce e cicale al gratin per antipasto, risotto ai frutti di mare, rombo chiodato e arrosto di pesce sono le scelte quasi obbligate di questa cucina marinara.

Prezzo menu degustazione: 45 €

La Rete. Via De Amicis, 41. Pescara. Tel. +39 393 291 2016

11. La Barcaccia

Se impazzite per la cucina marinara regalatevi una “gita” in questo locale storico a pochi passi dal mare e dalla famosa fontana “La nave” di Pietro Cascella: qui si valorizza la materia prima stagionale, il che significa realizzare piatti con ingredienti nella loro massima espressione qualitativa e gustativa. Oggi, con Massimiliano e Mirko Di Cesare in cucina, si intraprende un percorso gastronomico che non recide con la tradizione ma si fa più fantasioso.

Prezzo: 50 €.  

La Barcaccia. Piazza 1 maggio, 33. Pescara. Tel. +39 085 4217426

12. Pescion

A determinare la cucina di Luca Mastromattei è stato il virtuoso percorso all’estero – in Francia, Spagna e con Terry Laybourne – dove ha sorbito e approfondito conoscenze culinarie oggi applicate nel ristorante Pescion assieme alla moglie Piera Lanotte in sala: come si riscontra dal nome dell’insegna qui vige la passione verso la materia prima ittica. Tra le proposte la chitarrina cotta in acqua di cetriolo e lo sgombro fiammato con spuma di formaggio Gregoriano e insalata. Menu degustazione 50 €.

Prezzo: 50 €.

Pescion. Via Aldo Moro, 103 bis. Montesilvano (Pe). Tel. +39 380 651 6615

13. La Zattera

Protagonista della performance culinaria di questo locale è lo chef Angelo Lanaro con la costruzione di piatti marittimi (pescato locale e freschissimo) presentati con incursioni creative. Nel menu: chitarrina al sugo di granchio, scampi e crudo/cotto di crostacei (12 €); rombo con ratatouille di verdure di stagione (20 €); frittura di paranza con verdure in pastella (16 €); l’orata al cartoccio con zafferano e cipolla caramellata (20 €). Completa il quadro la naturale scenografia marittima e la possibilità di mangiare all’aperto durante la stagione calda. Percorso degustazione 50 €.

Prezzo: 60 €.

La Zattera. Viale Primo Vere, 67. Pescara. Tel. +39 085 61279

14. Cafè Les Paillotes

Ad assommarsi al piacere della cucina moderna di Matteo Iannacone (stella Michelin e allievo di Heinz Beck) vi è il fascino di mangiare sulla spiaggia per un’esperienza di assoluta piacevolezza: il ristorante Cafè Les Paillotes è direttamente affacciato sul Mar Adriatico. Una filosofia di cucina codificata nei tre menu degustazione a 30 € quello “Smart” (con un antipasto, un primo, un secondo e un dessert), a 40 € quello “Cafè Les Paillotes” (due antipasti, un primo, un secondo e un dessert) e quello a 60 € “Gran Cafè Les Paillotes” (tre antipasti, due primi, un secondo e un dessert). Ecco qualche esempio del menu à la carte: polpo alla griglia con fave, pecorino e guanciale a 13 €; spaghettone quadrato cacio e pepe con gamberi bianchi marinati al lime 14 €; coda di rospo, spinaci, patate e bottarga 27 €.

Prezzo degustazione: 60 €.

Café Les Paillotes. Piazza le Laudi, 2. Pescara. Tel. +39 085 61809

15. Carlo Ferraioli

Un altro indirizzo classico di Pescara è il ristorante di Carlo Ferraioli affacciato sul canale. Cucina di mare che guarda al passato ma sa proporre qualche interpretazione contemporanea. La batteria degli antipasti è davvero notevole e volendo assaggiarli tutti si può chiudere accompagnandoli con un primo o un secondo. Le chitarrine declinate con accompagnamenti di pesce, dalla pescatora all’aragosta o all’astice, e i ravioli ripieni di gallinella con tartufo meritano attenzione al pari della frittura e della pescatrice al forno. Si può chiudere con il parrozzo abruzzese.

Prezzo: 70 €

Ristorante Carlo FerraioliVia Paolucci, 79, Primo Piano. Pescara. Tel. +39 085 421 0295

[Immagini: Facebook, lespaillotes, lazatteraristorante, Yes AbruzzoStahlbau Pichler, Scatti di Gusto]


- venerdì, 18 maggio 2018 | ore 8:46

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *