208 Condivisioni

Sul lungomare di Pescara si può gustare una fumante pizza: questa è quella di Trieste (nome derivante da un incrociatore della Regia Marina), storico stabilimento balneare dove è nata nel 1958 la famosa pizzetta di Gabriele Ciferni. Una tonda a prezzi abbordabili (da 1,50 € a 3,50 €) capace di accontentare una platea transgenerazionale, il suo formato piccolo è adatto sia a spuntini che a warm up per diversi giri di gusto.

A portare avanti l’imprinting gastronomico dato da Gabriele ci sono il figlio Riccardo accompagnato da sua moglie Laila, un tramando generazionale dove l’anima antica non viene dimenticata, ma arricchita di conoscenze nuove e piglio imprenditoriale. Successo più che consolidato, come testimoniano la scia di locali aggiunti alla casa madre, sia sul territorio nazionale che estero (con il concept Tonda): da Milano in zona Porta Ticinese al Rione Monti a Roma, dal Mercado de San Miguel a Madrid al Wimbledon Park a Londra.

Caratteristiche della Tonda

La pizzetta risponde a diversi comandamenti qualitativi, descritti dalla A alla Z sul loro sito internet, dalle farine italiane biologiche a ortaggi sempre freschi e ingredienti mai a lunga conservazione. Gli impasti semintegrali messi a punto sono progettati per ottenere leggerezza e digeribilità, frutto di una lenta e corretta maturazione, utilizzo di lievito naturale e nessun grasso animale o margarina.

All’aspetto si presenta sottile, diametro di 16 cm per 90 g di impasto, dalla dalla giusta croccantezza e altrettanto giusta morbidezza: il tutto cotto nello storico padellino di metallo, che si interpone dal contatto diretto con il forno, donandole la caratteristica consistenza e plusvalenza.

Grande attenzione agli ingredienti, selezionati e di stagione, con formule di gusto che funzionano e valorizzano il nostro made in Italy. Immancabile l’assaggio della Margherita, con pomodoro biologico coltivato sul Gargano dalla famiglia Triveri e mozzarella di latte vaccino 100% italiano.

Ingolosisce e non lascia delusi quella con patate cotte a vapore, fiordilatte e salsiccia di suino al naturale di Villa Celiera come pure quella con gorgonzola piccante Dop, fiordilatte e basilico.  Infine i puristi del gusto possono optare per la semplice pizzetta bianca con olio extra vergine d’oliva, sale e origano.

Ecco dove la trovate:

Pescara. Lungomare Matteotti, 102. Tel. +39 085 421 40 38

Pescara. Via Firenze, 212. Tel. +39 085 29 33 75

Pescara. Corso Manthoné, 29. Tel. +39 085 69 21 050

Francavilla al Mare. Pizza Sirena. Tel. +39 085 81 68 71

Silvi Marina. Via Rubicone (Centro Comm.le Le Dune). Tel. +39 366 12 24 044

Roma. Via Urbana (Rione Monti), 112/113. Tel. +39 06 481 5319

Milano. Corso di Porta Ticinese (Colonne di San Lorenzo), 67. Tel. +39 333 990 1959

Londra. 253 Wimbledon Park Road (Southfields). Tel. +44 203 302 9310

Madrid. Mercado de San Miguel, Plaza de San Miguel sn, Puesto 14/15. Tel. +34 915 42 49 36

La migliore Pizza della Settimana

    1. La Liquirizia in giallo di Sasà Martucci a Caserta
    2. La Capricciosa soffice di La Pizzeria Nazionale a Milano
    3. La Fior di Formaggi di Da Zero a Milano
    4. La Quattro Latti di Gino Sorbillo a Napoli
    5. La Radicchio Affumicato di Cenerè a Milano
    6. La Assaje di Assaje a Milano
    7. La Salsiccia e friarielli in 3 indirizzi imperdibili a Napoli
    8. La Senza Lievito di Renato Bosco a Verona
    9. La Sardegna di Gino Sorbillo in versione Gourmand a Milano
    10. La stellare Agro Romano della Gatta Mangiona a Roma
    11. Lazio di Pizzium a Milano
    12. La Pizza che Unisce da Ciro Oliva nel segno Unesco da Concettina ai Tre Santi a Napoli
    13. La Campania Mia di Giuseppe Pignalosa a Le Parùle di Ercolano
    14. La Viola di Lievità a Milano
    15. La Soffritto di Gaetano Genovesi a Napoli
    16. La Rustica con Fior di Latte e salsiccia di Briscola a Milano
    17. La Genovese di Angelo Pezzella a Roma
    18. La Mastunicola di Sbanco a Roma
208 Condivisioni