Mi era inspiegabilmente sfuggita l’apertura di Cenerè, nuova pizzeria milanese in zona Cadorna.

In realtà, è un ristorante pizzeria (nato sulle ceneri – ehm – di un locale precedente) dall’aria indubitabilmente gourmet. E dalla lettura del menù, che è unico per i due “rami” del locale, lo si capisce subito, e ti viene voglia di ordinare a turno una pizza e un piatto.

Ma voglio essere professionale: sono qui per la pizza, e pizza sia.

Avevo assaggiato Cenerè qualche settimana fa a Che Pizza!, la kermesse pizzaiola organizzata da Italian Gourmet. Avevano il loro corner di pizza fritta a fianco di Ciro Oliva e di Antonio Fusco (corner ceduto per qualche ora sabato alla pizza fritta di Gino Sorbillo); che non è male per una pizza inventata a una settimana dall’inizio della manifestazione, e da una pizzeria aperta allora da un mesetto o poco più.

Dice Michele Franco (il pizzaiolo, di origini calabresi, famiglia di panificatori, esperienze con Davide Longoni) che la pizza fritta (guscio croccante, mollica del loro pane, farcitura in collaborazione con lo chef del ristorante Davide Lagrotteria) arriverà anche da Cenerè.

Intanto, mi son dovuto accontentare di questa pizza Radicchio Affumicato, con caciocavallo agerolese, lardo di Mora Romagnola, miele e noci. Al costo di 14 €.

Che è stato un gran bell’accontentarsi: il dolce del miele accompagnava benissimo il radicchio affumicato e il caciocavallo, e le noci aggiungevano croccantezza (che sarà anche una moda di questi ultimi tempi, ma che qui, almeno, ci sta benissimo). Come recita il menù, “I nostri impasti vengono realizzati con farina di grano tenero biologico tipo “0” e farina integrale macinata a pietra”, entrambe ottenute da grani 100% italiani. Lievito madre, sale di Trapani, olio evo biologico.

Un difetto? Il piatto della stessa misura della pizza, con i bordi rialzati. Non riuscivo a tagliare bene la mia pizza, da intera, e dovevo farla scivolare di qua e di là.

Non so quale di questi ingredienti renda la pizza buona – o se sia il fatto che è leggermente croccante, a differenza di quella napoletana, perché lasciata leggermente più a lungo nel forno (a legna), mi sembra mi abbiano detto (ma stavo mangiand… degustando, ecco). Ma verificherò meglio, provando le altre pizze in carta.

Ma forse prima andrò a provare il ristorante.

Cenerè Milano. Piazza Virgilio, 3, angolo Via Boccaccio. 20123 Milano. Tel. +39 024690288

[Immagini: iPhone Emanuele Bonati, Cenerè Milano]

Le Pizze della Settimana

  1.  La Liquirizia in giallo di Sasà Martucci a Caserta
  2. La Capricciosa soffice di La Pizza Nazionale a Milano
  3. La Fior di Formaggi di Da Zero a Milano
  4. La Quattro Latti di Gino Sorbillo