Da Zero – Pizza e Territorio, l’insegna che promuove il Cilento con 5 pizzerie in Italia, festeggia i primi cinque anni di attività il 23 luglio. 

Per questa ricorrenza Paolo De Simone ha creato una nuova pizza, la Primula Palinuri. 

È una pizza in edizione limitata, che porta il nome del fiore simbolo del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, area protetta nel sud della provincia di Salerno. 

Oltre al nome la pizza propone negli ingredienti i colori del fiore (giallo, bianco e verde). La pizza sarà nel menù dal 23 luglio fino al 30 settembre 2019

Sono solo 5 anni, ma il percorso fatto è incredibile, da Vallo della Lucania a Milano, Matera e Torino con 5 sedi e numeri importanti come raccontano  i tre soci che hanno dato vita al progetto nel 2014.

“Cinque anni fa” ricorda  Paolo De Simone parlando degli inizi di DaZero “ci siamo resi conto che le specialità gastronomiche del Cilento non erano adeguatamente valorizzate. Così il 23 luglio del 2014 abbiamo dato vita a DaZero, con l’idea di proporre una pizza che portasse con sé la tradizione della pizza napoletana per impasto e lavorazione, con l’aggiunta di ingredienti cilentani di alta qualità, tra cui diversi presidi Slow Food. E partendo da Vallo della Lucania, sede che per noi resta una parte fondamentale di questo progetto, siamo arrivati oggi a 5 pizzerie e quasi 700mila pizze sfornate. E questo indissolubile legame con la nostra Terra lo esprimiamo ancora una volta con una pizza, La Primula Palinuri, che è intimamente rappresentativa del Cilento. I suoi ingredienti – pesto di rucola, mozzarella di bufala, cacioricotta di capra cilentana, pomodorino giallo, basilico e olio – riprendono infatti i colori di questo fiore e sono il nostro omaggio alla nostra terra e un invito a scoprirne i sapori inconfondibili.”

“Oggi molti parlano di territorio, noi gli diamo anche un nome, il Cilento.” A ribadirlo è Giuseppe Boccia insieme al fatto che la sede di Vallo della Lucania ha un valore particolare tanto che DaZero organizzerà in autunno un press trip nel Cilento con alcuni giornalisti, che potranno soggiornare in un rinomato hotel quattro stelle, scoprire le produzioni locali e le diverse componenti della Dieta Mediterranea.

 La storia imprenditoriale di DaZero sta raggiungendo numeri interessanti come sottolinea Carmine Mainenti

“Il nostro contributo al Cilento non è solo in comunicazione ma anche in vero indotto economico, dalla forza lavoro alle materie prime acquistate direttamente sul territorio. Attualmente nei nostri 5 locali diamo lavoro a 72 persone e di queste 45 sono cilentane, pari al 62,5% della forza lavoroIn più, prevediamo di assumere altre 20 persone sul territorio entro fine anno. Insiemea queste persone, abbiamo raggiunto cifre importanti: nel 2018 il fatturato è quasi raddoppiato, superando quota 3 milioni di euro e i dati del primo semestre 2019 sono confortanti: +60%. Mantenendo questo ritmo prevediamo di raggiungere i 5 milioni di euro entro fine anno con una spesa di circa 900mila euro in prodotti del Cilento. Questa cifra è destinata ad aumentare ulteriormente in vista della nostra sesta apertura prevista in autunno. Seguiamo la filosofia di una crescita controllata, mantenendo la proprietà delle pizzerie per replicarne in pieno lo spirito. Il nostro obiettivo è di espanderci ulteriormente ma non attraverso formule come il franchising, che rischierebbero di snaturare il format e il rapporto che abbiamo creato con i nostri fornitori sul territorio”.

Il Cilento sta diventando un brand conosciuto a livello nazionale e il mondo della pizza ha sicuramente contribuito a rendere reale questo fenomeno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui