Pasta e zucchine: le mezze penne straordinarie di Franco Aliberti

Ricette

Pasta e zucchine, una ricetta perfetta per l’estate, lo sappiamo tutti.

Franco Aliberti l’ha elaborata con questa sua Zucchina 100% in cui utilizza un formato di pasta, le mezze penne, caro a moltissimi ma in questo caso fatte in casa.

Però non di acqua e farina, ma di zucchine, anzi, del gambo della pianta delle zucchine.

Bella questa idea di Franco Aliberti di esplorare tutti i possibili utilizzi di una pianta e arrivare a cucinare anche il gambo, e le foglie, oltre alla zucchina in sé che voi come me tanto amate nella famosissima pasta alla Nerano.

Si tratta di un’idea coerente con il suo decalogo antispreco, di cui vi abbiamo già parlato e che vi abbiamo illustrato con la ricetta del Riso Limone Lattuga.

Vediamola, allora, questa ricetta delle penne di zucchine, stravagante ma fattibile (certo bisognerà procurarsi i gambi della pianta da qualche contadino o mercato).

Zucchina 100%: la ricetta delle mezze penne

Ingredienti (per 4 persone)

Per le mezze penne
3 gambi di piante di zucchina
3 foglie di zucchina recuperate dal gambo
sale

Per la crema di zucchine  
500 g zucchine
olio extra vergine
1/2 scalogno
sale
pepe

Procedimento

Per le mezze penne

Pulire con l’aiuto di un pelapatate l’esterno dei gambi dai filamenti.

Tagliarli in diagonale in modo da farli assomigliare a mezze penne.

Cuocere le foglie di zucchina in acqua salata per circa 3 minuti, quindi tagliarle sottili.

Per la crema di zucchine

Far appassire in una padella lo scalogno con l’olio.

Aggiungere le zucchine tagliate a rondelle, versarvi del ghiaccio o acqua fredda a coprire, e lasciar cuocere a fuoco medio fino a cottura ed evaporazione.

Frullare aggiungendo olio sale e pepe.

Preparazione del piatto

Cuocere le mezze penne in acqua salata per 2 minuti.

Completare la cottura in padella con le foglie e la crema di zucchine per altri 2 minuti.

Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.